"Sono inadeguati...". L'ultima lezioncina del prof Prodi

Romano Prodi si iscrive al partito dei moralisti e attacca così Salvini e Meloni

"Sono inadeguati...". L'ultima lezioncina del prof Prodi

"Meloni e Salvini sono inadeguati a governare". Romano Prodi si iscrive al partito dei moralisti e si attacca al bavero della giacca la spilletta della superiorità morale. Che alberga a sinistra. La sinistra che si professa democratica salvo poi sparare sentenza contro il volere democratico. Il popolo, quella massa indistinta lontana dall'elité, che se vota a destra non merita considerazione. Il solito refrain inaugurato il 26 aprile 2001 dall'Economist di Billy Emmott con quel famigerato "Unfit" riferito all'epoca a Berlusconi. Adesso nel mirino ci sono i sovranisti. Quelli che hanno "legami mai sciolti, a partire dai simboli come la Fiamma Tricolore", quelli che se arrivassero a governare "sarebbero un problema gravissimo" al paese, quelli che in Europa "sono preoccupati".

Leggendo l'intervista a La Stampa dell'ex presidente del Consiglio, sorge spontanea una domanda: perché? Secondo quale metro di giudizio la leader del partito con maggior consenso in Italia (stando agli ultimi sondaggi) e il leader di un partito che ha già governato il paese e che ora fa parte della maggioranza che lo governa dovrebbero essere "inadeguati" a governare? Perché il marcio sta sempre a destra? Eppure sono partiti che fanno parte entrambi dell'arco costituzionale e repubblicano, partiti i cui membri battono le piazze, parlano con e alla gente, siedono in Parlamento, giurano sulla Costituzione ed esprimono e lottano per le loro idee. Discutibili, criticabili, ma rispettabili e da rispettare. Eppure, c'è sempre una sorta di puzzo morale che invade la destra, che la colloca sempre un gradino sotto la sinistra. In posizione subalterna. Nella disamina del professore davvero conta di più qualche sparuta amicizia con partiti e movimenti da percentuali di prefisso telefonico che la libera espressione di voto dei cittadini? Su quale certezza si fonda l'equazione logica per cui se al governo andassero Meloni e Salvini sarebbero "inadeguati" a guidare l'Italia? Non è dato sapere. A meno che, a essere cinici, Prodi non abbia avuto una rivelazione profetica in una delle sedute spiritiche a cui ci ha abituato.

Commenti