Monti benedice il governo giallorosso: "Meglio di quello precedente"

L'ex presidente del Consiglio felice per l'indicazione di Paolo Gentiloni: "È un'ottima scelta, sono molto lieto"

Monti benedice il governo giallorosso: "Meglio di quello precedente"

La nascita del governo giallorosso ha provocato un salto notevole di felicità per Mario Monti. L'ex presidente del Consiglio, a margine di una pausa dei lavori del Forum Ambrosetti, ha dichiarato che il nuovo esecutivo è connotato da "aspetti decisamente positivi, soprattutto se lo si compara al precedente".

Conte più maturo

Il professore ha detto che le nuova compagine "è molto comune alla precedente perché uno dei due partiti è il medesimo e il presidente del Consiglio è il medesimo, ma sembra che il processo di maturazione (del premier Conte, ndr) sia stato veloce nel corso dell'ultimo anno". Il Loden ha poi aggiunto che ora "resta da vedere quanto il programma, che non conosciamo ancora nel dettaglio, e l'impegno concreto nel perseguirlo, registreranno davvero una discontinuità grande".

Per quanto riguarda i rapporti con l'Unione europea "da parte italiana è cambiato tutto perché il governo precedente pensava e dichiarava in alcuni suoi illustri e vigorosi componenti, di voler dare una spallata all'Europa e che dopo le elezioni di maggio sarebbe cambiata". L'ex premier ha poi detto che il sovranismo "non è finito, è sempre incombente, è una tendenza mondiale". Perciò uno dei compiti della nuova Commissione e degli Stati membri sarà quello di "cambiare registro rispetto agli ultimi dieci anni in un senso comunitario, altrimenti la prossima volta i sovranisti potrebbero arrivare davvero".

Monti si è infine espresso sulla recente indicazione di Paolo Gentiloni come nuovo Commissario in quota italiana: "È un'ottima scelta per la statura della persona, per l'esperienza internazionale ed europea, per la capacità di raccordare posizioni che il diplomatico Gentiloni porta con sè. Sono molto lieto di questa scelta".

Autore

Commenti

Caricamento...