Quel "sì, signora" per la Boldrini. E Tridico dà il reddito ai migranti

Dalla finta femminista Laura Boldrini al presidente Inps che vuol dare il reddito di cittadinanza ai migranti fino al genio di Clemente Mastella

Quel "sì, signora" per la Boldrini. E Tridico dà il reddito ai migranti

Il Presidente Draghi ci dà poche soddisfazioni, difficile beccare qualche suo scivolone da inserire nella classifica de Il Peggio della Settimana. È così preciso, metodico. Mica come Giuseppi. Questa volta, parlando alle Camere, Draghi non ha commesso alcun errore. Certo non è un Santo, come molti lo dipingono, e nemmeno un supereroe. È preparato e, soprattutto, si cura la comunicazione. Per fortuna ci sono gli altri che, impavidi, si lasciando andare e, spesso, molto spesso, danno il peggio.

LAURA BOLDRINI

Avete presente chi è Laura Boldrini? Sì, lei l’ex Presidente della Camera dei Deputati, nemica giurata di Matteo Salvini ma, prima di tutto, la paladina dei diritti delle donne. La femminista numero uno (a suo dire). Eppure, non si è rivelata tale. Dopo il caso della Colf non pagata (a suo dire) e dell’ex assistente parlamentare tuttofare la Boldrini si giustifica. Peggiorando la sua situazione. A Repubblica dice: “La mia assistente mi prenotava il parrucchiere perché sono una donna sola.” E ancora “Lei – domanda l’intervistatore - le ha chiesto di andare in farmacia e di ritirare le giacche dal sarto?” Risposta: “Sì, ma era nei patti. Sapeva che avevo anche delle esigenze personali”. E aggiunge: “Vivo sola, mia figlia è all’estero, non mi muovo in autonomia avendo una tutela”.

PASQUALE TRIDICO

I sostegni sono pochi e le attività produttive del Paese in ginocchio, ma c’è chi pensa a dare lo stipendio (500/700 euro al mese) agli immigrati, il reddito di clandestinità. È l’idea (folle?) del presidente dell’Inps: "Ora sono necessarie risorse aggiuntive soprattutto per le famiglie numerose e gli immigrati" ha detto a La Stampa.

ANDREA SCANZI

Dopo essersi vaccinato (saltando la fila) ha scritto su facebook: “La mia vaccinazione è lecita, gli italiani dovrebbero ringraziarmi". Ah si, e per cosa? Ma ancora ha il coraggio di parlare?

AL BANO

“Io vorrei un vaccino Pfitzer o lo Sputnik. Ho molte amicizie in Russia: mi hanno detto che hanno fatto lo Sputnik ed è perfetto” Caro Carrisi, se vuoi vaccinarti in fretta fai come Scanzi, dichiarati “accompagnatore”, magari della Lecciso, e chiedi il vaccino. Ah, dopo non dimenticarti di ringraziare Scanzi.

GIANFRANCO MICCICHE’

Il Presidente dell’Assemblea regionale siciliana è su tutte le furie. Perché? Perché i Deputati regionali non sono stati inseriti tra le categorie a rischio (come da sua richiesta) per ricevere prima di tutti (anziani e fragili) il vaccino. In Assemblea, dopo il contagio di un membro dello staff della ragioneria, ha detto: “Sono talmente incazzato: lo sapevo che finivamo così, col Covid. Quando dicevo che noi politici andavamo vaccinati ci hanno preso per il culo… Ammazzerei qualcuno!”

SCAZZI IN TV

La guerra non è solo tra virologi… Il dottor Bassetti, quello che dice di essere sempre in ospedale mentre è sempre in diretta televisiva per intenderci, ha aggredito Simona Ventura in diretta Tv, su Rai3 a Carta Bianca. Simona ha raccontato la sua esperienza con il Covid e come si era curata: “Una mia amica (medico) mi ha consigliato di iniziare una profilassi fatta di eparina, cortisone e antibiotico”. A quel punto Bassetti è entrato a gamba tesa dicendole “faccia la conduttrice, si laurei in medicina e poi parli”. Ma è lo stesso medico che disse testualmente: “Di coronavirus non si muore” oltre che “Basta allarmismi, questa non è una pandemia, la mortalità e bassa”.

DON PAOLO PASOLINI

Che sia ancora libero di parlare dal pulpito è grave. Certi preti andrebbero rinchiusi nei monasteri di clausura. Durante l’omelia ha detto: “Vaccini realizzati con feti vivi abortiti”

CLEMENTE MASTELLA

Il sindaco di Benevento le pensa tutte. Ma proprio tutte. Altro che Mark Zuckerberg (inventore di Facebook), Clemente è un genio. "Penso sia una cosa innovativa: chi scaricherà l'app potrà interloquire con l'intelligenza artificiale e chiedere “Clemente, cosa hai fatto per le contrade?” E se non ho fatto abbastanza, o meno di quello che pensavo, una voce spiegherà perché purtroppo non è stato possibile fare di più e come penso di intervenire nei prossimi cinque anni. Penso di essere il primo a portare l'intelligenza artificiale in una campagna elettorale" ha detto il sindaco.

GIUSEPPE PROVENZANO

L’ex ministro per il Sud a Mezz’ora in più, su Rai3: “Ho avuto contatti con Enrico per la scuola di politica, ma non posso dirmi suo amico. Però lo sono di sua mamma, che lavorava nell’università dove studiavo. Quando si stava decidendo il cambio mi ha detto ‘dobbiamo dare una mano a Enrico, e io non mi sono sottratto”