Omicidio di Anzio: si costituisce il presunto omicida

Nella serata di martedì si è costituito un ragazzo di 20 anni, nato in Italia ma di origini nordafricane. La sua versione è al vaglio degli inquirenti

Omicidio di Anzio: si costituisce il presunto omicida

Si torna a parlare dell'omicidio di Leonardo Muratovic, il pugile 25enne ucciso sabato notte sul litorale di Anzio. In queste ultime ore, infatti, un giovane di 20 anni si è presentato alle forze dell'ordine per costituirsi, accompagnato dal fratello. Il ragazzo verrà ascoltato dal pubblico ministero incaricato del caso.

Movida sempre più violenta

Sono trascorsi tre giorni dai terribili fatti di Anzio. Nella notte di sabato, Muratovic, pugile di origine croata ma nato in Italia e residente ad Aprilia, è stato accoltellato dopo una lite scoppiata in un locale. Un solo colpo di coltello, sferrato al petto, è bastato a ucciderlo. Il 25enne è spirato durante il tragitto in ambulanza.

Tanta la tensione in quei momenti, col padre del giovane pugile arrivato a scagliarsi contro due addetti alla sicurezza convocati per testimoniare al commissariato di viale Antium e poi arrestato.

Le indagini sono cominciate subito, e tutti sono stati ascoltati, inclusa la fidanzata di Muratovic. Inizialmente, tuttavia, nessuna traccia del responsabile.

Una persona si è costituita

Martedì sera, intorno alle ore 20, un ventenne si è presentato insieme al fratello alla stazione dei Carabinieri Gianicolense di Roma ed ha confessato di aver fatto parte del gruppo che ha aggredito Muratovic.

Secondo quanto riferito dagli inquirenti e riportato dalle agenzie di stampa, il giovane ha dichiarato di aver accoltellato il 25enne. Al momento non sarebbe stato preso alcun provvedimento nei confronti del ragazzo, né di suo fratello, la cui posizione è al vaglio delle autorità. Entrambi sono stati trattenuti e la versione del giovane sarà ascoltata dal pm titolare dell'indagine. La dinamica di quanto è accaduto deve ancora essere ricostruita.

Per adesso è stato riferito che i due fratelli hanno origini nordafricane ma sono nati ad Aprilia. Non è stato detto se gli investigatori sono entrati o meno in possesso dell'arma del delitto.

Commenti