"Tesi copiata al 37%", ministra tedesca nei guai

Il settimanale tedesco Der Spiegel mette sotto accusa Franziska Giffey, ministra della Famiglia nel governo di Angela Merkel

"Tesi copiata al 37%", ministra tedesca nei guai

Avrebbe copiato più di un terzo della propria tesi di laurea. Il settimanale tedesco Der Spiegel mette sotto accusa Franziska Giffey, ministra della Famiglia nel governo di Angela Merkel. Dopo aver fatto esaminare la sua tesi dagli esperti della piattaforma VroniPlag, la conclusione è che l'elaborato conterrebbe «numerosi trasferimenti di testi letterali e anche nel significato» che non vengono però «indicati come tali». Si tratterebbe quindi di plagio e non di citazione. Il lavoro, dal titolo «La via dell'Europa verso i cittadini» conterrebbe un 37 per cento di violazioni di regole rispetto a quelli che sono gli standard scientifici, su un totale di 200 pagine. In 11 pagine sono presenti «plagi fino dal 50 al 75 per cento», mentre in una pagina il plagio supera il 75 per cento. Un caso di media gravità, secondo VroniPlag, ma qui conta l'importanza del laureato. Casi simili negli ultimi anni hanno riguardato l'ex ministro alla Difesa Karl-Theodor zu Guttenberg (Csu) e l'ex ministra all'Istruzione Annette Schavan (Cdu).

Commenti