Non ci si libera della Merkel: candidata per la quarta volta

La cancelliera ha annunciato di puntare alla conferma I tedeschi stanno con lei: il 55% la vuole ancora in sella

Berlino - Alternative anche nel suo partito non c'erano. E secondo i sondaggi il popolo è con lei. Ecco perché, senza sorprendere nessuno, domenica sera Angela Merkel ha sciolto la riserva decidendo di candidarsi a un nuovo mandato da cancelliera. Il quarto. Era il novembre del 2005 quando l'allora 51enne leader della Cdu, il partito cristiano-democratico tedesco, fu chiamata a formare il suo primo governo. L'Unione (la Cdu più i cristiano-sociali bavaresi della Csu) aveva vinto le elezioni di misura e la prima donna cancelliera si appoggiò ai socialdemocratici (Spd) di Gerhard Schröder per installarsi nelle stanze del potere.

Da allora non le ha più lasciate. La sua prima legislatura si concluse con un tracollo dei progressisti e al secondo giro Merkel formò un governo con i Liberali di Guido Westerwelle. Dal 2009 al 2013. Il finale lo conosciamo tutti: dopo decenni di permanenza nel Bundestag e spesso ago della bilancia dei governi di destracentro o di sinistracentro, alle ultime elezioni i Liberali restarono esclusi dal Parlamento tedesco. E Merkel, ancora vittoriosa ma non abbastanza da governare da sola anche in virtù di un sistema elettorale proporzionale al 50%, forma il suo ultimo e attuale governo: un'altra Große Koalition con la Spd. Dopo una lunga serie di successi, il suo terzo governo l'ha vista in grande difficoltà. La sua improvvisa apertura ai profughi dei conflitti mediorientali nell'agosto del 2015 l'ha trasformata nella paladina mondiale dei rifugiati. Un ruolo molto nobile sul piano umanitario ma non previsto dal mandato che i suoi elettori le avevano conferito nell'ottobre del 2013. Per un anno Merkel è sembrata sul punto di crollare sotto il peso delle critiche: a cominciare da quelle del lato destro della Cdu per proseguire con quelle degli alleati della Csu, con la Baviera primo fronte dell'emergenza umanitaria che ha minacciato un ricorso alla Corte costituzionale contro la politica del governo.

La politica di accoglienza ha permesso la trasformazione di un piccolo partitino anti-euro, Alternative für Deutschland, in un nuovo fenomeno politico: quello del populismo xenofobo che si è fatto improvvisamente strada anche in Germania. In numerose elezioni regionali AfD le ha suonate alla Cdu, umiliando la cancelliera. Eppure il popolo è ancora con lei. Lo ha certificato la Bild rendendo noto, poche ore prima dell'annuncio di Merkel, che il 55% dei tedeschi è ancora con lei. Non sarà il 70% dei favori che la Mutti dei tedeschi riceveva prima dell'emergenza profughi ma è ancora moltissimo. E se mezzo establishment conservatore le imputa una crisi politica di cui lei è l'unica responsabile, Merkel non ha ancora perso il suo tocco magico: quello delle vedova nera i cui sposi finiscono sempre male. I socialdemocratici sono sotto al 25% nei sondaggi e non rappresentano una minaccia. L'unico leader Spd popolare come lei è l'attuale ministro degli Esteri Frank-Walter Steinmeier, ma la cancelleria gli ha appena promesso i propri voti quando a febbraio il Parlamento e i Laender sceglieranno il nuovo capo dello Stato. L'ultimo ostacolo è tolto. La via di Angela è di nuovo spianata.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

hellas

Lun, 21/11/2016 - 08:30

Non ci si libera di questa qui semplicemente perché ai tedeschi va bene, benissimo ! A loro ha consentito di piegare la cosiddetta Unione Europe in un Quarto Reich, danneggiando tutti i possibili competitori ( nel nostro piccolo anche noi ) quindi se si ricandida e perché i tedeschi la vogliono, e sono certo che la voteranno ancora .I tedeschi.....sono loro, storicamente,il vero problema di questa continente, altro che la Grecia o i Paesei del Sud.

cgf

Lun, 21/11/2016 - 08:36

Poteva uscire nella gloria della storia tedesca moderna ed invece finirà nell'oblio come Sarkozy. La gente è stufa di questi pseudo-paladini di questi pacifondai agl'ordini della finanza.

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Lun, 21/11/2016 - 09:18

Almeno è candidata, e se comanderà di nuovo lei sarà perchè è stata votata. Qui da noi invece la situazione è differente...

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Lun, 21/11/2016 - 09:37

Ora è il giornale che decide le candidature in Germania e le sorti della Merkel. Perfetto. Come siete potenti

releone13

Lun, 21/11/2016 - 09:51

e ci mancherebbe altro......questa ha le palle d'acciaio, e i tedeschi , al contrario di noi, votano per chi fa il loro interesse non come noi che votiamo come si tifa una squadra di calcio........magari governasse da noi!!!!!!!!!!!!

donzaucker

Lun, 21/11/2016 - 09:51

Eh già, mica come da noi, dove i pregiudicati fanno accordi bipartisan per nominare chi preferiscono salvo poi cambiare idea.

maxfan74

Lun, 21/11/2016 - 10:37

Candidata per la quarta volta...ma sconfitta per la prima. Con il discorso immigrazione ha sbagliato in pieno.

cicocichetti

Lun, 21/11/2016 - 10:52

@riflessiva, che vuol dire il tuo commento scusa ? il quotidiano ha solo riportato la notizia ed i sondaggi. perchè devi fare polemica su ogni cosa ?

cicocichetti

Lun, 21/11/2016 - 10:53

se dovesse venire rieletta, spero vivamente che il resto di europa si scagli come iene sul popolo tedesco. perchè se lo meritano. se ne fregano dei cittadini degli altri stati europei. a loro interessano i tedeschi e gli immigrati che vivono in germania. per loro il resto del mondo non esiste neanche, non lo prendono in considerazione

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Lun, 21/11/2016 - 10:56

Qualcuno crede ancora ai sondaggi pro establishment?

Mr Blonde

Lun, 21/11/2016 - 10:58

ci riprovo...ma come fatte a insultare la merckel per le sue origini (geografiche più che politiche) dell'est mentre esaltate putini che addirittura di "quell'est" ne rappresentava la parte peggiore cioè il kgb?

abocca55

Lun, 21/11/2016 - 11:00

Non ci si libera invece di Berlusconi, che dovrebbe lasciare il comando a Parisi e andarsene in pensione. Sta diffondendo odio e pessimismo, e questo fa male all'Italia e agli Italiani.

crepmaster

Lun, 21/11/2016 - 11:00

finche i tedeschi vogliono di lei fa benissimo. Le elezioni le vince, l'economia va bene e quindi perché cambiare, alla faccia di quelli che la insultano.

VittorioMar

Lun, 21/11/2016 - 11:07

..Rispetto per la Cancelliera MERKEL perché ha il coraggio CIVILE e POLITICO di presentarsi alle Elezioni!!....Ha già VINTO non come qualcuno di nostra conoscenza..!!

giampiroma

Lun, 21/11/2016 - 11:10

loro avrebbero bisogno di cambiare la costituzione non noi. se questa è democrazia!!!in caso di rielezione va verso i 20 anni di governo. solo in paesi africani ed asiatici ancòra esistono queste situazioni.i tedeschi la rieleggeranno perchè sono un popolo di sudditi naturali.hanno sempre bisogno di una guida sennò si sentono persi.

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/11/2016 - 11:21

Non resta che sperare che l'anno prossimo vinca in Francia Fillon e in Italia qualcuno di centro-destra con gli attributi e con l'aiuto anche di Trump direi che frau kulona potrà essere agevolmente messa a tacere o almeno non in grado di continuare a nuocere al resto della UE.

avallerosa

Lun, 21/11/2016 - 11:23

E chi non rivoterebbe un diavolo che fa gli interessi del suo paese?

giovanni PERINCIOLO

Lun, 21/11/2016 - 11:24

riflessiva. Sei più potente tu con tutti gli "illuminati" che davano vincente dieci a uno la vipera hillary contro Trump.....

honhil

Lun, 21/11/2016 - 11:47

Questi governanti al caviale e champagne che continuano ad aspergere il loro credo politico, con l’ideologica ipocrisia della casta che pensa solo e sempre a se stessa, sui popoli europei, mentre la fame trattiene tra le sue nere maglie sempre più famiglie ad ogni giorno che passa, incapaci di capire che hanno portato l’Europa tutta sull’orlo di un baratro insondabile, non sanno fare altro che accusare la controparte politica di populismo. Una farsa, se non si fosse in piena tragedia: dato che sono stati loro e solo loro, i cosiddetti democratici del politically correct, a propagandare e a muoversi in un contesto populista. Se non è la Merkel un capo carismatico per la Germania, e anche per l'intera Europa come pensa e predica Obama, chi lo è? Eppure, ha tirato fuori il banchetto dal suo ripostiglio dei ferri del mestiere e riprende ad esibirsi nel gioco di sempre: quello delle tre carte.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 21/11/2016 - 11:54

Mi auguro che questa volta i tedeschi votino pensando a ciò che ha combinato,che combina e che combinerà, ancora la culona

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 21/11/2016 - 12:03

No, mio Dio.....l'europa e' finita......

ohibò44

Lun, 21/11/2016 - 12:45

Per quale motivo i tedeschi non dovrebbero eleggere per la quarta volta Merkel non riesco a capirlo: ha preso l’Europa l’ha tramutata in UE e la usa come zerbino

geronimo1

Lun, 21/11/2016 - 13:42

Ma e' logico che continuano a votarla: perché cambiare squadra vincente, JAAAA..???? La Germania ha perso TUTTE le guerre (belliche) ma sta instaurando il REICH economico sulla UE...... E' non si stancheranno, i VAMPIRI TEUTONICI, fin a quando scorrera' una goccia di sangue in Grecia, Spagna, Portogallo, Italia...... Pertanto questa continuera' ad essere tranquillamente eletta...... Sono invece gli altri paesi che capendo la cura fatta, presente e futura, li faranno a fette...krukken und kartoffeln, una volta per tutte......

cicocichetti

Lun, 21/11/2016 - 14:03

PERINCIOLO, guarda che Fillon è uno strenuo difensore delle misure della Merkel. In pratica il suo cagnolino