Roma, in 30 pestano un coetaneo: minorenni segnalati da polizia

Abbandonato dai compagni, il ragazzino era rimasto a parlare con il gruppo rivale, che non ha esitato a scagliarsi contro di lui. Rintracciati dalla polizia tutti i responsabili, giovani di età compresa fra i 13 ed i 17 anni, ora segnalati all'autorità giudiziaria competente

Un ennesimo episodio di violenza fra giovani si è verificato durante il pomeriggio dello scorso venerdì a Roma, dove due gruppi di adolescenti si sono dati appuntamento per chiarire una faccenda, passando però immediatamente allo scontro fisico. Abbandonato dai compagni che lo avevano accompagnato, un ragazzo si è ritrovato a fronteggiare da solo una trentina di coetanei, che non si sono fermati nonostante la loro palese superiorità numerica.

Il fatto, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato la notizia, si è verificato durante la giornata dello scorso 17 gennaio, quando i due gruppi si sono incontrati in via Claterna, nello storico quartiere romano di San Giovanni.

Qui, stando alla ricostruzione effettuata degli inquirenti, i minorenni si erano dati appuntamento tramite social network per parlare di un fatto avvenuto durante una festa di compleanno. In quell'occasione si era verificato un diverbio fra le due fazioni, ed ambo le parti avevano deciso di parlarne ed arrivare così ad un chiarimento.

La situazione, tuttavia, si è evoluta in modo ben diverso. Raggiunto il punto di ritrovo, i 5 minorenni che componevano uno dei due gruppi si sono ritrovati a fronteggiare una trentina di coetanei appartenenti all'altra fazione. Probabilmente spaventati, 4 adolescenti si sono subito dati alla fuga, lasciando da solo un ragazzo che ha deciso di restare per cercare comunque di parlare con i rivali. Dalle parole, tuttavia, si è presto passati alle mani, e la situazione è improvvisamente degenerata.

Trovatosi ad affrontare il branco senza alcuno dei suoi compagni, il ragazzino è stato facilmente circondato e sopraffatto. Aggredito da almeno 3 adolescenti, è stato preso a pugni e spintoni, fino a cadere rovinosamente a terra. Approfittando della situazione, gli altri ragazzini hanno continuato ad infierire su di lui, tempestandolo di colpi.

Concluso il pestaggio, il gruppo ha quindi abbandonato la propria vittima dopo avergli rubato il berretto da baseball che aveva indosso.

Soccorso dai sanitari del 118 arrivati sul posto, il minorenne ha ricevuto le cure del caso. Nonostante la violenta aggressione subita, non ha fortunatamente riportato serie conseguenze.

Del caso sono state subito informate le forze dell'ordine locali, che hanno dato avvio alle indagini per rintracciare tutti quanti i responsabili. Dopo aver controllato le immagini delle videocamere di sorveglianza presenti in via Claterna, gli agenti del commissariato di San Giovanni sono riusciti a risalire all'identità degli aggressori, successivamente trovati anche sui social network. Si tratta di ragazzi di età compresa fra i 13 ed i 17 anni. Sul proprio profilo Instagram, uno di loro aveva addirittura postato, per farne vanto, una foto del cappello sottratto alla vittima.

Accusati di lesioni personali e rapina, i giovanissimi sono stati segnalati al tribunale per i minorenni di Roma.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.