I magistrati che sbagliano ma non pagano per gli errori

Nel 2018, sono 509 i casi di ingiusta detenzione, ma solamente 16 magistrati sono stati chiamati a rispondere dei propri errori

"Gli innocenti non vanno in carcere". La frase, pronunciata dal ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, aveva sollevato un polverone. Poi, il Guardasigilli aveva cercato di chiarire la sua affermazione, spiegando che intendeva riferirsi alle persone assolte. Ma, come fa notare il Tempo, in tema di ingiusta detenzione, c'è un dato che è passato quasi inosservato. Si tratta del numero dei magistrati chiamati a rispondere dei propri errori, che sono costati il carcere a persone innocenti. I numeri sono contenuti nella Relazione annuale sull'amministrazione della giustizia, presentata in Parlamento qualche giorno fa, ma erano già consultabili anche nella Relazione sull'applicazione delle misure cautelari personali e sui provvedimenti di riconoscimento del diritto alla riparazione per ingiusta detenzione, presentata in Senato nel 2019. Qui viene fatto presente che, nel 2018, i casi di ingiusta detenzione sono stati 509, ma solamente 16 magistrati sono stati chiamati a rispondere dei propri errori.

Nella Relazione, però, il ministro Bonafede sottolinea i miglioramenti fatti rispetto al passato sulle persone mandate in carcere ingiustamente. "È la prima volta che il ministero della Giustizia predispone, in modo strutturale, un simile capillare monito sulle ingiuste detenzioni - ha spiegato il Guardasigilli - Su mio diretto impulso, nei primi mesi del 2019 è stato ampliato lo spettro degli accertamenti dell'Ispettorato Generale sulla applicazione e gestione delle misure custodiali, estendendo la verifica a tutte le ipotesi di ingiusta detenzione e non soltanto alle cosiddette scarcerazioni tardive". In passato invece si prendeva in considerazione solamente "l'indebita protrazione della custodia cautelare", cioè le scarcerazioni tardive.

Gli interessati possono vedersi riconosciuto un indennizzo, in caso di sentenza di proscioglimento o assoluzione o in caso di carenza, in fase cautelare, dei "presupposti di legge". Nel 2018, questi casi sono stati in totale 509: i casi più numerosi si sono registrati a Napoli (92), Reggio Calabria (65), Roma (62) e Catanzaro (48). Ma, nonostante i numerosi errori, solamente in 16 casi si è arrivati alla richiesta di un'azione disciplinare, in 14 casi per volontà del Ministero della Giustizia e in 2 della procura generale e Corte di Cassazione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ROUTE66

Gio, 30/01/2020 - 12:26

DOMANDA:COME SONO FINITI I 16 CASI.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 30/01/2020 - 12:26

Questo deve cambiare, oppure i loro stipendi non devono superare l`2.000 euro mensili, """PERCHÈ QUESTA GENTE, HA INVENTATO IL PARASSITISMO E L`IMPARSIALITÀ"""!!!

marinaio

Gio, 30/01/2020 - 12:42

Tutti sbagliano (Ing.avv.medici, meccanici,idraulici, ecc.) ma poi tutti pagano. I magistrati no. Però, c'è una piccola differenza. Il meccanico o l'ingegnere me lo posso scegliere, il magistrato invece no. Devo solo sperare che mi capiti quello giusto.

Giorgio Colomba

Gio, 30/01/2020 - 12:55

Viviamo in una Repubblica Giudiziaria gestita da un'"Ultracasta" a dominante rossa che non risponde mai di nulla a nessuno ed opera in un inscalfibile regime di autoconservazione.

cgf

Gio, 30/01/2020 - 12:56

alla faccia del REFERENDUM disatteso!!

Ritratto di niki 75

niki 75

Gio, 30/01/2020 - 13:08

Tutti, qualsiasi sia l'attività e/o la professione che esercitano, "DEBBONO ESSERE RESPONSABILI DELE LORO AZIONI E QUINDI DEBBONO RISPONDERNE". Gli intoccabili non debbono esistere.

Iacobellig

Gio, 30/01/2020 - 13:19

TOGLIERE ALLA MAGISTRATURA POTERE, SPECIE AI PM, INOLTRE I GIUDICI DEVONO PAGARE COME TUTTI I DIPENDENTI CHE SBAGLIANO. BASTA L’ARROGANZA DI QUESTI GIUDICI. SOLO INCAPACITÀ E PREPOTENZA DA QUESTA MAGISTRATURA.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 30/01/2020 - 13:26

a me sembra giusto visto che sono immacolati, puri, scevri, onesti e mangiano pane bilancia e costituzione!

glasnost

Gio, 30/01/2020 - 13:33

E' veramente dura pensare di rimettere in sesto una magistratura affiancata al potere finanziario e politico. Anzi temo sia proprio impossibile...seguendo le vie democratiche. Perché quello che è giusto o sbagliato sono loro stessi a stabilirlo. (F.Kafka)

arilibellula

Gio, 30/01/2020 - 14:02

@ROUTE66 nella migliore delle ipotesi il minsitero (cioè i cittadini) ha pagato dei danni, e il amgistrati avrà avuto al masismo per tre mesi una riduzioen di stipendio.

Capricorno29

Gio, 30/01/2020 - 14:10

Intanto i risarcimenti per indebita detenzione li pagano gli Italiani poerchè non farli pagare ai giudici che sbagliano, mi sembra il minimo invece di far politica lavorano!!!!!!

unghiecondenti

Gio, 30/01/2020 - 14:14

Risolto questo gigantesco problema l'Italia incomincerà ad essere un paese diverso e gestibile .

Popi46

Gio, 30/01/2020 - 14:43

Ovvio, in Italia le leggi ,di fatto, le fa la Magistratura, mica il Parlamento, e da sempre cane non mangia cane

al59ma63

Gio, 30/01/2020 - 15:39

INVECE di avere l' impunita' andrebbero sbattuti in galera come i peggiori assassini, con TORTORA hanno avuto pieta' pari a ZERO, li avrei sbattuti in carcere a vita, come monito per gli altri.

al59ma63

Gio, 30/01/2020 - 15:41

UNA SERIA riforma della giustizia e' NON-RINVIABILE.

HARIES

Gio, 30/01/2020 - 16:05

1) Presidente della Repubblica eletto dal Popolo 2) Condanne severe ai Magistrati che fanno politica. 3) Punibilità dei Giudici che sbagliano. 4) Ridimensionamento drastico degli stipendi dei Magistrati.

gedeone@libero.it

Gio, 30/01/2020 - 16:05

Quando il centrodestra tornerà a vincere dovrà essere la prima, imprescindibile riforma che dovrà mettere in atto. Senza se e senza ma!

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Gio, 30/01/2020 - 16:09

I Magistrati sono esenti da colpe : facile la loro vita confrontata con quella dei normali cittadini che devono rispondere del loro lavoro quotidianamente.

Ritratto di Gius1

Gius1

Gio, 30/01/2020 - 16:20

se non sbaglio, il sig. Berlusconi voleva mettere la legge che chi sbagliava non faceva carriera , cioe faceva carriara solo se lo meritava. Ma siccome il 90% sono toghe rosse , allora......

Calmapiatta

Gio, 30/01/2020 - 16:22

L'espressione suprema della casta. Intoccabili.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Gio, 30/01/2020 - 16:24

E il referendum del 1987? Il popolo ha già parlato. Gli oligarchi che siedono in parlamento se ne fregano e non lo attuano. E la stampa tace colpevolmente.

Duka

Gio, 30/01/2020 - 16:53

E fintanto che in questo paese non sarà regola ferrea e consolidata: CHI SBAGLIA PAGA DI TASCA PROPRIA chiunque sia presidente della repubblica compreso, sarà sempre un piccolo povero paese di pulcinella

zadina

Gio, 30/01/2020 - 17:37

Tutte le categorie che svolgono qualunque tipo di lavoro se sbagliano pagano il danno che hanno provocato esclusa la magistratura forse loro si sentono il Dio infallibile in tera, se è vero che la legge è uguale per tutti, oppure forse?...

Ritratto di lurabo

lurabo

Gio, 30/01/2020 - 17:56

uno schifo tutto iltaliano

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 30/01/2020 - 17:59

Ho avuto molte esperienze con la Magistratura, una volta anche come imputato, tale per non aver fatto niente. Qualcuno la vuole attaccare, qualche volta forse con ragione. Io la vorrei più distaccata, anche come organizzazione, separando radicalmente chi accusa da chi giudica, come é fatto in tanti Paesi nel mondo, ad esempio negli SU d'America.

Una-mattina-mi-...

Gio, 30/01/2020 - 20:26

FORSE SBAGLIA CHI DICE CHE SBAGLIANO...

Reip

Gio, 30/01/2020 - 21:55

RESPONSABILITA’ PENALE PER I GIUDICI!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 30/01/2020 - 22:33

Ma non c'era stato un referendum con percentuale bulgara contro i magistrati? Democraticamente di sinistra è stato disatteso. Bravi.

killkoms

Gio, 30/01/2020 - 22:48

fare il togato in Italia è il mestiere più bello del mondo!

APG

Gio, 30/01/2020 - 22:50

Che schifo, che vergogna! In Italia, è la magistratura ad essere SOVRANA, non il Parlamento!!

PRALBOINO

Gio, 30/01/2020 - 23:18

Noi tutti cittadini dovremo farci una assicurazione che copra i danni ricevuti dalla giustizia mentre chi fa il danno è esente dal dover risarcire il malcapitato Ma la domanda sorge spontanea come fanno nei dieci paesi dove la giustizia funziona meglio che in iTALIA?

nopolcorrect

Ven, 31/01/2020 - 00:07

Ma non lo sapevate che sono intoccabili? Ed è stato giustamente detto che molti magistrati, i particolare di sinistra, sono il cancro del nostro Paese.

d'annunzianof

Ven, 31/01/2020 - 01:05

Casta di mandarini onnipotenti da sradicare dalla vita democratica dell'Italia onesta. Il primo e piu` importante lavoro per il prossimo governo sara` la riforma della giustizia e magistratura. Democrazia diretta! Elezione dei magistrati e giudici da parte dei cittadini!!

al59ma63

Ven, 31/01/2020 - 01:13

@HARIES... tu hai riassunto quello che e' INDISPENSABILE e non-rinviabile...la PRESCRIZIONE va abolita perche' e' giusto, MA i tempi dei processi DEVONO ESSERE CERTI e di durata MASSIMA controllata, quindi PRIMA e' ora di fare una seria riforma della giustizia, con TEMPI CERTI per i processi

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 31/01/2020 - 06:59

IN NOME DEL POPOLO " BUE "

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 31/01/2020 - 07:29

Ben detto "marinaio". Inoltre sarebbe interessante sapere quante sentenze vengono ribaltate nei gradi successivi. Caso, a mio avviso, ancora più grave: se nelle ingiuste detenzioni qualcuno avrebbe potuto incolpevolmente prendere un granchio, nei ribaltamenti i vari gradi si basano più o meno sugli stessi elementi, pertanto ribaltando o anche solo modificando la sentenza CERTIFICANO, loro stessi, vergini immacolate al disopra di ogni sospetto con imprimatur divino, che il grado precedente ha sbagliato. Perchè non pagano allora?

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 31/01/2020 - 08:19

I Magistrati non pagheranno mai finche saranno giudicati da loro stesi, serve un percorso alternativo per evitare conflitti.

Ritratto di Svevus

Svevus

Ven, 31/01/2020 - 08:38

E' assolutamente necessaria una riforma del sistema giudiziario dovrà essere basata sui questi punti: - Separazione totale di formazione-concorso-carriere tra Inquirente e Giudicante - Separazione totale degli uffici dove si accusa e dove si giudica - Divieto di candidatura prima dei 5 anni di uscita e divieto di reingresso dopo parentesi politica - Ridefinizione del CP in chiave oggettiva di verifica della prova oppure riforma alla americana con elezione da parte dei cittadini del giudice giudicante - Titolarità dell'indagine alle forze dell'ordine che portano le prove al magistrato il quale, solo se le ritiene valide, avvia il processo - Maggiori poteri ai Capi delle Procure sui procuratori - Controllo severo e rapido della efficienza del sistema giudiziario

ArchStanton

Ven, 31/01/2020 - 09:34

Qualcuno ricorda "In nome del popolo italiano" di Dino Risi? Sono passati 50 anni. Forse il pubblico in sala si indignò (al tempo, probabilmente, il verbo non era così comune adesso) ma poi? Sono 50 anni che la tiriamo lunga con questo argomento e ciò dimostra che nessuno ha veramente voglia di risolverlo. Se sia casuale o se sia un oscuro disegno finalizzato ad uno scopo che mi sfugge non so dirlo. L'unico sensazione che però percepisco è che non sia un fatto neutro.

ST6

Ven, 31/01/2020 - 10:02

E i politici che sbagliano a danno dell'intera Nazione? Ci vorrebbe la crocefissione in sala mensa cit.