C-corrente

Figli, proprietà, diritti (e doveri). Le regole che pure i vip trascurano

"Occorre iniziare a pianificare la separazione diversi mesi prima di quando si vuole divorziare", spiega l'avvocato Armando Cecatiello nel suo libro

Figli, proprietà, diritti (e doveri). Le regole che pure i vip trascurano

«Occorre iniziare a pianificare la separazione diversi mesi prima di quando si vuole divorziare», spiega l'avvocato Armando Cecatiello nel suo libro. Troppo spesso le coppie che finiscono negli studi dei legali non hanno idea del loro patrimonio, dei costi del loro tenore di vita e di quello dei figli. «Ma soprattutto - spiega - Occorre davvero lasciare da parte le emozioni: è difficile fare un passo indietro e prendere con attenzione e consapevolezza una decisione che sia chiara». Eccole.

1) Provate con una consulenza di coppia

Cercate di capire se c'è qualcosa che potete fare per far funzionare la vostra relazione. Non avete nulla da perdere e comunque potrebbe essere utile anche per aiutare il vostro partner ad accettare che la relazione sia finita, se siete voi ad aver presola decisione.

2) Acquisite le informazioni finanziarie

Assicuratevi di essere a conoscenza della vostra situazione finanziaria e di quella del vostro partner. Fate un elenco e cercate le prove dei beni, dei redditi, dei conti bancari, delle spese, verificate le spese sulle carte di credito e conservatene prova.

3) Proteggete i vostri figli

Se avete figli, assicuratevi che non vi vedano, sentano o ascoltino mai litigare o parlare male l'uno dell'altro. Spetta ai genitori rassicurare i figli che il loro rapporto con entrambi i genitori sarà preservato e protetto, nonostante la fine della relazione.

4) Consultate tempestivamente un legale

Assicuratevi di capire quali sono i vostri diritti e quelli dei vostri figli. Non prendete mai decisioni affrettate come lasciare la casa, non consentite che avvengano cambiamenti nelle vostre abitudini familiare prima di aver consultato un avvocato. In questo modo potrete assicurarvi che non stiate accettando qualcosa che non è nel vostro interesse e di cui potreste pentirvi in seguito.

5) Discutere del divorzio

Parlate di separazione con il vostro partner solo dopo aver considerato ogni aspetto della situazione, compreso quali sono i vostri diritti e i vostri doveri. Anche il modo in cui si comunica la decisione è importante, fatelo in modo consapevole.

6) MediareCollaborare

Se la comunicazione tra voi e il vostro partner è particolarmente difficile, chiedete aiuto a qualcuno al di fuori della relazione. Un amico comune, un parente ben accetto da entrambi ma lo sarà ancor più un esperto, magari un intero team: un percorso di mediazione, la pratica collaborativa, sono strumenti che possono aiutare a comprendere le posizioni dell'altro e a guidare le trattative.

7) Considerare tutte le alternative

Se la mediazione o la pratica collaborativa non fa per voi, potete promuovere una negoziazione assistita. In questo modo sarete personalmente coinvolti nella negoziazione nel processo, ma allo stesso tempo avrete la garanzia di essere supportati e consigliati durante le trattative.

8) Cercate un supporto

La separazione, anche se siete voi ad aver preso la decisione, è un momento davvero difficile, paragonabile ad un lutto. Se vi sentite in difficoltà non affrontate la situazione da soli: parlatene con amici e familiari (non con i vostri figli) che possono aiutarvi a elaborare le vostre emozioni. Eventualmente anche con uno psicologo s.

9) Riprendete a comunicare

Nella fase della separazione è molto importante comunicare e farlo bene. Se siete poi genitori, è basilare costruire insieme un nuovo modo di relazionarsi con i figli. Sforzatevi di parlare di tutto: sentimenti, preoccupazioni, aspirazioni. Se riuscite a parlare e ad ascoltarvi davvero, potete mantenere un rapporto positivo.

10) Pensate ai prossimi 5 e 10 anni

Prima di prendere qualsiasi decisione, cercate di immaginare le conseguenze che la vostra scelta avrà nei prossimi 5 e 10 anni. Questo vi aiuterà a evitare decisioni affrettate magari mossi dalla necessità di avere, da subito, la libertà

Commenti