Scomparso il coniglio dei record. C'è una taglia contro i rapitori

È da anni sul Guinness per la stazza: 22 chili di peso. La padrona: "Temo vogliano far accoppiare Darius"

Scomparso il coniglio dei record. C'è una taglia contro i rapitori

La polizia britannica è abituata ad affrontare un po' di tutto ormai, dalle rapine con pistole giocattolo ai finti rapimenti. Del «ratto del coniglio» però non aveva mai dovuto occuparsi. Fino a ieri almeno, quando si è trovata tra le mani un caso veramente insolito. Nel weekend appena passato è scomparso da casa il coniglio più grande del mondo, da ben dodici anni presenza stabile nel Guinness dei Primati. Darius, questo il nome della bestiola, è lungo ben 129 centimetri ed è stato rapito dalla sua gabbia nell'abitazione della sua padrona che abita a Stoulton, cittadina del Worcestershire. I proprietari sono naturalmente disperati e la polizia ha già diramato numerosi appelli per tentare di ritrovare il prezioso coniglietto dalle dimensioni pluripremiate. «Si pensa che l'esemplare di coniglio continentale gigante sia stato rubato dal giardino di proprietà dei suoi padroni nella notte tra sabato e domenica scorsi - si legge in un comunicato stampa della polizia - si tratta di un animale unico nel suo genere proprio per le sue dimensioni che gli sono valse la nomina nel Guinness dei Primati». Annette Edwards, ex modella nonché mamma di Darius, ha già promesso una ricompensa di 1000 sterline per chi ritrovasse il suo amatissimo roditore. La rete è piena delle immagini di Darius e Annette che ritraggono il coniglio in pose diverse. In braccio alla signora, lungo disteso, insieme al figlio Jeff, che purtroppo è morto qualche anno fa. «Per noi è veramente un giorno molto triste - ha scritto la signora in una nota -. Darius è stato portato via da casa sua. La polizia sta facendo il possibile per capire chi l'ha preso. Noi promettiamo mille sterline a chiunque lo ritrovasse. Darius è troppo vecchio ormai per procreare, quindi riportatelo indietro, per favore». L'animale pesa ben 22 chili e per nutrirlo la signora spende ogni anno quasi 7mila euro in migliaia di carote e centinaia di mele da sgranocchiare. Quando il figlio di Darius era ancora vivo, la coppia mangiava una ciotola per cani enorme piena di cibo e una balla di fieno alla settimana. Per la signora erano «gli amici migliori che potessi avere», fedeli e affettuosi come una coppia di cagnolini. E come una coppia di cani vivevano. Dividevano una grande cuccia in giardino dove potevano correre e giocare felici. «In realtà - aveva detto tempo fa Annette al DailyMail - sono perfettamente in grado di prendersi cura di sé stessi e non combinano mai guai. Potrebbero vivere tranquillamente anche in casa». Annette, che è nota alle cronache anche per i numerosi interventi chirurgici affrontati nel tentativo di assomigliare a Jessica Rabbit, la compagna umana dei cartoni animati di Roger Rabbit, ha una vera e propria passione per questa razza e teme che i rapitori voglia far riprodurre Darius, cosa non solo impossibile vista l'età, ma anche pericolosa. «Bisogna sapere come trattare questo genere di animali - ha spiegato - e il trucco per allevare animali domestici così grandi è evitare gli incroci». A casa, ad aspettare il coniglio da record, rimane per ora sola e triste Daisy May, figlia di Darius, che in futuro potrebbe anche sottrarre il record al padre.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento