Rapinato 30 volte, spara: bandito morto

BariI banditi gli hanno puntato la pistola. E lui, che in passato aveva subito una trentina di rapine (l’ultima settimana scorsa), ha reagito: ha sparato, uccidendo uno dei malviventi. È accaduto l’altra sera in una stazione di servizio nei dintorni di Palo del Colle, piccolo centro a una ventina di chilometri da Bari, dove un benzinaio ha aperto il fuoco e ha premuto il grilletto tre volte. I proiettili hanno colpito Giacomo Buonamico, 24anni, incensurato: è stato trasportato in ospedale dove gli sono state riscontrate ferite a un gluteo e all’intestino, ma non c’è stato niente da fare. È morto poco dopo in sala operatoria. A quanto pare era alla sua terza rapina nel giro di poche ore.
La dinamica presenta però qualche lato oscuro. Secondo quanto accertato dai carabinieri, i banditi erano in due: poco dopo le 19 hanno preso d’assalto una stazione di servizio Tamoil, sulla statale 96, nel territorio di Palo del Colle, minacciando il titolare. Gli hanno puntato contro la pistola intimandogli di consegnare l’incasso della serata: ci sono stati momenti di grande tensione, e in quei momenti concitati il benzinaio ha estratto la pistola, una calibro nove legalmente detenuta. Poi ha sparato. Uno dei rapinatori è stato colpito, è riuscito a salire sulla moto, il complice è ripartito ma non ha fatto molta strada e poco dopo ha deciso di abbandonarlo nei pressi di una cava di calcestruzzo. Più tardi è arrivata una telefonata anonima al 112. Sono scattati i soccorsi, è giunta un’ambulanza, Buonamico è stato trasportato all’ospedale San Paolo, alla estrema periferia di Bari. I medici hanno riscontrato le ferite e si sono subito resi conto delle gravi condizioni: hanno tentato di fare qualcosa, lo hanno sottoposto a un delicato intervento chirurgico, ma non è stato possibile bloccare l’emorragia. Nello stesso tempo sono cominciate le indagini. I carabinieri hanno compiuto un accurato sopralluogo nella stazione di servizio, dove hanno trovato tre bossoli: quasi certamente i proiettili sono stati sparati tutti dal benzinaio, che secondo gli investigatori non aveva intenzione di uccidere e ha sparato verso il basso. Il gestore della stazione di servizio è stato interrogato: era sotto choc, ha raccontato che i banditi gli hanno puntato contro la pistola e ha detto di aver sparato per difendersi.
E sempre ieri altri due colpi sono stati compiuti da quelle parti poco prima, sembra proprio dagli stessi banditi: uno in un supermercato di Palo del Colle, l’altro in un ipermercato di Modugno, un paese vicino. Per le strade della provincia di Bari c’è paura. Poco tempo fa a Noicattaro, non molto distante dal luogo dell’ultima tragedia, un imprenditore uccise un ladro che aveva fatto irruzione nella sua abitazione insieme ad altri due complici. Il padrone di casa si chiuse in camera da letto, i banditi tentarono di sfondare la porta e lui aprì il fuoco. Uno dei proiettili attraversò la porta e raggiunge uno dei malviventi uccidendolo.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti