"Irrilevante", "Ti alzi la mattina...": scontro Letta-Salvini

Letta duro col segretario del Carroccio: "Draghi non ascolta le proposte di Salvini. Ed è il motivo per cui le cose stanno andando bene". Il leader della Lega contrattacca

"Irrilevante", "Ti alzi la mattina...": scontro Letta-Salvini

Continua lo scontro a distanza fra il segretario del Partito democratico Enrico Letta ed il leader della Lega Matteo Salvini, i rappresentanti di due partiti diamentralmente opposti fra loro che si sono tuttavia trovati a far parte della medesima maggioranza di governo in una sorta di bizzarro esperimento.

Il sostegno di entrambi nei confronti del premier Mario Draghi appare indiscusso, ma i rapporti fra i due continuano mese dopo mese a peggiorare, con attacchi più o meno pesanti.

Letta a gamba tesa

L'ultima occasione che Enrico Letta ha avuto per pestare il piede al segretario del Carroccio si è vericata nel corso di un incontro con i giornalisti a Lamezia Terme, a margine di un’iniziativa elettorale per le Regionali in Calabria. "Noi siamo al governo con Draghi per fare le cose che servono agli italiani. Ho sempre detto che in questo periodo, per quanto ci riguarda, quello che conta è fare uscire l’Italia dalla pandemia, ripartire", ha esordito il segretario dem, come riportato da Agi. "Draghi sta facendo questo e lo sta facendo senza ascoltare le posizioni e le proposte di Salvini. Ed è il motivo per cui le cose stanno andando bene. Salvini su questi temi è totalmente irrilevante sull’agenda di governo. Quello che lui dice non si fa e credo che questo sia il motivo per cui le cose stanno lentamente, ma gradualmente e progressivamente, andando bene", ha affondato.

Un attacco diretto, quello di Enrico Letta, che ha poi proseguito, parlando del Green pass: "Draghi ha fatto le scelte giuste. Noi lo sosteniamo, Salvini no, è insieme alla Meloni, solo che la Meloni è opposizione e quindi è anche comprensibile che la Meloni abbia un'altra posizione, Salvini sta al governo ed è una parte della maggioranza che è opposizione continua. Meno male che la parte principale della Lega ha deciso di non seguire Salvini e appoggiare invece la linea secondo me di responsabilità del governo: è la nostra linea, noi la portiamo avanti. Il Pd in questo momento è il partito della responsabilità".

La replica di Salvini

"Non è mica facile governare con Letta, Conte e Di Maio. Ti alzi la mattina è uno vuole lo Ius Soli, uno la patrimoniale, il ddl Zan. Sono felici perché hanno approvato in Commissione una legge per coltivare la cannabis e farsi le canne in casa, come se la priorità fosse questa", ha dichiarato Matteo Salvini nel corso di un comizio a Bovolone (Verona) con la candidata sindaco Silvia Fiorini. "Figuriamoci come sarebbe il governo senza la Lega, quella roba lì la approvano... Poi, già per me ci sono troppi sbarchi, figuriamoci. Soli contro tutti. Non è semplice: a volte vinciamo e a volte perdiamo", ha concluso.

Commenti