Lezione di storia della Segre Ma si studino tutti i capitoli

Monito della senatrice: i politici apprendano il passato. Senza però omettere Porzus, foibe e stragi comuniste

Giusto. «I politici non possono ignorare la storia. Così chi ha dato la vita muore di nuovo». Come ha ragione la senatrice a vita Liliana Segre che ha lanciato il suo allarme su Corriere e Repubblica a prime pagine unificate. Un monito che va raccolto con impegno e buona volontà anche da chi magari la storia l'ha sempre studiata, senza dover aspettare il solito appello all'antifascismo alla vigilia del corteo per il 25 aprile. Ricordando, anche senza essere storici di professione, che a nessuno sfugge il ruolo di partigiani e guerra di liberazione nella cacciata del Fascismo e dunque nella nascita della Repubblica. Un argomento che non si può dire trascurato nei libri delle elementari, delle medie, delle superiori e dell'università. Così come tutti noi ricorderemo le lunghe spiegazioni di maestri e professori nell'imminenza della ricorrenza. Prolissi e drammaticamente retorici nei migliori dei casi, fanaticamente assatanati dell'ideologia post sessantottina, comunista o ancor peggio cattocomunista nei peggiori. Tanto che oggi non si può pensare che ci sia un italiano che non sappia cosa si festeggia oggi, oltre a san Marco patrono di Venezia.

Ma non per questo il monito della senatrice Segre va trascurato. Perché studiare la storia resta comunque fondamentale per non far morire di nuovo chi ha dato la vita in quei giorni. Come magari i troppo dimenticati partigiani bianchi cattolici e laico-socialisti della Brigata Osoppo, tra cui il fratello di Pierpaolo Pasolini e lo zio di Francesco De Gregori, trucidati nella malga di Porzûs dai partigiani rossi del Partito comunista italiano. Giusto sarebbe studiare di più la vicenda e soprattutto gli intrecci con i comunisti titini e l'Unione Sovietica per un episodio che pochi studenti (e politici) di certo conoscono. Così come poco studiato è l'eccidio di Schio, la mattanza del 6 luglio 1945, a guerra abbondantemente finita, per mano dei partigiani della divisione garibaldina «Ateo Garemi». Comandati da Igino Piva e Valentino Bortoloso («Romero» e «Teppa»), non avendo trovato fascisti in città andarono al carcere dove uccisero a mitragliate 54 persone, tra cui molti non fascisti e 14 donne (la più giovane di 16 anni) colpevoli solo di rapporti sentimentali con presunti fascisti. All'arrivo i soccorritori videro il sangue che colava dalla scala fin sulla strada. Un'altra storia da studiare meglio è quella di una fotografia in bianco e nero che tutti abbiamo ben in mente, pur senza forse sapere il dramma che le sta dietro. Quella di Giuseppina Ghersi, la tredicenne presa il 25 aprile da tre partigiani e portata nei locali della Scuola Media «Guido Bono» a Legino, adibito a campo di concentramento per fascisti. Le cosparsero la testa di vernice rossa e le vergarono la emme di Mussolini sulla fronte per poi esibirla in pubblico come un trofeo. Fu pestata a sangue e violentata per cinque terribili giorni, prima del colpo alla nuca il 30 aprile. Il corpo gettato su un cumulo di cadaveri davanti al cimitero di Zinola, fuori Savona. Ha ragione la senatrice Segre, dimenticare la sua storia significa violentarla e farla morire di nuovo. Come sono morti di nuovo i 4.500 fascisti, ma anche preti, seminaristi, democristiani, medici condotti e perfino sindacalisti e sindaci socialisti ammazzati a guerra finita dalla giustizia partigiana nel Triangolo rosso (o della morte) tra Castelfranco Emilia, Mirandola e Carpi. E di cui non c'è traccia nei libri di scuola. Come per anni non c'è stata traccia del treno della vergogna, quello che trasportava gli esuli giuliano-dalmati e fu accolto con sassate e sputi dai sindacalisti comunisti a Bologna con le bandiere rosse che buttarono sulle rotaie il latte per i bambini in grave stato di disidratazione e il cibo. Tante storie (al plurale) da studiare meglio. Per non ignorare mai più la storia e i suoi tanti carnefici. Neri e anche rossi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 10:42

Giannino della Frattina @@@@ Giusto ricordare le atrocità delle foibe, giusto ricordare le atrocità fatte da partigiani nei confronti dei fascisti..GIUSTO! TUTTO GIUSTO! Ma lei oggi avrebbe avuto il DOVERE di dire FORTE E CHIARO che oggi è una giornata importante per tutti gli italiani e non solo perché grazie a quella lotta di gente di diversa estrazione sociale, di civersa religione e di diversa fede politica a dato a lei e a tutti noi la libertà di espressione. Lei avrebbe avuto il dovere di rimproverare aspramente coloro che occupano i banchi del Parlamento ma che non manifestano la loro gioia di poterlo fare. NON LO HA FATTO! SI VERGOGNI!

cir

Gio, 25/04/2019 - 10:46

brava ma raccontaci prima la storia di GAZA....

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/04/2019 - 10:48

Egregio della Frattina è quello che sostengo anche io: quel periodo va visto nel suo insieme, non solo citare quello che comoda. Quassù in Fvg di storie terribili ne conosciamo tante, oltre quelle citate nel'articolo. Se tuttavia la storia, com'è sempre avvenuto, la scrivono i vincitori, allora non tutto verrà a galla. Questo comportamento è sbagliato: in Spagna hanno risolto tutto mettendo nelo stesso "cimitero" vincitori e vinti, qui invece si continua a mantenere viva una storia non proprio cristallina perchè c'è chi vuole trarne comunque vantaggi quando è con lo snorkel sopra la testa.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 10:51

Giannino della Frattina @@@@ Giusto ricordare le atrocità delle foibe, giusto ricordare le atrocità fatte da partigiani nei confronti dei fascisti..GIUSTO! TUTTO GIUSTO! Ma lei oggi avrebbe avuto il DOVERE di dire FORTE E CHIARO che oggi è una giornata importante per tutti gli italiani e non solo perché grazie a quella lotta di gente di diversa estrazione sociale, di civersa religione e di diversa fede politica a dato a lei e a tutti noi la libertà di espressione. Lei avrebbe avuto il dovere di rimproverare aspramente coloro che occupano i banchi del Parlamento ma che non manifestano la loro gioia di poterlo fare. NON LO HA FATTO! SI VERGOGNI! E lo so oggi sarà difficile che venga postato!

Ritratto di Farusman

Farusman

Gio, 25/04/2019 - 10:52

Sissignora, Signora Segre: lezione di Storia. Tutta la storia. Non solo l'Olocausto e la Repubblica dell'Ossola. Storìa con la S maiuscola. Storia obiettiva di fatti e documenti. Il resto è stanca, stucchevole, ripetitiva retorica. Dopo 70 anni è ora, finalmente.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Gio, 25/04/2019 - 10:53

Sarebbero da chiarire anche i rapporti che il PCI ha avuto per tutta la durata del secondo conflitto mondiale e prima e dopo con l'URSS, come ha fatto il PCI, forza politica secondaria a inizio conflitto, a prendere il comando delle disparate forze partigiane attraverso l'opera dei commissari, quale liberazione voleva portare in Italia, se quella dittatoriale della rivoluzione russa del '17 con conseguenti stragi e dittatura rossa, se le stragi nazi-fasciste fossero progettate da loro a tavolino per ottenere consensi e quell'effetto...

alfonso cucitro

Gio, 25/04/2019 - 10:54

Condivido in pieno ciò che dice la Segre. Mi dispiace solo che in pessima compagnia nella foto,il quale,anche stavolta,con le sue parole (il 25 aprile un nuovo risorgimento) ha osannato quello che di marcio fu fatto in quei giorni.

Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Gio, 25/04/2019 - 11:01

Ah, gente che prega il sabato che ha sostituito altra gente che prega il sabato...

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 11:03

Giannino della Frattina @@@@ Giusto ricordare le atrocità delle foibe, giusto ricordare le atrocità fatte da partigiani nei confronti dei fascisti..GIUSTO! TUTTO GIUSTO! Ma lei oggi avrebbe avuto il DOVERE di dire FORTE E CHIARO che oggi è una giornata importante per tutti gli italiani e non solo perché grazie a quella lotta di gente di diversa estrazione sociale, di civersa religione e di diversa fede politica a dato a lei e a tutti noi la libertà di espressione. Lei avrebbe avuto il dovere di rimproverare aspramente coloro che occupano i banchi del Parlamento ma che non manifestano la loro gioia di poterlo fare. NON LO HA FATTO! SI VERGOGNI! E lo so oggi sarà difficile che venga postato! SARA' DIFFICILISSIMO PETER REPLICARE.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 25/04/2019 - 11:04

Come si fa a fare senatore a vita una così ... solo perché ha quel cognome lì .... Di nuovo tutto si spiega solo se ammettiamo vi sia una dittatura mondiale - non dichiarata - sionista. Per non dire di più ...

novi

Gio, 25/04/2019 - 11:05

la senatrice Liliana Segre, con il suo articolo per la memoria del 25 aprile,ha dimostrato che la storia deve essere letta e ricordata a tutto dondo dei fatti accaduti nella liberazione del nostro paese s solo così si può avere una visione corretta dei momenti tragici della nostra italia.

de barba rossano

Gio, 25/04/2019 - 11:08

QUESTA MATTINA A SASSARI C'E'UNA MANIFESTAZIONE COMMEMORATIVA PER IL 25 APRILE. MI SAREI ASPETTATO DI VEDERE FINALMENTE SOLO TRICOLORI D' ITALIA. INVECE NO, BANDA IN TESTA, SUONAVA BELLA CIAO, LA CANZONE DEL PIAVE, ANCHE UNA CANZONE SOVIETICA, NON RICORDO IL TITOLO, CREDO QUALCOSA SUI COSACCHI DEL DON (SIC). POI LE BANDIERE E STRISCIONI DELL' ANPI, SORRETTA DA GIOVANI E BAMBINI (NESSUN PARTIGIANO ULTRANOVANTENNE) INNO DI MAMELI NON PERVENUTO. POI UN TRIPUDIO DI BANDIERE E CAPPELLINI, FAZZOLETTI ROSSI, CGIL, RIFONDAZIONE, EMERGENCY, ARCOBALENO, VECCHIO PCI. SLOGAN "UMANITA' AL POTERE" "CONTRO I FASCISMI" ECCETERA. UNA COSA TRISTE DA VEDERE.

giginonapoli

Gio, 25/04/2019 - 11:10

Questi sono i porci che oggi cantano O Bella Ciao........

apostata

Gio, 25/04/2019 - 11:10

Sandro era giovane nell'immediato dopoguerra.

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Gio, 25/04/2019 - 11:12

Senza il fascismo nemmeno gli eccessi dei partigiani ci sarebbero stati: pecorone!

Ritratto di bobirons

bobirons

Gio, 25/04/2019 - 11:14

Se la Storia la scrivono i vincitori, non c'è dubbio che la sinistra si sia arrogata tutto il merito della vittoria e la scrittura delle verità. Così hanno fatto i vincitori, da sempre. Sta ai perdenti far risaltare i fatti che mettano il giusto equilibrio alle loro valutazioni. Se per troppo tempo si è taciuto su Porzus, il triangolo rosso, l'oro di Dongo, l'assassinio di fascisti e partigiani, spesso per motivi che con la Giustizia niente avevano a che fare, la colpa è anche nostra che ci siamo fatti ottundere dalla violenza dei rossi, dalla loro parzialità e dalla loro ottusità. Bisognerebbe ricordare a questi Soloni del perbenismo auto certificato che il 25.04 è soprattutto la glorificazione di una guerra perduta, ingiusta quanto si vuole ma che ha sempre chiesto la vita di migliaia d' Italiani, in Russia, Africa, Italia, Grecia, altrove. Le sinistre festeggiano la disfatta di una nazione e l'uccisione dei loro concittadini !

ale76

Gio, 25/04/2019 - 11:16

Caro frittatina, ho capito che berlusconi ti paga a parole, ma facevi prima a scrivere "e allora il pd?"

Ritratto di akamai66

akamai66

Gio, 25/04/2019 - 11:20

Personalmente sono convinto che la Senatrice sia in buonafede, del resto chi è ritornato da quell’ inferno di demoni sado-masochisti è un’ anima redenta. I partigiani comunisti erano convintissimi che a guerra finita avrebbero preso il potere: o a furor di popolo o con le armi. Teniamo presente che per circa 3 anni, con la complicità della Costituente che, in pratica, governava, partigiani armati agivano alla luce del sole come REGOLARI forze di polizia ausiliaria in tutto il nord. Una volta disciolti dal ministro Scelba, molti di loro si trasferirono velocemente in Cecoslovacchia: chissà perché? turismo da dopoguerra? E poi in un paese comunista e occupato dall’ Unione Sovietica! Usando l’antipatico assioma tanto caro ai giustizieri “non potevano non aver commesso qualcosa di particolarmente grave”, infatti dopo l’amnistia Togliatti alcuni di loro fecero immediato ritorno.

Lorenzi

Gio, 25/04/2019 - 11:20

PERFETTO !! PERCHE' CHI C'ERA ALL'EPOCA ANCHE SE BAMBINO (COME ERO IO) RICORDA BENISSIMO SIA ' TEPPA ' SIA GLI ESULI GIULIANO-DALMATI (SONO DI VICENZA FIN DALLA NASCITA) !!!

ARGO92

Gio, 25/04/2019 - 11:21

LURIDI BASTARDI KOMUNISTI

brixia

Gio, 25/04/2019 - 11:21

ipocriti.

Montesquieu2000

Gio, 25/04/2019 - 11:27

Se la storia non è condivisa significa che qualcuno la falsifica. Luciano Lama, segretario della CGIL e capo partigiano nel forlivese, nel libro "Intervista con il sindacato" dette una memorabile e veritiera lezione di storia della Resistenza. Citò il caso del rinnovo del contratto di lavoro delle maestranze della Orsi Mangelli. "Entrammo nella sala per trattare col padronato, lasciando fuori i mitra. Eravamo convinti che quello sarebbe stato il primo e ultimo contratto di lavoro". Non esplicitò cosa pensava che sarebbe successo dopo, ma il senso era molto chiaro: instaurazione di un regime comunista di stampo sovietico. Questa verità ancora oggi parte della sinistra non la vuole ammettere. E continuano le noiosissime polemiche sul 25 Aprile perché manca l'onestà intellettuale di un Luciano Lama.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Gio, 25/04/2019 - 11:38

. . la Segre però non può parlare a senso unico. Deve parlare anche delle vittime del comunismo...

gioet

Gio, 25/04/2019 - 11:40

Articolo cieco inutile e giustificativo dei pezzi di mxxxa che non festeggiano il 25 aprile spero che l'anno prossimo saremo di meno a festeggiare per avvenuta dipartita di questi maledetti all'inferno

Totonno58

Gio, 25/04/2019 - 11:40

Giusto, della Frattina...però oggi è il 25 Aprile e si festeggia la Liberazione...per le altre cose ci sarà, e c'è, tempo.

Ja'aqov

Gio, 25/04/2019 - 11:45

Bellissimo articolo! Molte notizie storiche accennate non le conoscevo neanche;un buon motivo per approfondire.E non posso nascondere che l'articolo in sé mi ha emozionato.Spero che il monito della Segre,e di tutti coloro che si prestano con onestà alla verità storica,sia ascoltato e premiato.Si perché noi giovani abbiamo il diritto di sapere,e di ricambiare e di impegnarci a diventare cittadini responsabili,e non pilotati dalla propaganda e pubblicità.Un doveroso grazie al Dott.Giannino delle Frattina nonchè al ilgiornale.

Meral

Gio, 25/04/2019 - 11:45

Auschwitz e' stato liberato dai comunisti, ricordatevi anche questo.

Cheyenne

Gio, 25/04/2019 - 11:46

Sarebbe ora di finirla con la retorica comunista del 25 aprile, che non liberò nessuno. Fare "l'insurrezione generale" con gli Americani a Milanp è una buffonata, trucidare Mussolini, la Petacci, Starace e gli altri una vergogna indelebile. Fomentare ancora l'odio contro presunti fascisti odierni è una idiozia, non far partecipare rappresentanti della Brigata ebraica è purorazzismo.

Ritratto di CONTRO68

CONTRO68

Gio, 25/04/2019 - 11:47

se fosse per la sinistra e il mainstrem del potere giornali burocrazia ecc ecc Trieste ora sarebbe in Slovena.

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 25/04/2019 - 11:49

La verità non è una sedia. Non è che mettendoci sopra il cappello di chi arriva primo la si possa raccontare come ci pare. E' da quando è stata istituita che la festa di Liberazione viene raccontata in salsa "falce e martello" con canti entusiastici di "bella ciao" e di "bandiera rossa", glissando, anzi, omettendo di dire che la vera liberazione è stata a seguito dell'intervento degli Alleati che, loro sì veri martiri, vennero a morire sul nostro territorio. Di tutte le nefandezze commesse dai partigiani a bocce ferme non bisogna parlare, altrimenti siamo fascisti e riscriviamo la storia...

steluc

Gio, 25/04/2019 - 11:50

Onestà intellettuale vorrebbe che i primi ad essere omaggiati siano i caduti anglo-americani , ai quali riconoscere la vittoria. Ma ai reds de noantri , cui le potenze alleate diventate subito dopo nemico strapparono l'osso di bocca, non passa nemmeno per la testa. Quelli non li cambi mai , speriamo nel tempo.

steluc

Gio, 25/04/2019 - 11:50

Onestà intellettuale vorrebbe che i primi ad essere omaggiati siano i caduti anglo-americani , ai quali riconoscere la vittoria. Ma ai reds de noantri , cui le potenze alleate diventate subito dopo nemico strapparono l'osso di bocca, non passa nemmeno per la testa. Quelli non li cambi mai , speriamo nel tempo.

ilpassatore

Gio, 25/04/2019 - 11:53

Mi chiedo se l'ANPI e'al corrente delle atrocita'sopra descritte.

flip

Gio, 25/04/2019 - 11:54

evidentemente hanno paura di un "ritorno" e già se la fanno sotto!

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 11:57

Marcello.508 ## Non solo in FvG ma anche in Vento, in Emilia Romagna… TUTTO VERO MA ...fintanto che ci saranno quelli che non capiscono che è necessario unirsi nel festeggiare la propria libertà e si continua a denigrare, offendere chi quella dittatura l'ha subita E' VERGOGNOSO. MAGGIORMENTE VERGOGNOSO DA PARTE DI CHI SIEDE IN PARLAMENTO. Poi..ci sarà sempre qualche poveretto tipo giginonapoli, cir e gentucola così. Ce ne facciamo una ragione.

Clem68

Gio, 25/04/2019 - 12:00

@mzee3 ore 10:42 La giornata di oggi non puó essere di gioia, visto quello che é successo, ossia una guerra civile. La liberazione da un regime totalitario ha giustificato, agli occhi degli storici e di chi non ha vissuto quegli anni, la vergognosa mattanza e vendetta per interessi privati che nulla avevano a che fare con l'ideale originario. Non é una giornata di gioia, ma dovrebbe essere solo di riflessione su quello che é successo e, soprattutto, su quello che non dovrebbe essere piú ripetuto in futuro.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Gio, 25/04/2019 - 12:00

BRAVO DELLA FRATTINA. UN COMPENDIO CHE, SEPPUR SINTETICO E PARZIALE, FORNISCE UN BELL'ASSAGGIO DELLA GIUSTIZIA E DELLE PRODEZZE DEI COMUNISTI !!! SALVO L'ARTICOLO IN PIU' NE STAMPO COPIA E LA METTO IN BACHECA.

federik

Gio, 25/04/2019 - 12:01

...e dobbiamo pure mantenercela sta vecchia comunista dalle filippiche di parte!!!

antonio54

Gio, 25/04/2019 - 12:01

La storia va raccontata tutta non solo una parte. Senza tralasciare ad esempio le foibe, non se ne parla mai, e tutte le atrocità commesse dai signori comunisti… allora sì.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 12:02

Giannino della Frattina @@@ so che non lo farà di rimproverare e svergognare tutti coloro che occupano ignobilmente i banchi del Parlamento e so anche che non lo farà per portarsi a casa la pagnotta. Non me lo auguro ma vorrei tanto che gente come lei vivesse in Russia, Ucraina o in qualsiasi altro paese dove i giornalisti possono essere uccisi perché non c'è democrazia e LIBERTA' allora capirebbe cosa significa LIBERTA'.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 12:07

Signor Novi @@@ dice bene lei, purtroppo lei potrà leggere qui chi non apprezza a sufficienza la LIBERTA' e non si rende conto che oggi può offendere senza paura di essere incarcerato, torturato e ucciso per dire quello che pensa. Una bella mano gliela danno i giornalisti che vorrebbero riscrivere la storia ad usum delphini, unico modo per loro di guadagnarsi la pagnotta.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 25/04/2019 - 12:08

Sarebbe giustissimo ricordare le nefandezze dei comunisti, contemporaneamente a quelle dei nazifascisti. Bisognerebbe però evidenziare che le mattanze perpetrate dai rossi avvennero DOPO la fine della guerra, pertanto non avvenute durante un conflitto. Si trattò di rappresaglie e di beghe personali, fatte passare per atti di eroismo ed oggi, torme di fanatici nati ben dopo il 25 aprile 1945, si arrogano il diritto di sbandierarne la paternità. Non furono soldati che obbedivano a ordini crudeli ma bastarde vigliaccherie coperte dalla provvida bandiera rossa. Amen

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/04/2019 - 12:18

mzee - Ha mai sentito parlare, ad es., di parlamentari come il compagno "Gemisto" Moranino, di Arrigo Boldrini e delle loro "gesta"? Ce sarebbero altri, mi limito a questi due. Questo per dirle che va benissimo celebrare il 25 Aprile nel suo significato reale, però è bene raccontare tutto, proprio tutto di quel periodo. A sx non ne escono per niente puliti, ad iniziare dalle vendette che provocarono 30mila morti ("certificati" nell'archivio di stato) fra il '45 e il '49. Meglio non farne eccessivo vanto anche nei principi di libertà che trovo del tutto corretti.

lorenzovan

Gio, 25/04/2019 - 12:23

certamente ...la resistenza partigiana ebbe pagine nere..mnerissime..ion un odio che non era solo tra fascisti e resistenti..ma tra i bresistenti stessi ..divisi tra comuinisti e non..nell'ottica dell futuro assetto del paese...certamente ci fuono vendette..esecuzioni sommarie..violazioni..furti..-.certamente...ma chiedere a chi si e' visyto bruciare la casa coi prorpi famigliari dentro..a chi ha visto torturare a mporte i propri amici..la moderazione..e' un surplus quasi impossibile...Aggiungiamo a cio' che tra i partigiani ..c«'eano pure delinquenti comuni..imboscati tra i partigiani per sfuggire al servizio militare nelle repubblichetta ..Ora prendere spunto da cio' per negare l resistenza e il movimenyto partigiano ..e' puro esercizio neofascista da bananas doc

antonio54

Gio, 25/04/2019 - 12:26

franco.brezzi: analisi perfetta. Bravo….

lorenzovan

Gio, 25/04/2019 - 12:27

senza i "LURIDI BASTARDI FASCISTI " non avremmo avuto guerra..mutilazione del territorio.occupazione..mezzo miolione di morti ..un milipone di feriti..e mio padre avrebbe avuto i suoi poiedi amputati a Karkov ..ed i suoi amici sarebbero ancora vivi...Potete dire quello che volete..ma tGTOPI VIGLIACCHI eravate e topi vigliacchi siete rimasti...allora bastonavate un povero cristo a morte in una decina..oggi mettete on line in circolazione bufale e insulti ..senza metterci la faccia...

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 25/04/2019 - 12:28

Qui si parla di partigiani comunisti che assassinarono alti partigiani rei di non essere comunisti; Porzus, gli assassinati dal bravo Moranino, l'uccisione del capitano Neri e della compagna e tutti quelli assassinati per rapina, per citarne una, la contessa Manzoni e famiglia; e i trinariciuti a parlare di fascismo che qui non c'entra un tubo. e a piangere di non essere pubblicati. Ma questo Giornale da un po' dà la preferenza ai commenti dei kompagni piuttosto che a quelli che dovrebbero essere in linea con esso.

Aegnor

Gio, 25/04/2019 - 12:29

Oggi è la festa delle zecche e dei maiali rossi

yulbrynner

Gio, 25/04/2019 - 12:30

Senza il fascismo non cisarebbero poi state le foibe e le stragi e rappresaglie partigiane fatte x ripicca la colpa maggiore e del fascismo anche nazismo e comunismo hanno fatto sfracelli ma da italiano a me fa piu ribrezzo il fascismo quanti giovani mandati a morire sotto il robusto acciaio inglese e non solo.

lorenzovan

Gio, 25/04/2019 - 12:31

sentir parlare di vigliaccheria i bananas neofascio ..e veramente un ossimoro...loro che obbedivano al piu' grande vigliuacco e treaditore della storia..il loro benito tradi' i soxialisti ..tradi' i pacifisti vendendosi agli anglofrancesi per oro..tradi' i camerati della marcia su roma..alelandosi con la chies a e indossando la feluca..tradi'il popolo ingannandolo a fargli credere di appatytenere ad una grande potenza..tradi' i soldati mandandoli a morire senza equipaggiamento..tradi' l'Italia facendo una repubblica serva dei tedeschi e accettando l'ampuitazione a favore deln reich della venezia giulia ..e tadi fino all'ultimo scappando da ratto vestito da tedesco in un camipon tedesco coll'amante e il bottino

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 25/04/2019 - 12:33

Ogni evento va visionato nel suo tempo. Il 25 aprile, nulla da dire sulla ricorrenza, è degenerata in una volgare festa di partito e di nuova espressione culturale mondialista. Le prove? Questa mattina mi sono recato a comprare in edicola Il Giornale, è ho incrociato un corteo dell'ANPI e della CGIL dove vi erano africani, gente dell'est e di ogni dove in mezzo a loro, persone che da mesi ho visto bazzicare tra i giardinetti tutto il giorno con iPhone e sigarette in bocca, comportandosi pure incivilmente. Cosa c'entra ciò con la liberazione????

ohibò44

Gio, 25/04/2019 - 12:35

Concordo, si devono studiare tutti i capitoli. I partigiani biellesi hanno chiesto al commando inglese che li aiutava di lasciar loro le armi una volta finita la guerra. Da Londra dissero NO perché sapevano che i compagni stavano preparando un colpo di stato : sostituire una dittatura con un’altra. I partigiani per vendetta dissero ai nazisti dove si nascondeva il commando inglese. Mio padre, partigiano, rischiò la pelle per avvisare gli inglesi che si misero in salvo e ricevette una onorificenza. Questo è un capitolo dedicato a che non vuol riscrivere la Storia.

steffff

Gio, 25/04/2019 - 12:37

@ilpassatore: ne sono al corrente si', di molte sono i diretti responsabili. e'per questo che non gli piace che se ne parli

steluc

Gio, 25/04/2019 - 12:38

Caro mzee3 , Le vengo incontro, certo che la libertà è bene irrinunciabile, purtroppo quello che Lei paventa è realtà. Se pubblicamente Lei prendesse certe posizioni riguardo al fascismo, all'Islam, all'omosessualità andrebbe nei guai . Quindi, quale libertà? non certo di opinione...

carlottacharlie

Gio, 25/04/2019 - 12:47

Personalmente non ho particolare apprezzamento della signora Segre che spessissimo si è limitata al babau fascista dimenticando i comunisti che non furono sicuramente teneri con gli ebrei ed i poveri cristi che finirono sotto le loro grinfie. Oggi mi sorprendo con contentezza del suo consiglio ai politici, e non solo, di studiare e conoscere la Storia e ricordare ogni nefandezza che fu perpetrata nel secolo scorso da neri rossi e blu così di non cadere nel becerume rosso che è la negazione della storia e dell'intelletto.

Ritratto di scappato

scappato

Gio, 25/04/2019 - 12:48

Senza Americani Mussolini sarebbe morto di vecchiaia, e il PNF al governo per altri decenni.

Clem68

Gio, 25/04/2019 - 12:57

gioet, é proprio grazie alle persone come Lei che continuerá a non essere compresa questa giornata. Lei istiga all'odio verso le persone che la pensano diversamente dalla massa indottrinata da anni. Celebrare una giornata non é un dovere, non é un obbligo. Ognuno ha le proprie ragioni e vanno rispettate. Non provare a capirle é ottusitá. Condannarle a priori é segno di poco rispetto verso chi la pensa diversamente da Lei.

Ritratto di Trinky

Trinky

Gio, 25/04/2019 - 12:59

Questa parla, parla ma finge di non ricordare cosa successe in via Rasella e cosa generò....... Inoltre finge di dimenticare, come riesce bene anche al sindaco di Milano, delle foibe, di Porzus, del triangolo della morte intorno a Modena, di Goli Otok e, già che ci siamo, del genocidio degli armeni, solo 1.500.000 trucidate dai turchi....

Meral

Gio, 25/04/2019 - 13:10

I francesi festeggiano uniti la presa della Bastiglia, nessuno ricorda il bagno di sangue che fu in realta' !!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/04/2019 - 13:16

mzee3 - 11:57 Quel pericolo che lei paventa NON esiste se non nella mente (bacata) di chi ha perso le scorse elezioni e allora si arrampica su specchi, "notoriamente" rovinandosi le unghie. Resto dell'idea che la storia vada detta per intero, non solo quello che conviene. Questo non inficia la mia stima per questo giorno che segna la liberazione dal giogo nazifascista. Ho esposto sul balcone di casa la bandiera italiana che, nel dopo guerra, la sx disprezzò il tricolore mentre oggi, facendo l'opposto, ne fanno quasi una proprietà personale.

seccatissimo

Gio, 25/04/2019 - 13:16

L'osceno articolo 59 della nostra costituzione prevede che il presidente della repubblica possa nominare senatori a vita cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario. A parte il fatto che questo articolo è antidemocratico e del tutto insensato, per cui andrebbe rimosso al più presto, si può sapere quali siano gli "altissimi meriti" della signora Segre ?

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 25/04/2019 - 13:34

A yulbrinner sveglia, che c'entra il fascismo con i partigiani non komunisti assassinati da quelli komunisti? Non le sembra che stessero dalla stessa parte, contro i fascisti?

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 25/04/2019 - 13:40

Sig. Segre quando ha 5 minuti di tempo si incontri con i figli degli infoibati e massacrati dalle belve rosse partigiane. Le fara’ bene....

maggie65

Gio, 25/04/2019 - 13:41

egregio mzee3, io non smetterò mai di essere grato agli anglo-americano che sono morti liberando il nostro paese Storicamente la resistenza italiana è stata irrilevante dal punto di vista militare Dal punto di vista umano le loro gesta codarde sono costate moltissime vittime innocenti fra i civili, sia per le rappresaglie tedesche che per gli eccidi alla fine della guerra Questa è la STORIA non le favolette che lei si racconta

maggie65

Gio, 25/04/2019 - 13:42

Per chi fosse interessato, rileggetevi letestimonianze : http://www.ilgiornale.it/news/cultura/non-fu-resistenza-liberare-litalia-solo-alleati-1025074.html

Clem68

Gio, 25/04/2019 - 13:51

Lorenzovan, queste pagine nere, come dice Lei, della lotta partigina non avrebbero dovuto essere giustificate come é stato, é e sará fatto dagli storici di sinistra e dalla marmaglia sinistroide. Mi dispiace molto per quanto successo a Suo padre. Lei parla di vigliacchi fascisti, topi, etc. Di certo avrá un giudizio simile a chi poteva, ad esempio, provare a evitare la strage delle fosse ardeatine. Che ne pensa di Giorgio Amendola, Carlo Salinari, Franco Calamandrei, Rosario Bentivegna e Carla Capponi? Tutta brava gente a prescindere, in quanto partigiani comunisti, vero? Nessun vigliacco, giusto?

yulbrynner

Gio, 25/04/2019 - 13:53

Navajo svegliati tu che sono le 14.00 o sei tardo o hai dormito mzle la notte scorsa, ho detto che le rappresaglie partigiane son dovutea cio che il fascismo ha causato senza fascismo non sarebbero edistite le porcate fatte d certi partigiani vai a dormire presto la sera altrimenti il cervello e sconnesso

venco

Gio, 25/04/2019 - 13:58

Falsa questa Segre, ha paragonato i clandestini morti in mare di loro volontà con i morti nei campi di sterminio nazisti.

Meral

Gio, 25/04/2019 - 14:04

viva la fine della seconda guerra mondiale. Grazie a tutti quelli che hanno reso possibile la fine di Mussolini e di Hitler !!!

peter46

Gio, 25/04/2019 - 14:24

mzzzeeeee3...In Spagna il franchismo è durato molto più in là della fine dei conflitti mondiali ed ha portato lo stesso quella NAZIONE alla Democrazia e alla 'Dignità' Nazionale .. otelma avrebbe predetto meglio di te l'avvenire se 'incaricato',basta dire che uno degli ultimi atti del Dux,si legge in alcuni 'resoconti vietati',che chi di dovere s'incaricasse dell'introduzione di una legge che contemplasse la partecipazione di 'tanti partiti'(non dei 'comunisti' di allora,certo,laddove il 'certo' ha 'significato',come del resto in quasi tutto il mondo 'libero',niente comunismo)come si stava nel '26 cooptando il psi nel governo d'allora che solo il 'Delitto Matteotti' ha frenato.NB:Poi un giorno qualcuno si ricorderà che c'era anche una monarchia che 'chiamò' e che 'dimise' il Dux,e soprattutto con un esercito(che fu causa delle disfatte)a Lei fedele nei secoli:come mai non viene MAI 'corresponsabilizzata' insieme al Fascio?

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 25/04/2019 - 14:35

Brava Senatriche condivido tutte le sue parole, da vecchio partigiano,

mariolino50

Gio, 25/04/2019 - 14:36

Qui ci sono molti che odiano i partigiani, ormai tutti morti e l'anpi andrebbe sciolta, in FRancia c'erano anche i partigiani, chimati maquis, nessuno si sogna di infamarli, eppure facevano le stesse cose, attentati, spionaggio a favore americana, segnalazioni agli sbarchi. I cosidetti alleati, trà di loro non nostri, non sono venuti a liberarci, ma a fare la guerra ai tedeschi, e non se ne sono più andati, molti non sanno che ci sono circa ancora 100 basi americane, come sotto occupazione, sulle quali non abbiamo voce in capitolo. I comunisti mai avrebbero provato a fare la rivoluzione a guerra finita, a Yalta eravamo stati assegnati agli americani, e Togliatti lo sapeva benissimo.

diwa130

Gio, 25/04/2019 - 14:44

Vede e' esattamente questo il "revisionismo" che cerca di denigrare la lotta partigiana inclusa quella comunista con episodi tremendi e violenze inaccettabili che si sono consumate in un periodo di guerra e di vendette incrociate. E' lo stesso discorso sull'Unita' d'Italia, quante persone innocenti nel sud sono state trucidate dall'esercito piemontese che si chiamava già italiano ? E la guerra civile americana, quante violenze sono state fatte dalle truppe del nord sui civili del Sud e possiamo continuare all'infinito. Ma come pensa possa reagire uno che gli hanno ammazzato figli o genitori a vedere camminare per le strade della sua città' gli assassini fascisti ? Si ricordi che l'amnistia e la pacificazione l'ha fatta il ministro della giustizia Palmiro Togliatti il segretario del PCI, non i democristiani e neppure i socialisti. La storia se la legga bene anche lei invece di dare lezioni a sproposito.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 15:10

Marcello.508 @@@ ## se ha esposto la bandiera ha fatto bene..BRAVO! Ma non vedo alcun cenno a coloro che la Bandiera Italiana volevano metterla nel cesso. Quegli stessi che oggi non festeggiano questa giornata ma vanno in altro luoghi coperti dalla scusa di inaugurare una caserma, cosa che avrebbe potuto fare anche domani, dopodomani o la prossima settimana. DI QUESTI SOGGETTI LEI NON PARLA E TROVO GRAVISSIMO.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 15:34

peteeeeeer46 ## Pubblicato il: 13/09/2018 17:01 Il Parlamento spagnolo ha approvato oggi il decreto legge per l'esumazione dei resti del dittatore Francisco Franco e la loro rimozione dal memoriale della Valle dei Caduti, dedicato ai morti della Guerra Civile. Il provvedimento, presentato alla fine di agosto dall'esecutivo socialista Pedro Sanchez, ha ottenuto 172 sì due no e 164 astenuti (i popolari e i centristi di Ciudadanos). In Italia si va ancora a portare fiori sulla tomba del duce e su quella del boia di Bolzano.

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 25/04/2019 - 15:35

La gent.ma sen. a vita studi quanto è avvenuto in Unione Sovietica e chi erano gli assassini genocidiari sia nel governo che nei GULAG nome per nome !

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 15:40

maggie65 ### CONDIVIDO! Ma accanirsi contro coloro che hanno permesso e aiutato ad avere la libertà è un'abominio. Anche misconoscerli o offenderli o far finta che non esistono è un'abominio. E qui leggo cose da far accapponare la pelle.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 15:43

mariolino56 ### forse non se ne è accorto ma a parlare a Vittorio Veneto sul palco c'era una vecchia staffetta partigiana… rinnocent637 che scrive prima di lei dice di essere un vecchio partigiano..ABBIA RISPETTO E NON DICA FALSITA'.

mzee3

Gio, 25/04/2019 - 15:51

peterrrrrr46 ###La risoluzione, presentata dal Partito socialista e sostenuta da Podemos e Ciudadanos, passa con 198 voti a favore e uno contrario. I popolari del premier Rajoy si astengono. Non vincolante per il governo, è un appello per allontanare le spoglie del dittatore e dare "nuovo significato" alla basilica di Valle de los Caidos unendo nella memoria vincitori e sconfitti della guerra civile. Per la riconciliazione nazionale.

honhil

Gio, 25/04/2019 - 16:08

Tutti questi capitoli e sottocapitoli sottratti alla storia dai biechi figli del Pci e loro derivati, ma certamente conosciuti dalla senatrice Segre e da Mattarella, ancorché tenuti nel ripostiglio della memoria, fanno di quei due pezzi delle istituzioni, una triste coppia.

sbrigati

Gio, 25/04/2019 - 16:30

clem68. Giusto. Se tante persone non condividono in toto questa ricorrenza è dovuto al fatto che una sola parte dei "liberatori" se ne è appropriata distorcendola per i propri interessi. Basti vedere, come qualcuno ha fatto notare l'accostamento di questa festa ad altre situazioni che nulla hanno a che vedere con la fine della guerra civile. Se il 25 Aprile fosse davvero una festa nazionale dovrebbe essere "super partes". Motto tanto caro a qualcuno che si riempie sempre la bocca con queste parole, ma che di fatto non ne ritiene assolutamente valido il principio.

honhil

Gio, 25/04/2019 - 16:41

Ad ogni 25 aprile c’è sempre un ripasso di storia. Quest’anno, in cattedra sono saliti Mattarella e la Segre. E, come ogni anno, percorrendo il viottolo tracciato e battuto dai figli del fu Pci e loro derivati, sono stati tanti i capitoli e i sottocapitoli sottratti alla Verità, e tenuti nel ripostiglio della memoria, ancorché conosciuti. Facendo di quei due pezzi delle Istituzioni, una triste coppia.

peter46

Gio, 25/04/2019 - 17:14

mzeeeeee3...se avessi un pò di 'dignità' dovresti solo vergognarti a postare il risultato del voto del Parlamento spagnolo:dopo 70 anni e lo 'sfracelo' del franchismo,solo 6(sei voti)hanno consentito che s'andasse a vedere se i c....... del generalissimo fossero ancora funzionanti.

mariolino50

Gio, 25/04/2019 - 17:30

mzee3 Io se ha letto non tolgo rispetto a nessuno, e sono anche abbastanz asinistro, ma se ci sono ancora facevano il partigiano da bimbi, o hanno 100 anni. Aspettiamo che sia morto l'ultimo e poi chiudiamo l'associazione senza soci, un centro studi basta e avanza. Il tipo che ha detto ha la foto, mi sembra circa come me, che sono del 50, ovvero impossibile che fosse partigiano, o ha messo una foto di almeno 20 anni fà. Comunque il contributo veramente militare non fù certo decisivo, punture di spillo contro i tedeschi, la mia cittadina cacciò i tedeschi il 10 settembre, salvo casi rari come a casa mia, medaglia d'oro infatti, ma quando i tedeschi tornarono in forze ci fù solo la macchia.

ohibò44

Gio, 25/04/2019 - 17:51

In molti fate confronti con altre vicende storiche, dalla presa della Baastiglia alla guerra di secessione americana, senza però ricordare che tutti gli altri hanno messo una pietra sulle infamie e festeggiano tutti insieme mentre da noi i partigiani comunisti pretendono di essere gli unici a festeggiare, pretendono che si ricordino gli orrori altrui e si dimentichino i propri : proprio come avviene nelle dittature, fasciste o comuniste non fadifferenza

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Gio, 25/04/2019 - 17:52

Preghiamo per i fratelli che hanno perduto il ben dell'intelletto, manipolati dal disegno mediatico-fascista che li sta impoverendo ogni giorno di più. Aiutiamoli a salvarsi dal baratro culturale in cui pochi personaggi senza scrupoli li stanno precipitando. Leggete fratelli con la camicia nera, e tornate ad amare.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/04/2019 - 18:02

mzee3 - 15:10 Quello che lei non vede non è di mio interesse in quanto non sono leghista nè Grillino. L'episodio che lei riferisce riguarda fra l'altro la Lega bossiana che non comanda più da tempo. In quel caso a Bossi dissi quel che ha meritato al tempo. Faccia lei una riflessione, semmai su quello che ho scritto io su alcuni politici di sx che hanno commesso atti nefasti contro l'Italia. Io sto, per concludere e in questo tema, con il pensiero dell'ex magistrato Nordio.

giovanni235

Gio, 25/04/2019 - 18:06

Signora Segre,ha visto come trattano a Milano i suoi correligionari??? Forse se Lei si dà una svegliata non sarà mai troppo tardi.I palestinesi appartengono alla stessa razza terrorista che ha insanguinato lo Sri Lanca.

roseg

Gio, 25/04/2019 - 18:23

mzze3 spero tu ti sia reso conto che questo Giornale non si chiama repubblica o unità, contento che ti hanno pubblicato tutti i tuoi post ( mamma quei brutti cattivi non pubblicano i miei postini) pieni di livore e demagogia. Questa si chiama democrazia, ma sicuramente non ti servirà quando uno nasce scemo generalmente muore idiota. TE CAPÍ BIGUL.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Gio, 25/04/2019 - 18:51

domanda curiosa ma lecita:quanto percepisxce un senatore a vita?? e quando dona la senatrice alle associazioni anpi,e altri assimilabili??

peter46

Gio, 25/04/2019 - 20:15

giovanni235...che ca...volo stai a dire...quelli hanno lottato,e continuano a lottare perche i 'corregionali' della S.ra Segre gli hanno f la terra e lei neanche s'indigna al contrario di quel 'Padre della Patria' e fondatore d'Israele,Ben Gurion,che ebbe il 'coraggio' di affermare ""Perchè i palestinesi dovrebbero fare la pace?Se fossi un dirigente arabo non la firmerei con Israele.E' normale:abbiamo preso il loro paese"".E comunque...solo un c poteva 'accostare' l'isis ai 'cattolici' palestinesi che semmai sono fra quelli che l'hanno sempre combattuto e non fatto mai 'attecchire' nel loro territorio,o...tira fuori le pxxxx e posta un solo episodio di palestinesi combattenti accanto ai tagliagole islamici dell'isis.Aspettiamo,oh!

mariolino50

Ven, 26/04/2019 - 08:29

peter46 Finalmente uno che conosce la storia vera, i dirigenti ebrei della prima ora erano anche ex terroristi, ma chi vince cancella la roba fastidiosa.

peter46

Ven, 26/04/2019 - 11:39

mariolino50...malgrado qualche volta 'abbiamo avuto da dire' fra noi...grazie.