Quando lo sport fa spettacolo tra grande e piccolo schermo

Centottanta proiezioni e poi una grande manifestazione al termine della quale saranno premiate le trenta più belle. Per ribadire che «Non c'è sport senza tv e non c'è tv senza sport». E' questo lo slogan di «Sport movies&tv 2009 - Milano International Ficts Festival», l'evento internazionale dedicato al cinema e alla televisione sportiva che Milano ospiterà dal 30 ottobre al 4 novembre. Il festival, organizzato dalla Federazione internazionale del cinema e televisione sportiva, costituisce la finale mondiale del circuito internazionale organizzato in 14 fasi e disputato in tutti e cinque i continenti. Saranno trasmessi i filmati più belli, quelli che hanno superato la selezione, realizzati da registi provenienti da 102 Paesi del mondo. I trenta più meritevoli saranno premiati l'ultimo giorno nella splendida cornice di Palazzo Marino. Le proiezioni saranno ospitate dal palazzo dei Giureconsulti, in piazza Mercanti - qui i giudici provenienti da 55 diverse nazioni potranno votare le loro opere preferite -, mentre la cerimonia di inaugurazione avrà luogo nel grattacielo Pirelli. Nel festival ci sarà spazio anche per otto meeting, dieci convegni, due esibizioni, tre mostre - «Impronte azzurre: il segno della pallavolo», «I musei dello sport: emozioni e cimeli» e «Disegna la maglietta» - e quattro workshop. Molti gli ospiti già confermati: Elettra Marconi (figlia del celebre scienziato Guglielmo), il maestro sceneggiatore Tonino Guerra, l'ex calciatore del Real Madrid Alfredo Di Stefano, il membro esecutivo del Cio Mario Pescante, l'ex giocatore dell'Nba Vlade Divac, il campione del mondo di boxe Giacobbe Fragomeni, il giornalista Piero Angela, la più volte medaglia olimpica e mondiale di scherma Edoardo Mangiarotti, l'ex bandiera del Milan Paolo Maldini, il campione olimpico Livio Berruti e il campione di pallanuoto Eraldo Pizzo. La presentazione segue a ruota il grande successo di Milano Sport, la «due giorni» di gare ed esibizioni che sabato e domenica ha animato ogni angolo del centro. «Ne ho parlato con Gianni Petrucci, presidente del Coni, che ha fatto i complimenti alla città per il risultato - il commento di Alan Rizzi, assessore comunale allo Sport -. Abbiamo ottenuto che il modello Milano sia esportato in tutte le città che in futuro saranno nominate Capitale europea dello sport».