Politica

Migranti, la Germania rivuole la missione Sophia

Il portavoce del governo tedesco annuncia la possibilità di un rilancio dell'operazione Sophia. Ma ci sono forti dubbi

Migranti, la Germania rivuole la missione Sophia

Missione Sophia è ormai un lontano ricordo, almeno per l'Italia. Ma non in Germania. Proprio oggi, infatti, Steffen Seibert, portavoce del governo tedesco, ha annunciato che l'esecutivo sarebbe pronto a un nuovo mandato per la missione europea Sophia e ha invocato una "soluzione europea e solidale" per lo sbarco e la distribuzione dei migranti soccorsi in mare. Il riferimento è ovviamente alla Open Arms, che punta dritta su Lampedusa.

Ma poi lo stesso Seibert ha detto che "una missione con le navi (dagli Stati membri) sarebbe di nuovo realistica" e che la Germania ne farebbe ovviamente parte. Una sorta di missione Sophia 2.0, in pratica. Ma davanti a questa ipotesi c'è chi dice no. Carlo Fidanza, Capodelegazione di Fratelli d'Italia al Parlamento europeo, in una nota fa sapere che "il riavvio della missione Sophia proposto dalla cancelliera Merkel è una toppa peggiore del buco. Non è ripristinando un servizio di salvataggio in capo agli Stati che si scoraggiano le migrazioni illegali, si combattono i trafficanti di esseri umani e si rendono inutili le azioni politiche delle ong".

Poi, prosegue sempre Fidanza: "Non è la redistribuzione obbligatoria dei migranti quello sforzo europeo di cui c'è bisogno. I fatti di queste ore, dalla Open Arms alla Ocean Viking agli sbarchi fantasma, dimostrano ancora una volta che l'unica soluzione è quella di un blocco navale europeo, una missione navale internazionale concordata con i libici, per impedire ai barconi di partire ed aprire in territorio africano i centri di accoglienza in cui distinguere i veri profughi dai migranti economici".

Stessa linea anche per il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri: "Operazioni come Sophia riempirono di clandestini l'Italia. Contestammo anche ammiragli italiani che davano una interpretazione errata ed estensiva di quella missione. Non abbiamo bisogno di bis".

Per capire se quello del governo tedesco resterà un sogno o diventerà realtà bisognerà aspettare i prossimi mesi. E, soprattutto, dovremo aspettare di capire quali saranno le sorti del governo italiano.

Commenti