Incontro Orban-Salvini, Saviano attacca Conte: "Non conta, è un burattino"

Su Twitter Roberto Saviano prende di mira l'incontro tra Matteo Salvini e Viktor Orban

Roberto Saviano al Salone Internazionale del Libro
Roberto Saviano al Salone Internazionale del Libro

Oggi alle 17 a Milano ci sarà il tanto atteso incontro tra il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il presidente ungherese Viktor Orban.

Il vertice, sollecitato "già diverse settimane fa" dallo stesso Orban e organizzato in prefettura, ha al centro la questione migranti, ma anche le elezioni europee del 2019 e l'ipotesi di dare vita a delle liste comuni per vincere a Bruxelles. E mentre è tutto pronto per il faccia a faccia, la solita sinistra buonista, insieme ad alcune associazioni sempre buoniste, ha organizzato a piazza San Babila il presidio 'Europa senza muri'. Una sorta contestazione al lavoro di Matteo Salvini.

E mentre qualcuno si prepara a scendere in piazza, Roberto Saviano "scende" su Twitter. Lo scrittore, anche questa volta, non perde occasione di attaccare il ministro dell'Interno. Ma non solo. Ricomincia ad utilizzare quegli appellattivi che gli sono proprio costati una denuncia da parte del ministro dell'Interno.

Ma andiamo al suo messaggio su Twitter. Eccolo. "Su Orban a colloquio con il ministro della Mala Vita, vale la pena evidenziare, anche se non ce n'è oramai bisogno, che l'avvocato Conte non conta - scrive -. Non tutti hanno la dignità per dire: 'Basta, non posso essere un burattino'. Lui non ce l'ha ed è questa oggi la vera immagine del Paese". E a queste parole allega una vignetta dove viene raffigurato Giuseppe Conte sotto le spoglie di una marionetta.

Niente di nuovo. È il classico attacco di Saviano.

Commenti