Roma

Commercio abusivo: sequestrate borse e prodotti hi tech

Gli uomini della polizia locale sono intervenuti in zona Fontana di Trevi ponendo fine a un traffico di prodotti illeciti. Multe per circa 3mila euro

Commercio abusivo: sequestrate borse e prodotti hi tech

La polizia locale di Roma capitale ha eseguito l’ennesimo sequestro di 460 articoli non a norma. In gran parte accessori di abbigliamento come sciarpe, borse, cappelli. Gli agenti, durante le consuete verifiche nel centro storico, hanno rilevato irregolarità su centinaia di prodotti posti in vendita da un banco aperto in una delle vie limitrofe a Fontana di Trevi.

Come detto si tratta soprattutto di accessori di abbigliamento come borse, sciarpe e cappelli, poi dispositivi elettronici come auricolari per cellulari e carica batterie portatili (powerbank) privi del tutto o in parte dei requisiti di legge relativi all’etichettatura. In particolare, la merce sequestrata non riportava indicazioni sulla provenienza, con le dovute specifiche sul produttore e importatore, oltre alla mancanza delle istruzioni in italiano e delle informazioni sulla composizione dei tessuti, contravvenendo alle normative europee poste a tutela dei consumatori. Oltre al sequestro della merce sono state elevate sanzioni per circa 3mila euro.

Solo poco tempo fa gli agenti della municipale hanno riscontrato violazioni per oltre 50mila euro nei pubblici esercizi e nelle attività commerciali in varie zone della capitale. Si è data particolare attenzione ai luoghi interessati dal fenomeno della movida dove sono riusciti a recuperare 400 articoli di merce contraffatta. Più di 5mila le verifiche svolte dalle pattuglie nelle principali vie e piazze del centro storico, Trastevere, San Lorenzo, piazzale delle Province e piazza Bologna, ma anche nel quartiere dell’Eur e nelle aree circostanti le stazioni Termini e Ostiense.

Nel corso dell’attività di contrasto ai fenomeni legati al commercio ambulante abusivo, gli agenti hanno eseguito verifiche mirate anche nella zona di fontana di Trevi (come accaduto oggi) e del Pantheon, procedendo al sequestro penale di oltre 400 articoli contraffatti: borse, cinte, portafogli e vari accessori di abbigliamento con marchi falsi di note aziende della moda.

Controlli stringenti hanno riguardato poi il rispetto delle norme antialcol: 65 le multe a locali per consumo irregolare di alcolici su strada e per inosservanza degli orari e modalità di somministrazione e vendita, come previsto dal regolamento di polizia urbana. Una ventina invece le violazioni accertate per illeciti amministrativi quali occupazioni di suolo pubblico non conformi, somministrazione abusiva di alimenti e bevande, e mancato rispetto delle normative relative alla sicurezza e igiene dei prodotti alimentari.

Gli agenti si sono dedicati anche alla lotta dei pirati della strada: migliaia gli accertamenti volti a perseguire condotte pericolose alla guida, come il mancato rispetto dei limiti di velocità con più di 4mila veicoli controllati e 229 violazioni riscontrate. In totale elevate circa 1400 sanzioni per inosservanza delle regole stradali, mentre 165 le auto rimosse per soste irregolari.

Commenti