Lo "Zar" Zaytsev "schiaccia" Salvini: anche lui è una "sardina"

Ivan Zaytsev, capitano della nazionale italiana di pallavolo, ha partecipato al flash-mob del movimento delle "sardine" in piazza Grande, a Modena: "Questa terra porta con sé una storia. Sono un fiero italiano, modenese adottato"

Lo "Zar" Zaytsev "schiaccia" Salvini: anche lui è una "sardina"

Sport e politica. Un intreccio destinato, ancora una volta, a far discutere. Protagonista Ivan Zaytsev, capitano della nazionale italiana di pallavolo noto per le sue frequenti prese di posizione extracampo. Questa volta, lo schiacciatore del Modena Volley ha fatto parlare di sé per un video, pubblicato sui social, dove compare insieme al compagno di squadra Salvatore Rossini in piazza Grande, a Modena, dove si è svolto l'ultimo flash-mob delle "sardine", il movimento di sinistra nato dal basso per contrastare Matteo Salvini e la Lega, e appoggiare al tempo stesso la ricandidatura di Stefano Bonaccini alle elezioni regionali in Emilia-Romagna.

Zaytsev, di origini russe, è stato uno dei circa 6mila partecipanti alla manifestazione di lunedì. E ha voluto testimoniare la sua discesa in piazza con un breve video girato in compagnia di Rossini. "Questa sera il qui presente Totò e il sottoscritto...", ha detto il campione di origini russe all'inizio del filmato, prima dell'improvvisa comparsa davanti alla fotocamera del cartonato di una sardina. "Occhio, c'è una marea di gente", ha aggiunto l'ex giocatore di Perugia prima di spostare l'inquadratura verso la piazza.

Il suo endorsement alle "sardine" non ha lasciato indifferente il web. Puntuale come un orologio svizzero è arrivato il post di Lorenzo Tosa. Giornalista dalle inequivocabili tendenze progressiste, cantore social della sinistra buonista e radical-chic, Tosa ha raccontato, esaltandola, la decisione di Zaytsev di aderire alla manifestazione anti-leghista.

"C'era anche lui, sotto quegli ombrelli, insieme alle 6mila meravigliose sardine che questa sera hanno invaso piazza Grande per dire No, anche questa volta non passerete", le parole di Tosa. A cui il pallavolista di Modena ha risposto così: "Grazie Lorenzo, questa terra porta con sé una storia, questa meravigliosa gente è il suo bellissimo presente... Sono un fiero italiano, modenese adottato". In passato Zaytsev aveva fatto parlare di sé per avere pubblicato sui social una sua foto con la figlia Sienna, appena vaccinata. Finendo travolto dagli insulti di alcuni attivisti no-vax, alcuni dei quali irripetibili. E ricevendo, per questo motivo, la solidarietà del mondo dello sport e di buona parte di quello politico.

Commenti