Così i ladri svaligiano le case e la fanno franca

I malviventi in questione sono incensurati e per questo riescono a farla franca. I quartieri presi di mira dalle bande: Flaminio, Parioli, Monteverde ma anche Appio e Centocelle

A Roma ci mancavano solo le bande di ladri georgiani. Si tratta di malviventi che il più delle volte riescono a farla franca, perché non schedati e quindi difficili da individuare. Praticamente sono imprendibili e passano da un appartamento all’altro svuotandolo.

Roma svaligiata da ladri georgiani

Secondo quanto riportato da Il Messaggero, arriverebbero nella Capitale da altre città italiane. Qui avrebbero alcuni connazionali che li ospitano per il tempo del lavoro da compiere. I quartieri maggiormente presi di mira sono: Flaminio, Parioli, Monteverde ma non disdegnano anche Appio e Centocelle. Il periodo di maggior lavoro per i ladri in trasferta è stato quello di Ferragosto. Una volta fatti i colpi, le bande lasciano Roma e fanno ritorno nelle loro città sparse per il paese, raggiungendo Milano, Torino, Firenze o Bari. Anche perché, c’è da dire, che anche per i ladri il lockdown non è stato renumerativo. Tutti eravamo chiusi in casa e svaligiare appartamenti in quei mesi era impensabile. Con le forze dell’ordine che pattugliavano giorno e notte le strade cittadine in cerca di inadempienti alle regole anti-covid.

Riuscire ad arrestare i componenti di queste bande di georgiani non è affatto facile. Usano infatti cellulari vecchi, quindi senza Gps, e sono tutti incensurati, ovvero non schedati e sconosciuti alla polizia. Anche trovare loro tracce biologiche o impronte digitali non è d’aiuto, visto che non rientrano nelle banche dati. Le ormai note chiavi bulgare e quelle inglesi a tubo sono gli strumenti più utilizzati per i colpi messi in atto negli appartamenti romani. Con queste riescono infatti a scardinare i cilindri delle porte blindate.

A 'scuola' per imparare il mestiere

Secondo quanto emerso dalle indagini delle forze dell’ordine, queste bande darebbero anche lezioni ai propri alunni su come introdursi nelle case. Una vera e propria scuola di ladri. Non è detto però che gli insegnanti siano stranieri. A Roma c’è un signore sui cinquant’anni di Selva Candida, zona situata a nord-ovest di Roma, all'esterno del Grande Raccordo Anulare, che al suo attivo ha ben 15 anni di furti e che solo recentemente è finito dietro le sbarre. Sembra che fosse proprio uno dei docenti che dietro compenso insegnava il mestieri agli adepti. Vi sarebbe alle spalle di tanti furti proprio una organizzazione, ben strutturata con a capo una o più persone. I nuovi ladri vengono ingaggiati all’estero, una volta arrivati in Italia vengono ospitati da connazionali o italiani del giro, ed eventualmente istruiti sul lavoro da fare. Spesso si tratta di furti su commissione.

Nonostante la Procura di Roma sia zeppa di informazioni su di loro, riuscire a mettergli le manette è alquanto difficile. Sono furbi e hanno studiato bene come mettere i bastoni tra le ruote alle forze dell’ordine che hanno alle calcagna. Le schede telefoniche che utilizzano sono intestate a persone inesistenti o che non c’entrano nulla. Non è complicato acquistarne illegalmente qualcuna vicino alla stazione Termini. Secondo quanto diffuso dal Viminale, le zone della Capitale maggiormente a rischio sono quelle del Centro storico (+ 15 per cento), ma anche nel V e XI municipio (entrambi +11%), nel XII (+10%) e in zona Aurelia (+6%). E le percentuali nei prossimi giorni potrebbero aumentare: molti di coloro che rientreranno nelle loro abitazioni dalle vacanze estive avranno una spiacevole sorpresa.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Una-mattina-mi-...

Ven, 21/08/2020 - 14:16

OVVIAMENTE DI ADEGUARE LE LEGGI AL DILAGANTE E IMPUNITO CRIMINE MULTIETNICO, NEMMENO SE NE PARLA...

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 21/08/2020 - 14:16

,azzzz vengono da tutte le parti per..pagarvi le pensioni,grazie allo sgoverno grullo pidiota ed al suo :dentro tutti!!

Malacappa

Ven, 21/08/2020 - 14:22

Anche se fossero schedati sarebbe la stessa cosa 2 giorni in galera e poi di nuovo a rubare,come fanno a sapere che sono giorgiani se non ne hanno preso nemmeno uno

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 21/08/2020 - 14:48

Anche se hanno cellulari vecchi, si sa il numero di chi si aggancia ai ponti radio.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 21/08/2020 - 14:50

Connazionali che li ospitano,... ma la tassa di soggiorno!? La pagano solo quelli che si recano in hotel?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 21/08/2020 - 16:14

Da quello che ormai TUTTI i santi giorni si legge,l'Italia e praticamente diventata l'EDEN dei delinquenti di tutto il mondo!!! Sapete perche?? Perche dalla legge Gozzini in poi i SINISTRI ogni volta che sono stati al governo, non hanno fatto altro che DEPENALIZARE, "buon" ultimo quel Gentiglioni che ha ELEVATO a 4 anni il termine di condanna minimo per stare in galera!! E le Destre quando hanno governato, non hanno mai ELIMINATO quelle STORTURE!!! AMEN.

exsinistra50

Ven, 21/08/2020 - 17:02

"hernando45" ottimo commento lo condivido totalmente

rocchetti

Ven, 21/08/2020 - 17:37

Prima di cambiare le leggi IMMONDE che non mettono in galera nessuno se non hai almeno 4 anni di detenzione,bisogna costruire nuove carceri.Ho sempre proposto la costruzione di campi di detenzione di adeguata grandezza costituiti da baracche,cintate con una doppia recinzione di robuste reti di acciaio e filo spinato. All'interno della doppia recinzione guardie con sorveglianza h 24,con regole di ingaggio di sparare a qualunque detenuto si trovi in questo anello che circonda il campo.Bisognerebbe poi ripristinare l'adeguamento a carcere di qualche isoletta italiana come c'erano una volta.Queste isole,se sono solamente carceri,possono contenere migliaia di persone con un sistema di sorveglianza minimo rispetto ad una prigione normale.Fatto ciò sarebbe finalmente possibile mandare in galera(come è giusto)anche chi avesse collezionato una condanna seppure di un solo mese.E aggiornare per favore tutte le pene che adesso sembrano ridicolmente inadeguate.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/08/2020 - 19:30

PRIMA PARTE^(*@*)^ To ve in Italia si sta affermando e consolidando un’altra gang, oltre a quelle autoctone hanno attecchito e stanno prosperando gang di rumeni, gang cinesi, gang bulgare, gang moldave, Gang di spacciatori chiamate ufficialmente risorse , baby gang ecc..ecc.. tutte si ingrassano, prosperano ed operano nel massimo confort possibile, nel massimo agio , un vero paradiso terrestre , ora si stanno affermando anche le gang dei LATINOS ED ORA LEGGO GEORGIANI, per loro una vera PACCHIA !! MA PERCHÉ TUTTO QUESTO ?! CONTINUA….

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/08/2020 - 19:32

PARTE 2) ^(*@*)^ Di non sarà mica PER LA TITANICA INEFFICIENZA ITALICA NEL COMBATTERE LA CRIMINALITÀ VERO ? UN’EFFICIENZA OLIMPIONICA ??!! OLTRE AL FATTO CHE GLI ADDETTI HANNO MANI E PIEDI LEGATI !!?? NO DAI GIAMMAI CHE SCHERZIAMO !!?? LA SFANGANO QUASI SEMPRE DICIAMO AL 90% PERCHÉ LE GANG SUDDETTE SONO SEMPRE DEFINITE INVINCIBILI, SUPER ORGANIZZATE E STRUTTURATE CON STRATEGIE MILITARI PERFETTAMENTE IN GRADO DI FERMARE E SBARAGLIARE COLONNE DI BLINDATI, ecco il vero motivo che ci impedisce di venirne a capo. QUND’È CHE VEDREMO BANDE INVINCIBILI DI PARAPLEGICI O DI DIALIZZATI CON RENE ARTIFICIALE APPRESSO con gomme da qualifica s’intende ? ORA HO AGGIUNTO GEORGIANI MA SCRIVEVO QUESTO ANNI FA

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Ven, 21/08/2020 - 19:53

^*@*^ Ecco qua là circa, un tanto al kilo, si fa per dire sicurezza italica : In Italia contro la delinquenza abbiamo una difesa formidabile, L’UNICA ! chiamata : QUASI DIFESA DELLO GNU, questi bovidi emigrano nella savana a migliaia così che leoni, Leopardi, iene, coccodrilli, licaoni ecc.riescono a colpirne, fino a sazietà, solo una relativamente piccola parte, così come noi italici siamo milioni contro qualche migliaio di delinquenti che pur impegnandosi col massimo zelo possibile , con zero rischi, operando nel massimo agio e confort, non riescono a colpirci tutti, pure loro hanno diritto al riposo settimanale, allo svago , ferie pagate premio di produzione ecc.. ecc.. D

Ritratto di Flex

Flex

Sab, 22/08/2020 - 11:15

Chiedetevi chi governa e dovrebbe provvedere.