Don Biancalani contro Salvini: "Non si lasciano in mare"

Don Massimo Biancalani attacca il ministro dell’Interno per le politiche sull’immigrazione

Don Biancalani contro Salvini: "Non si lasciano in mare"

Massimo Biancalani, il prete che porta i migranti in piscina, sferra un nuovo attacco a Matteo Salvini. Il don, ospite di Rete 4 a Stasera Italia, non le ha mandate a dire al vice premier e ministro dell’Interno, con il quale è aperta una querelle che non dà segno di volersi chiudere.

"C’è troppa faziosità, eccessiva durezza e cattiveria. Non siamo di fronte a un’invasione" dice secco il parroco-attivista di Vicofaro, in provincia di Pistoia, diventato famoso nell’estate 2017 per aver postato sui propri canali social delle foto in piscina in compagnia dei migranti che aveva ospitato nella sua parrocchia, venendo appunto attaccato dal leader della Lega.

Il prete contro Salvini

Ma c’è dell’altro. Nelle ultime ore su Facebook, don Biancalani è tornato nell’occhio del ciclone er aver pubblicato un fotomontaggio in cui i compaiono i membri del governo su un gommone in mare aperto, con la scritta "I have a dream".

In merito alla vicenda Aquarius e alle idee del capo politico della Lega, l’uomo di chiesa in trasmissione ha aggiunto: "Non si lasciano in mezzo al mare per giorni persone che rischiano la vita". E per quanto concerne la proposta di censire i rom in Italia?: "Ancora una volta un’ingiustizia. Cosa vogliamo fare? Vogliamo deportare i rom che non sono cittadini italiani? Dove li mandiamo? Ma stiamo scherzando?". E chiosa: "Salvini tenta spesso di usare la religione, è una strumentalizzazione bella e buona".