Donzelli: "Regione Toscana esclude esuli dai progetti sulle foibe"

Giovanni Donzelli attacca il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, per aver snaturato un progetto sulle foibe: a far lezione nelle scuole andranno i partigiani negazionisti e non le vittime istriane e dalmate

"Enrico Rossi e la sinistra usano il giorno del ricordo per fomentare l'odio: anziché cogliere l'occasione come reale momento formativo, tenta ancora una volta di sfruttare la situazione per mettere i partigiani contro gli esuli". Giovanni Donzelli, capogruppo di Fratelli d'Italia in Regione, critica la decisione della giunta Rossi di far "raccontare il dramma delle Foibe ai partigiani, anziché alle associazioni degli esuli istriani, fiumani e dalmati".

Si tratta di un progetto pilota che si svolgerà dal 22 al 25 agosto, che sarà seguito da un viaggio studio che si terrà dal 12 al 16 febbraio dell'anno prossimo e che prevede l’intervento dell’Istituto Storico della Resistenza ma non quello delle vittime dirette delle foibe."Organizzare un evento del genere senza coinvolgere in alcun modo le associazioni di riferimento è grottesco, oltre che evidentemente strumentale", sottolinea Donzelli secondo cui "Rossi è rimasto al Pci di Togliatti che il 30 aprile 1945 chiese ai triestini di accogliere gli infoibatori titini come liberatori: la sinistra ancora una volta dimostra di non credere nella memoria condivisa e di essere ostaggio degli integralisti dell'antifascismo anche quando l'antifascismo non c'entra nulla".

Secondo Donzelli "non c'è da inquadrare storicamente niente, non c'è giustificazione alcuna al dramma delle foibe e dell'esodo. Interpretare in questo modo la mozione presentata da Fratelli d'Italia ed approvata all'unanimità dal Consiglio regionale è provocatorio". Per l'esponente di Fratelli d'Italia "la Regione ha il dovere di onorare la memoria delle Foibe, fatto storico che ha provocato l'occultamento di migliaia di cadaveri italiani, militari e civili, trucidati dall'esercito e dai partigiani comunisti".

"Far raccontare il dramma delle Foibe agli eredi dei partigiani, coloro che hanno vissuto quella vicenda sul fronte opposto, rappresenta la stessa follia di chi volesse far raccontare l'Olocausto a qualche associazioni di reduci della Repubblica sociale. Il modo in cui è stato concepito questo progetto è una vergogna inaccettabile", conclude Donzelli.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Demy

Lun, 21/08/2017 - 17:55

Rossi, di nome e di fatto. Come tutti i komunisti è maestro nella manipolazione della verità.

mariod6

Lun, 21/08/2017 - 18:07

Cosa volete pretendere ?? Che quelli che hanno usato le foibe per far sparire gli avversari politici ed i proprietari delle case che volevano rubare vi lascino sbugiardarli pubblicamente ?? Le foibe sono state rese possibili da Tito e dai comunisti italiani dell'ANPI. Ricordatevi anche di un certo Pertini che andò a baciare la bara di Tito !!! E di un certo Napolitano che approvò l'invasione dell'Ungheria !!!

killkoms

Lun, 21/08/2017 - 18:40

la vera feccia rossa!

killkoms

Lun, 21/08/2017 - 18:43

come se ad Auschwitz,facessero da guida delle ex ss!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 21/08/2017 - 19:03

avete visto? come si comporta la sinistra? da mafiosi!!!!!! e voi pensate di essere nel giusto criticando e insultando a senso unico solo berlusconi? ridicoli e idioti! cre.tini al 1000 % !!!! vero, XGERICO? TOTONNO58? DREAMER_66? MARINO.SCIROCCATO? RICCHIOLINO. PORCELLINO? tutti questi cre.tini che pensano di essere migliori insultando chi non la pensa come loro....

ARGO92

Lun, 21/08/2017 - 20:31

fantastico adesso nelle scuole andranno gli aguzzini partigiani che hanno riempito le foibe a raccontare la storia quale ? la loro? per chi non lo sa le foibe sono state riempite finita la guerra con massacri vendicativi per lo piu personali che nulla avevano a che fare con i fascisti adesso i criminali diventano professori di vita schifosi pasrtigiani copmunisti i piu efferati crimini loro li hanno commessi infami avete la faccia del kulo M A L E D E T T I

ARGO92

Lun, 21/08/2017 - 22:23

CHE DIFFICILE STA COMINCIANDO A NASCONDERE LA VERITA LURIDI PARTIGIANI KOMUNISTI CRIMINALI MASCHERATI DA 70 ANNI DA AGNELLINI INFAMI

opinione-critica

Lun, 21/08/2017 - 23:14

Vale il principio direttivo delle politiche dei comunisti: la verità non c'è e non esiste, se c'è è incomunicabile se esiste è incomprensibile, quindi solo noi possiamo comunicarla