La Lega porta il presepe al parlamento Ue: "Difendiamo la tradizione"

Gli europarlamentari del Carroccio hanno il presepio nella plenaria al Parlamento Europeo in difesa della tradizione

Ogni anno, con l'avvicinarsi del Natale, rispunta fuori la polemica sul presepe. A fine novembre, per esempio, linvito della regione Piemonte ai presidi delle proprie scuole di prevedere il presepio, le recite, i canti e l'albero addobbato, è stata malaccolta. Già, perché l'assessore Elena Chiorino (di Fratelli d'Italia) è finita nel mirino per la sua missiva ai dirigenti scolastici per chiedere, semplicemente, il rispetto e il mantenimento delle tradizioni.

A Mogliano Veneto, invece, un'elementare ha addirittura deciso di vietare il presepe "in rispetto delle altre tradizioni". Una presa di posizione radicale che ha fatto protestare molti e sbottare anche Matteo Salvini, che ha tuonato contro la scelta di quella scuola: "È davvero assurdo, andrò di persona a visitare questa scuola. Viste le recite scolastiche cancellate, i canti negati, i presepi smontati, i Gesù Bambino temuti, non è banale: difendiamo il Natale, le nostre radici, le nostre tradizioni, la nostra civiltà!".

Ecco, a difesa della tradizione è scesa in campo la Lega e lo ha fatto a Strasburgo. Sì, perché una delegazione di europarlamentari del Caroccio hanno esposto il presepio in Europa, proprio nell’aula del Parlamento Europeo, durante i lavori della plenaria.

Alessandro Panza, promotore dell’iniziativa, ha così commentato la pensata: "Noi difendiamo il presepe da questa Europa che vuole cancellare le nostre tradizioni". Nella compagine leghista in Europa, c’è chi ha fatto di più, come Silvia Sardone, sul cui banco ha posizionato un presepe in legno: "Per l'ultima plenaria al Parlamento Europeo a Strasburgo ho deciso di portare in aula il presepe. È il simbolo dei nostri valori, fa parte delle nostre tradizioni e della nostra storia oltre a essere base identitaria dell’Europa. In molti sia in Europa che in Italia vorrebbero nascondere e censurare i simboli del Natale in nome del politicamente corretto e di una vergognosa sottomissione all’Islam".

"Io non ci sto e porto in aula con orgoglio il nostro presepe, nessun passo indietro con buona pace di quelli a cui non piace", ha chiosato l'europarlamentare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 17/12/2019 - 16:11

"Ogni anno, con l'avvicinarsi del Natale, rispunta fuori la polemica sul presepe"!!! Ma davvero??? E chi sarà mai ad alimentare questa polemica???

sorciccio

Mar, 17/12/2019 - 16:12

brava che DIO te ne renda merito.

maurizio-macold

Mar, 17/12/2019 - 16:28

Non so se a Bruxelles il presepe fa parte della tradizione natalizia: nei paesi a nord dell'Europa e' piu' tradizionale l'albero di Natale. Comunque il lupo perde il pelo ma non il vizio, ed i leghisti in fatto di buffonate nelle aule parlamentari sono dei veri maestri.

27Adriano

Mar, 17/12/2019 - 16:54

Mi associo all'iniziativa. Non cedo a ricatti islamistici!

WmatteoSalvini

Mar, 17/12/2019 - 16:58

oltre ad essere intelligente è pure molto bella ! e poi dicono che le due cose non vanno mai insieme !

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 17/12/2019 - 17:20

Dreamer_66, come non lo sai? Voi trinariciuti assieme ai "buonisti".

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mar, 17/12/2019 - 17:37

Hanno fatto benissimo a ricordare a Bruxelles che in Italia esporre il presepio è una tradizione millenaria, non altro. Lo dico da non leghista e, stavolta, plaudo la Papa che ha avuto parole elogiative in questa materia.

Luigi Farinelli

Mar, 17/12/2019 - 18:13

Non è solo colpa della sottomissione all'Islam ma alla massoneria che comanda in Europa, soprattutto il Grande Oriente di Francia che, in prima fila per dare un'impronta laicista, si è opposta a dichiarare l'Europa basata sulla tradizione cristiana e ha spinto per cancellare anche il nome "Natale" dalle agende dell'Ue e, come confessato candidamente da un loro Grande Maestro (Alain Brauer), spinge per superare tutti i vincoli morali e puntare alla clonazione umana. Plaudo alle iniziative di FdI e Lega, alla faccia del "progressismo" laicista imposto dal Pensiero Unico, che sta riducendo l'Occidente ad una landa predisposta per un futuro popolo di zombie schiavi della produzione e del consumo, finchè capaci di farlo, poi da eliminare "per non pesare sul welfare". Si notano però sintomi di forte risveglio dal sonno delle ideologie progressiste pre-confezionate a tavolino.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 17/12/2019 - 18:15

Ritengo che manifestazioni del genere non siano opportune. Quasi un infantilismo della politica. Il Natale può essere vivificato ovunque, ma non va confuso con la politica.

marcs

Mar, 17/12/2019 - 18:15

Non è una questione di cancellare la tradizione. La libertà presuppone che ciascuno possa scegliere se fare il presepe oppure no. Chi vuole a tutti i costi il simbolo religioso non ha capito che in Italia e in Europa non c'è solo il cristianesimo e che non si tratta di ricatto islamista ma di poter scegliere. Il vostro persistere in questa sterile polemica invece sembra un' imposizione che nulla ha che fare col cristianesimo.

lappola

Mar, 17/12/2019 - 18:20

Ma proprio in mezzo ai barbari dovete andà a fare il presepio? Ma mandateli a chillo paese !!!

rokko

Mar, 17/12/2019 - 19:24

Una volta esisteva la sceneggiata napoletana. Oggi la sceneggiata è leghista, e fa piangere anziché ridere. "L'Europa che vuole cancellare le nostre tradizioni", puah, non sanno più cosa inventarsi per avere visibilità.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mar, 17/12/2019 - 20:18

tomari: te la ricordi la notizia del presepe "vietato" alla scuola di Mogliano Veneto? Se leggi questo articolo c'è anche il link di collegamento. Ebbene... era una bufala. Immagino tu e gli altri bananioti ci abbiate creduto. https://www.nextquotidiano.it/matteo-salvini-e-la-bufala-del-presepe-vietato-a-mogliano-veneto/

rokko

Mer, 18/12/2019 - 19:16

Io un po' giro, e non mi è mai capitato di constatare che ci sia qualcuno contrario al presepe, che tra l'altro è ben visto anche da ebrei e musulmani, che sono le religioni più diffuse da noi dopo quella cristiana cattolica. Spesso, ho avuto modo di constatare che realizzare il presepe è un momento di condivisione tra queste religioni. Non so di cosa ciancino i leghisti.