Quando la lentezza è rock

Oggi si celebra la giornata internazionale della lentezza, una spunto per riflettere sul valore del tempo e sulla nostra salute. Eventi in tutta Italia

Calma e tranquillità: torniamo padroni del nostro tempo e riflettiamo sui danni sociali, ambientali e economici prodotti da una vita all'insegna della troppa velocità. È questo l'invito con cui, domani, l'associazione onlus «l'Arte di vivere con lentezza» aprirà la quarta Giornata mondiale della lentezza. In cartellone una serie di appuntamenti organizzati da associazioni o anche da singoli che vogliono, seppure per un giorno, riprendersi vita e tempo passando la giornata, in modo più rilassato e salutare.
Domani, a Milano, in piazza San Babila, si correrà il rischio di essere multati se si supererà il limite di velocità-felicità. Ci saranno inoltre giochi e spettacoli per riscoprire il piacere di trascorrere il tempo senza fretta, fare passeggiate, pause per bere tisane, incontri di riflessologia. A Treviso ci sarà invece una gara tra chi avrà idee su come vivere lentamente e a Cuneo il Centro Noosoma ha organizzato una serata della lentezza nei locali degli ex lavatoi, dove si terranno una conferenza interattiva, massaggi yoga e trattamenti rilassanti. Insomma è tutto lo Stivale domani a inneggiare per una volta alla lentezza.
Si chiama «S-Concerto mi guardo intorno e penso lentamente!» l'appuntamento organizzato dall'associazione Parliamone di Benevento: un concorso premierà la frase più originale che evoca il pensiero lento. Nella stessa città, l'istituto scolastico Alberti ha organizzato «A spasso per la Benevento romana», passeggiate ecologiche tra i beni storici.
A Bari, il mercatino dell'usato della Cooperativa Sociale Ecopolis aprirà uno spazio dedicato alla riflessione, mentre nella vicina Bitonto, nella provincia, una «Passeggiata con tutti i sensi» offrirà la possibilità di scoprire i vicoli della città e di assaporare specialità cotte lentamente sul fuoco. A Genova i «passovelox» multeranno simbolicamente i cittadini che andranno di fretta e i «citywalkers» li solleciteranno a passeggiare lentamente nella città scegliendo itinerari diversi da quelli tradizionali e turistici. I mezzi pubblici saranno gratuiti a Caltanissetta e, al loro interno si potranno leggere i 'Comandalentì che aiuteranno a recuperare non solo il piacere della calma ma anche la cortesia.
Ma una Giornata mondiale della lentezza ci sarà anche a Shanghai: Bruno Contigiani, fondatore e presidente dell'associazione L'Arte di vivere con lentezza, sarà impegnato in performance itineranti lungo il Bund, in Nanjing Road e in Peoplès Square, dove multerà e intervisterà i frettolosi. Nella metropoli cinese l'iniziativa durerà fino al 19 marzo, con seminari interculturali e incontri con gli studenti.
«Nel nostro quotidiano, ad alzare il livello dello stress, a volte, è solo il nostro modo di parlare, di respirare o di pensare troppo veloce e affrettato» - si legge in un passo del libro «Vivere con lentezza» di Contigiani. Anche una sola giornata di "slow life" potrà così fermare la frenesia del mondo e far capire che la lentezza permette di assaporare al meglio ogni minuto del proprio tempo e ad aumentare la qualità della propria esistenza.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento