Il portavoce «La Casa Bianca riconosce l’elezione di Ahmadinejad»

L’occidente prende le distanze da Ahmadinejad. E lo fa negando, Usa in testa, le congratulazioni di rito al presidente iraniano. Anche se, nello stesso tempo, il portavoce della Casa Bianca definisce Ahmadinejad il «leader eletto dall’Iran», confermando così la politica della mano tesa. Una presa di posizione condivisa dall’Italia, con il portavoce della Farnesina Maurizio Massari. Con l’America, hanno deciso di non inviare congratulazioni, anche Francia, Germania, Italia e Inghilterra. Mentre l’Unione europea annuncia che oggi, alla cerimonia ufficiale di insediamento di Ahmadinejad davanti al Parlamento, manderà l’ambasciatore della presidenza di turno. Una rappresentanza diplomatica di livello basso annunciata ribadendo «la ferma condanna alle violenze e agli arresti» post elettorali. Una presa di posizione dura, quella dell’occidente, che aveva già espresse condanne in diverse occasioni. Ma Ahmadinejad ha sempre risposto accusando i paesi stranieri- di essersi «intromessi» nel voto.

Commenti