Nuovo picco di contagi (402) e l'età media cala a 40 anni. Indice Rt sopra l'1: è allarme

A Foggia 32 positivi dopo un compleanno. E a Padova bimbo infetto in un centro estivo

Nuovi casi di coronavirus legati alle vacanze. Una comitiva di ragazzi, di rientro a Vicenza dopo aver passato alcuni giorni in Croazia, ha scoperto di avere il Covid.

E siamo appena all'inizio dell'estate e per la maggior parte degli italiani le ferie non sono ancora cominciate. Eppure anche ieri il numero dei nuovi contagi è salito ancora e si è attestato su quota 402 mentre sono 6 i nuovi decessi, quattro in meno rispetto alle 24 ore precedenti.

Secondo il bollettino diffuso dal ministero della Salute ci sono 118 nuovi casi in Lombardia e altri 58 sia in Veneto che in Emilia Romagna. La situazione, invece, resta pressoché stabile sul fronte ospedaliero con 2 nuovi ricoveri in ospedale (762 il totale) e uno in terapia intensiva (42). I pazienti in isolamento domiciliare poi sono 11.890 (+49) mentre quelli attualmente contagiati sono saliti a 12.694 (+48). E nelle ultime 24 ore sono 347 le persone guarite o dimesse per un totale di 201.323.

In base al monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe nella settimana che va dal 29 luglio al 4 agosto c'è stato Un incremento del 11,2 per cento dei nuovi contagi a fronte di una lieve diminuzione del numero di tamponi diagnostici, con una sostanziale stabilità dei decessi. «Due segnali che invitano a mantenere alta la guardia, senza fomentare allarmismi, ma con grande senso di responsabilità individuale e collettiva», ha sottolineato il Presidente della Fondazione, Nino Cartabellotta.

Anche in base al report settimanale Iss-ministero della Salute la «situazione è fluida» ma il lieve aumento dei casi suggerisce di mantenere la linea della prudenza, perché se l'indice di trasmissione nazionale (Rt) calcolato sui sintomatici, è pari a 1.01.

«Sebbene le misure di lockdown in Italia abbiano permesso un controllo efficace dell'infezione da Sars-CoV-2, al momento siamo in una situazione che mostra una tendenza in aumento - si legge nel Report - persiste, infatti, una trasmissione diffusa del virus che, quando si verificano condizioni favorevoli, provoca focolai anche di dimensioni rilevanti, spesso associati all'importazione di casi da Stati esteri».

Sono proprio questi a spaventare. A Cerignola, in provincia di Foggia, dove 32 persone hanno contratto il Covid dopo aver partecipato, la scorsa settimana, a una festa di compleanno dei 18 anni di una ragazza. Due dei partecipanti sono stati ricoverati nel policlinico Riuniti di Foggia: per tutti gli altri non è stato necessario. C'è poi un centinaio le persone in quarantena e in attesa degli esiti dei tamponi.

Salgono di 4 unità e arrivano a 101 i lavoratori positivi nell'azienda agricola Francescon di Mantova. Lo screening sui 454 dipendenti si concluderà oggi. Il nuovo cluster è stato individuato dopo la segnalazione di un medico che ha fatto sottoporre a tampone un paziente con sintomi febbrili. Per tutti è scattato il «protocollo Covid» con isolamento domiciliare, per circoscrivere il focolaio. Ore di angosci anche a Padova, dove un undicenne è risultato positivo. Il bambino, frequenta il centro estivo di Padova Nuoto e questo ha spinto la Ulss 6 a eseguire i test su altri 94 soggetti che hanno avuto contatti con lui.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.