Riecco i «Visitors», spietati e seducenti

Dopo un quarto di secolo, tornano i Visitors. I rettili alieni che negli Stati Uniti, con il debutto della nuova serie tv, hanno migliorato i record di ascolto di Lost sbarcano domani sera in Italia grazie a Joy, il canale a pagamento del digitale terrestre di Mediaset. I tanti fan nostalgici del telefilm trasmesso alla metà degli anni Ottanta da Canale 5, dunque, si potranno rituffare nell’eterno scontro, per fortuna solo fantascientifico, fra gli extraterrestri che vogliono impadronirsi del nostro pianeta e gli umani che resistono disperati. Ma dovranno dimenticare la malefica lucertola Diana, a suo tempo impersonata da Jane Badler.
La prima delle quattro puntate del nuovo Visitors si apre qualche attimo prima della fragorosa epifania delle astronavi aliene nei cieli di New York e di un’altra trentina di metropoli terrestri. E si sviluppa con l’assaggio dei temi e dei personaggi centrali della serie: l’approccio suadente dei «visitatori» che, apparentemente identici agli umani, si presentano con la loro bellissima leader Anna, che dice e ridice, sorridendo, «veniamo in pace»; il popolo bue fra paura e speranza, il Vaticano che benedice al volo gli alieni, felice per le chiese che si riempiono; la volontà di resistenza di un’eroica avanguardia nella quale spicca una poliziotta mamma di un ragazzo che si fa abbindolare dai pacifici rettili camuffati; la quinta colonna degli alieni che si sono ribellati all’ordine di distruggere l’umanità. E poi, naturalmente, grandi effetti speciali, sentimenti, tradimenti, lacrime, pistole, mitra, armi futuribili, cazzotti, colpi di marketing e colpi di scena.
Per esempio, il capo dei rettili disertori, quelli che aiutano i terrestri a combattere gli invasori, si presenta come il più umano degli umani. Ama riamato una dolce ma tenace fanciulla e vuole estraniarsi dalla lotta. Ma poi si fa convincere e si ributta nella mischia; vuol mollare la sua bella per non farle correre rischi ma non ce la fa...
Gli ingredienti della nuova serie, però, non rassicuravano del tutto i responsabili della rete Abc, che avevano previsto solo i quattro episodi che vedremo da domani su Joy. Gli altri nove, che completano il remake di Visitors e che vedremo in autunno, sono stati prodotti dopo il boom di ascolti delle prime puntate.
Fra i protagonisti Morena Baccarin (30 anni, brasiliana, alla sua prima volta in un ruolo importante) e Elizabeth Mitchell (49 anni, già dottoressa Juliet Burke in Lost) e Scott Wolf (41 anni, già dottor Jeremy Kates ostaggio di The Nine). La prima è Anna, l’affascinante leader degli alieni che ostenta sguardo da cerbiatta e sorriso seducente e promette l’assistenza sanitaria gratis per tutti; la seconda è la poliziotta che, scoperte casualmente la vera natura dei visitatori e l’esistenza di cellule segrete che a questi si oppongono, s’impegna per salvare la Terra; e il terzo è il bravo e ambizioso giornalista scelto dalla fascinosa numero uno dei rettili per le interviste esclusive con le quali lei intende conquistare i cuori terrestri in vista della distruzione dell’umanità.