Libia, Conte resta a guardare. Il vertice si trasforma in flop

Il premier Conte incontra i partiti ma non espone una linea chiara sul ruolo del nostro Paese. FI: "Governo spettatore inerme"

Giuseppe Conte prende tempo e sceglie di non decidere. Il premier usa giri di parole per non assumere una linea netta e chiara sulla politica estera e anche sulla Libia continua a tentennare. Il vertice di questa sera con tutti i partiti di maggioranza e di opposizione si è concluso con un nulla di fatto. Conte ha ribadito la sua linea, ovvero quella dell'immobilismo: "Sulla Libia la linea italiana è perfettamente coerente: l’unica soluzione sostenibile è quella politica, ogni tentazione di imporre l’opzione militare è destinata al fallimento e comunque inaccettabile. Pur consapevoli delle difficoltà incontrate dalle Nazioni Unite nel far avanzare il processo politico, abbiamo sempre sostenuto i suoi sforzi così come l’iniziativa tedesca riguardante la Conferenza di Berlino", ha sottolineato.

Poi Conte ha ribadito al sua richiesta per un cessate-il fuoco immediato da ratificarsi entro l'inizio della conferenza di Berlino. Vertice a cui a quanto pare potrebbe partecipare anche Haftar. Poi il premier ha elencato i suoi contatti con Mosca e Ankara negli ultimi giorni. Telefonate e colloqui che di fatto non hanno portato ad una decisione chiara da parte del nostro Paese su quale ruolo assumere in un contesto, come quello libico, così vicino alle nostre coste. E così la timidezza di Conte nel palcoscenico internazionale e le figuracce raccolte (vedi il vertice saltato con Al Serraj) non passa inosservata soprattutto tra le opposizioni. Al termine dell'incontro la reazione di Forza Italia è piuttosto dura: "Abbiamo partecipato, con grande senso di responsabilità, al tavolo sulla politica estera convocato dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, con tutte le forze presenti in Parlamento. Una convocazione a dire il vero tardiva, con le opposizioni che fino a questo momento non sono state in alcun modo coinvolte nella gestione delle crisi in atto. Registriamo come il nostro Paese, tanto in Libia quanto in Medio Oriente, abbia completamente perso il suo peso a livello internazionale. E in questo scenario dispiace anche osservare il colpevole immobilismo dell’Unione europea", fanno sapere in una nota congiunta le capigruppo di Forza Italia di Senato e Camera, Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini.

Poi le azzurre mettono nel mirino le mosse del governo: "Siamo preoccupati per la situazione di instabilità in Nord Africa, che potrebbe avere gravi ripercussioni per la nostra economia, per i nostri approvvigionamenti energetici, per i flussi migratori e per la lotta al terrorismo. Siamo molto preoccupati, inoltre, per i nostri soldati impegnati nelle missioni in Libia e in Medio Oriente (dall’Iraq al Libano, fino all’Afghanistan). Abbiamo posto precise domande al governo in merito al ruolo dell’Italia, alla nostra posizione su Iran e Usa dopo l’uccisione del generale Soleimani, alla controversa figuraccia diplomatica fatta con Khalifa Haftar e Fayez Al-Serraj". Infine la bocciatura del vertice: "Dispiace aver avuto conferma dell’inadeguatezza di questo esecutivo. Conte e Di Maio non ci hanno convinto ed hanno, invece, acuito i nostri timori. Non abbiamo un governo in grado di esprimere una visione d’insieme in politica estera, di difendere i nostri interessi internazionali", hanno fatto sapere Bernini e Gelmini. Insomma la posizione dell'Italia nel contesto internazionale è sempre più irrilevante.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

QuasarX

Mar, 14/01/2020 - 23:26

ogni tentazione di imporre l’opzione militare è destinata al fallimento e comunque inaccettabile.; invece l'italia avrebbe dovuto fare proprio cio' e anni fa

Reip

Mar, 14/01/2020 - 23:37

....Ma perche’ non torna a fare l’avvocato? Del resto un lavoro lo aveva!

Ritratto di nestore55

nestore55

Mar, 14/01/2020 - 23:44

giuseppi e giggggino...due giganti nel, e del, panorama politico mondiale, senza dubbio! E.A.

gpetricich

Mar, 14/01/2020 - 23:58

Il signor Giuseppe Conte, in occasione del summit di Palermo, si fece fotografare accanto a Serraj e dichiarò "No a soluzioni calate dall'alto", quando la soluzione calata dall'alto l'aveva accanto. Questa è la chiara dimostrazione che il signore in questione non ha nemmeno la più pallida idea di cosa si stia parlando. Nelle uniche elezioni democratiche tenute in Libia fu eletto un parlamento, subito internazionalmente riconosciuto, ma che evidentemente contrastava con gli interessi di qualcuno, visto che l'ONU nominò subito Serraj a nuovo premier, venne ritirato il riconoscimento al parlamento democraticamente eletto e fu universalmente riconosciuto il nuovo governo di Tripoli. Appunto quello calato dall'alto, che non esita a servirsi degli integralisti islamici pur di restare al potere. Il tutto alla faccia della democrazia e dell'autodeterminazione di un paese e di un popolo sovrano. Questa è la situazione e non mi sembra sia difficile capire da che parte si debba stare.

tonycar48

Mer, 15/01/2020 - 00:00

Il Conte balle più che avvocato del popolo pare un avvocato delle cause perse

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mer, 15/01/2020 - 00:10

questo giornale, un tempo serio, è diventato talmente fazioso da perdere qualunque attendibilità, meglio sentire il discorso del presidente del consiglio direttamente dalla sua voce: sono sicuro che perfino chi vi legge coi paraocchi ne rimarrebbe sorpreso.

er_sola

Mer, 15/01/2020 - 00:19

Cosa speravamo da uno che sa solo piegarsi?

bremen600

Mer, 15/01/2020 - 00:46

siete finiti.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 15/01/2020 - 01:05

Che dire? Conte é una disgrazia. Ma non durerà, non può durare. Torni a fare il professore, se troverà gli alunni che lo vogliano stare a sentire.

acam

Mer, 15/01/2020 - 01:11

roma sarebbe stata meglio di berlino

GeoGio

Mer, 15/01/2020 - 01:17

Vediamo, Haftar controlla la maggior parte del territorio, e' supportato da Arabia Saudita, Emirati e Francia sottobanco e Germania. Serraj circondato ha visto recentemente la promessa di supporto di Turchia e diplomazia Russa. L'Onu lo ha messo li per mantenere la divisione. Chi Vincera'? Facile predire Haftar. Forse vengono costretti dagli interessi internazionali a fermarsi. In ogni caso. chi non ha appoggiato ne l'uno ne l'altro sara' fuori della loro riconoscenza con le concessioni petrolifere e la ricostruzione.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 15/01/2020 - 03:08

Conte, passerà alla storia, come il più IDIOTA, tra i premier Italiani, mentre Mattarella da Zombi, come si è presentato, a il divo, si perchè ad essersi fatto esperto in strette di mano, ha imparato a salutare sventolando la mano destra, come la reale inglese!!!

Gianni11

Mer, 15/01/2020 - 04:24

A parte Conte che non conta niente, ma un paese senza sovranita' puo' avere una politica estera?

gianf54

Mer, 15/01/2020 - 06:36

E la Merkel continua a farla da padrone...alla faccia della Conte-nullità

Uncompromising

Mer, 15/01/2020 - 07:20

C'erano due tizi che cantavano "fiumi di parole ", chissà che fine hanno fatto...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 15/01/2020 - 07:57

Ma cosa volete che faccia, è stato messo lì, solo perchè ha un po'di padronanza della lingua italiana e con le parole riesce a cavarsela e tirarsi dai momenti un po' difficili, ma niente di che. Avrà studiato un po' gli atteggiamenti e le frasi di un politico e basta. Non ha dimestichezza con questi problemi. Fa quel che può ad ogni occorrenza.

Ritratto di pulicit

pulicit

Mer, 15/01/2020 - 08:19

Giuseppi,dilettanti allo sbaraglio.Regards

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 15/01/2020 - 08:26

disse carlo croccolo, nel film "signori si nasce" : guardando s'impara!

aldoroma

Mer, 15/01/2020 - 08:46

Un governo di floppppppp

jenab

Mer, 15/01/2020 - 08:53

hahaha!! conte, il genio che manda i militari italiani in guerra, ma solo se non ci sparano!!! non osa immaginare le risate degli altri paesi hahahaha

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 15/01/2020 - 08:55

Conte squallido, inutile, insipido.

amedeov

Mer, 15/01/2020 - 08:55

Per il lavoro di questo governo, bisogna ringraziare il presidente della repubblica

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 15/01/2020 - 08:56

...il bisconte giuseppi è sempre stato un flop lol

Ogliastra67

Mer, 15/01/2020 - 09:10

Non ho mai visto un Governo così inetto e privo di ogni posizione se non quella seduta sulle poltrone che non si vogliono lasciare. Stiamo diventando i lacché di tutti....

DRAGONI

Mer, 15/01/2020 - 09:18

Giuseppi , un nome ed un programma, come può avere una linea chiara?stretto tra grillini e cattocomunisti in fase di scioglimento fa solo ridere quando si siede pewr ewffettuare qualsiasi incontro con altri rappresentanti chiamati premier cosa che lui non è perchè è il RE TRAVICELLO dei grillini e cattocomunisti

gpetricich

Mer, 15/01/2020 - 09:19

Reip Perché è una schiappa anche come avvocato.

gpetricich

Mer, 15/01/2020 - 09:22

Clastidium - Sappiamo che questo è un giornale fazioso, ma in Italia lo sono tutti, per cui piuttosto che leggere articoli contenenti propaganda filo sovietica preferisco ancora il Giornale.

HARIES

Mer, 15/01/2020 - 09:29

E cosa può fare Conte nel grande caos della Libia? Se già Russia e Turchia faticano per tenere buoni in contendenti, figuriamoci uno Stato come quello Italiano che è stato complice della destabilizzazione di quell'area. Rammentiamoci sempre che il guaio ha avuto inizio anche con l'OK di Re Giorgio a fornire basi militari Italiane per bombardare Gheddafi. E poi fate tacere Renzie che ieri alla TV di Stato (TG) ha criticato aspramente la Turchia, esaltando Obama e gli Americani. Giusto per creare ancora confusione e incidenti politici.

gpetricich

Mer, 15/01/2020 - 09:41

Re Giorgio e il signor Berlusconi, quello che solo tre anni prima aveva firmato un accordo di alleanza con Gheddafi. Mai dimenticarlo.

gabriella.trasmondi

Mer, 15/01/2020 - 09:55

bisconte balle re dei tradimenti

carpa1

Mer, 15/01/2020 - 09:56

"Siamo preoccupati per la situazione di instabilità in Nord Africa, che potrebbe avere gravi ripercussioni per la nostra economia, per i nostri approvvigionamenti energetici, per i flussi migratori e per la lotta al terrorismo...". Guarda che l'acqua calda l'hanno già scoperta da un pezzo ed ora arrivi tu con la tua spocchia da azzeccagarbugli da strapazzo a farci credere che cosa? Che, con l'aiuto di chi ci ha già messo del suo negli ultimi 4 governi non votati, hai trasformato l'Italia in una CONTEA di qualunque stato voglia farne strame? Vedi un po' che sono tutte cose di cui siamo già ampiamente consapevoli e documentati, ciapa rat!

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 15/01/2020 - 10:29

Castratium ore 0.10 i giornali non servono per dare notizie, i giornali sono fatti per vendere copie e le copie si vendono quando ai lettori si racconta loro ciò che vogliono sentirsi dire. Questo vale per il Giornale, per Repubblica, per il Corriere e per tutti. Se tu e gli altri somari di sinistra non condividete ciò che qui viene scritto, anzichè ammorbarci le gonadi con i vostri commenti, potreste recarvi su altri lidi a voi più consoni. Io ad esempio non sono iscritto a nessun blog ne' giornale di sinistra, ne' mi sognerei mai di farlo. Quindi seguite il mio esempio, tanto le idee non le cambiate con le vostre boiate quotidiane.

carpa1

Mer, 15/01/2020 - 10:44

Possibile ci sia ancora gente che non si rende conto di che cosa abbiamo ai piani alti dei palazzi di quella che era un tempo "caput mundi"? Conte, Di Maio, Zingaretti, Franceschini, Renzi, Fratoianni, Boldrini, Bonino, Napolitano, Faraone, … per non citare le new entries ……….. , e poi Zingaretti, addirittura paragonato a novello Giulio Cesare per la sua boutade riguardo alla rifondazione di una nuova sinistra… sai che novità, quasi fosse la prima volta….. va bene che a pubblicare cotanto paragone sia sta “repubblichetta” con una delle sue “firme” più illustri (certo Giannini) ma.. quando è troppo è troppo.

acam

Mer, 15/01/2020 - 11:11

io su tutto questo mi faccio solo una domanda come dorme la notte Napolitano? e il pifferaio non si rende conto che seguendo quelle orma finirà di fare la stessa figura?