La media dei sondaggi condanna i giallorossi e premia il centrodestra

Il sondaggione di Open inguaia la maggioranza, spaventando soprattutto il M5s. Lega al 30,8%, e FdI all’11,2%. Renzi appena al 4,1%

Non c'è sondaggio che possa far felice i giallorossi. I numeri raccolti dagli istituti demoscopici italiani condannano la maggioranza, facendo paura specialmente al Movimento 5 Stelle. A mettere il dito nella piaga ci ha pensato il giornale oline fondato da Enrico Mentana Open, che nel fine settimana ha realizzato la tradizionale "Open Media", ovvero la media aritmetica settimanale dei sondaggio sulle intenzioni di voto degli italiani, raccogliendo e ponderando i dati di Swg, Tecnè, Ixè, Index Research, Emg Acqua, Winpoll e Piepoli.

Il sondaggione conferma il primato della Lega: Matteo Salvini guida un Carroccio al 30,8% delle preferenze, mantenendosi saldamente la prima scelta alle future elezioni Politiche.

Secondo gradino del podio per Nicola Zingaretti e il suo Partito Democratico. La compagine dem torna a galleggiare sopra la soglia del 20%, arrivando a un 20,4% che può soddisfare però solo a metà il Pd e tutti i suoi elettori.

Ecco dunque il Movimento 5 Stelle, perennemente in crisi di consensi. Secondo la “Open Media”, infatti, i pentastellati continuano ad arrancare, calando fino al 14,3%. Il trend (negativo) è ormai consolidato e i grillini sembrano ormai prossimi a venire clamorosamente superati alle urne da Fratelli d'Italia.

FdI, infatti, prosegue nella sua crescita: il sondaggione regala al partito fondato e guidato da Giorgia Meloni l'11,2%, che è un dato assai importante.

Quindi, al 6,3% Forza Italia di Silvio Berlusconi. Bene, sommando le percentuali di Lega, FdI e degli azzurri, il centrodestra sfiorebbe il 50%, attestandosi – per l'esattezza – al 48,3% degli orientamenti. Appena al 41,4 arriverebbe l'allargatissima (e sempre litigante) coalizione di centrosinistra attualmente al governo tra Pd, M5s, Italia Viva e Liberi e Uguali.

Italia Viva di Matteo Renzi non riesce proprio a spiccare il volo e a convincere l'elettorato: il partito renziano, infatti, non sembra proprio avere l'appeal per conquistare la popolazione elettorale. Il sondaggio di Open è l'ennesima mazzata per l'ex presidente del Consiglio, visto che la media aritmetica dei numeri messi assieme dagli istituti demoscopici assegna appe ail 4,1% a Iv.

La sinistra italiana nel suo complesso porta a casa il 2,6% delle "x" sulle schede elettorali, mentre il neonato partito di Carlo Calenda Azione non sfonda e si ferma al 2,1%, mentre Più Europa di Emma Bonino vale il 2% tondo-tondo. Infine, all'1,9% c'è Europa Verde.

Commenti

Giorgio Rubiu

Lun, 10/02/2020 - 16:38

Questo non è un nuovo sondaggio favorevole a chi lo ha commissionato. Questa è la "media" di tutti i sondaggi fatti e pubblicati la settimana scorsa.Probabilmente il più attendibile poiché prende in considerazione tutti i numeri (quelli favorevoli e quelli sfavorevoli) e li trasforma in media.Adesso si alzeranno voci trionfanti a farci notare chela Lega era data al 33% mentre qui risulta essere al 30,8% e che il PD era dato sotto il 20% mentre qui appare al 20,4%;ma questa è la bellezza delle "medie" che confermano,punto percentuale in più o in meno,chi è in testa e con quale distacco!

Reip

Lun, 10/02/2020 - 17:12

Troppo ridere! Non c’e’ giorno dove non si scrive che nei sondaggi il centrodestra spacca, avanza stravince...etc etc... Poi si va a votare e si perde l’Emilia Romagna!!!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 10/02/2020 - 18:12

Gli unionisti favorevoli alla distruzione degli italiani, alla Banca d'Italia in mano a stranieri, alle forze armate schierate in Oriente e a Cipro mentre i confini sono indifesi, hanno oltre il 90% dei voti. La speranza resta viva grazie al 30-40% dei cittadini che non si riconosce più in questi traditori.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 10/02/2020 - 18:15

La Lega scende rispetto ai dati di alcuni mesi fa, ma ha pur sempre l'approvazione di quasi un terzo degli Italiani. Cresce Meloni e resiste Silvio. Sicuramente molti altri Italiani, magari anche pro sinistra, concordano con un blocco ai clandestini, rifiutandone lo sbarco: li portino in Germania o in Olanda, a secondo della bandiera della nave "salvatrice".

ciccio_ne

Lun, 10/02/2020 - 18:15

ma il sondaggio no tiene conto delle sardine? e dei loro boccaloni? ahahahahahahah...che inutilità. non si capisce se sono più inutili i renditieri delle sardine o chi ancora crede all'ennesimo movimentucolo della sinistra….avanti un altro...dopo i girotondi, i viola, i maglioncini rossi, le lambrette, i pullman pieni di venditori di pentole….avanti un altro che di fessi è piena la sinistra

ciccio_ne

Lun, 10/02/2020 - 18:34

ed il Pd si accontenta di un misero 20%? ridotti all'elemosina…,a si capisce. Se adottassimo il lodo "Pariettona nostra", per il PD vedo zoppicante la doppia cifra; se poi si spostassimo sull'anagrafica (oltre una certa età…) 0,00 (leggasi, zerovirgolazerozero)

Giorgio Rubiu

Mar, 11/02/2020 - 00:19

@ Reip del 10/02 alle 17:12 - Il CDX NON ha "perso" l'Emilia-Romagna! L'E/R è sempre stata comunista ed il CDX non è riuscito a "vincere". Tra "perdere" e "mancare di vincere" c'è una grandissima differenza! Aggiungo che alle Regionali del 2014 il PD vinse con uno vantaggio del 20% mentre questa volta, pur restando padrone della propria fortezza, ha vinto con un vantaggio del 8,5%. Quindi il PD non ha perso il proprio feudo ma ha perso un bel po' di consensi rispetto al passato.