Giallo alla stazione Nomentana: corpo sui binari con la testa fracassata

L’ipotesi è che si sia trattato di un tragico incidente. La linea ferroviaria è stata interrotta per permettere i rilievi

Giallo alla stazione Nomentana: corpo sui binari con la testa fracassata

Un tragico incidente si sarebbe verificato nella mattinata di oggi, martedì 14 dicembre, alla stazione Nomentana di Roma dove il macchinista di un treno regionale ha visto un cadavere sui binari ed è riuscito a decelerare e fermare la marcia, per poi allertare i soccorsi. Secondo quanto finora reso noto l’avvistamento è avvenuto tra le 7,30 e le 8 e il corpo senza vita era riverso sui binari con il cranio fracassato. Sul luogo del ritrovamento sono arrivati gli agenti della Polfer, la polizia, i vigili del fuoco e il carro sollevamenti.

Trovato morto sui binari

La linea ferroviaria è stata interrotta per consentire alle forze dell’ordine di poter eseguire una serie di rilievi. Ovviamente l’interruzione dei treni ha provocato non pochi disagi sul traffico ferroviario locale. La tratta è infatti rimasta chiusa fino alle 10:20 con una serie di ritardi accumulati per i treni della FL1 e per quelli della linea Av Roma – Firenze, con ritardi che sono arrivati anche a 90 minuti. Anche l'offerta ferroviaria per la linea FL1, Fara Sabina- Fiumicino Aeroporto è stata riprogrammata con cancellazioni e limitazioni.

L'assessore ai trasporti della Regione Mauro Alessandri ha spiegato che "si stanno predisponendo customer informativi lungo la linea per aggiornare un tempo reale gli utenti presso le stazioni ferroviarie principali". Una delle ipotesi seguite è che la vittima stesse camminando vicino ai binari quando è stata colpita accidentalmente da un convoglio in transito. Al momento gli investigatori non tralasciano però nessuna pista, anche quella del suicidio è al vaglio. Sono in corso accertamenti anche da parte dei tecnici della polizia Scientifica che si stanno occupando di fare alcuni sopralluoghi nella zona interessata.

Forse un tragico incidente

Importanti per capire la dinamica di quanto avvenuto saranno anche le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza presenti lungo i binari e nella zona circostante la via Val d’Aosta. Ripetiamo che secondo i primi accertamenti non si sarebbe trattato di un suicidio volontario ma piuttosto di un tragico incidente, anche se almeno per ora vengono seguite tutte le piste. Gli agenti della polizia ferroviaria che hanno svolto gli accertamenti sembra pensino si possa trattare di un cittadino poco più che ventenne originario del Perù. L’uomo potrebbe essere stato colpito dalla parte posteriore del treno mentre stava cercando di attraversare i binari. Il macchinista del convoglio potrebbe non essersi accorto di niente. Possibile che l’incidente sia avvenuto alle prime luci dell’alba di martedì 14 dicembre. Sul luogo dell'incidente è intervenuta anche l'Autorità Giudiziaria. Terminate le verifiche, la salma verrà trasferita in obitorio, dove verrà sottoposta all'esame autoptico.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

Commenti