Un «rumoroso silenzio» per la Madame Butterfly

Un rumoroso silenzio caratterizza il debutto di Madama Butterfly. La prima di martedì è stata annullata per lo sciopero contro il decreto sulle fondazioni lirico - sinfoniche e in più lunedì è prevista anche una protesta musicale a piazza Gigli e a seguire un incontro all’interno del teatro con tutte le fondazioni al quale sono stati invitati anche diversi esponenti politici della commissione Cultura di Camera e Senato e i sovrintendenti. Insomma per ascoltare le note di Puccini si dovrà aspettare il 19 quando l’ente lirico capitolino punterà i riflettori su questo titolo che manca all’Opera dal 2002. Oggi viene riproposto con lo stesso allestimento, una messa in scena nella quale il regista Stefano Vizioli sottolinea di «essere cresciuto» perché l’ha vista nascere a Bologna nel 1986 con la firma di Aldo Rossi, uno dei più importanti esponenti del mondo dell’architettura non molto esperto di opera ma con una passione autentica per il Giappone. A sottolineare questa passione di Rossi per l'Oriente la tipica casa giapponese che rappresenta il fulcro centrale della scenografia, mantenuta ovviamente da Vizioli che del maestro rispetta le scene scabre e asciutte. Legato all’opera in due atti che Puccini ha rappresentato per la prima volta alla Scala nel 1904 è anche Daniel Oren che dal podio ha già diretto quattro volte questo titolo. Ne si può dire che la geisha triste non sia nelle corde di Amarilli Nizza che in questo ruolo ha debuttato giovanissima nel 1993 a Rieti. Tanta esperienza non deve indurre, però, nel falso convincimento di considerare facile la realizzazione di questo allestimento. «Per quanto mi riguarda anche se porto in giro per il mondo questa Madama Butterfly da 24 anni - chiarisce il regista - ogni volta si rinnovano delle difficoltà perché devo fare i conti con cast diversi e quindi fisici diversi, voci diverse e psicologie diverse».
Si alternano a Amarilli Nizza nei panni della protagonista Xiu Wei Sun e Raffaella Angeletti; Pinkerton, l’ufficiale della marina americana, è interpretato da Marco Berti, Neil Shicoff e Massimiliano Pisapia. Repliche fino al 28 maggio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti