«La Samp davanti ci dà fastidio»

«Finché la barca va lasciala andare. Finché la barca va stai a guardare», cantava una giovanissima Orietta Berti. La «barca» Genoa dopo un lungo periodo tranquillo si è arenata. Chi meglio del comandante dunque può ridarle la giusta rotta. La necessaria serenità. «Inutile nascondere che la Sampdoria davanti a noi dà fastidio. Soprattutto alla tifoseria». Firmato il comandante. Enrico Preziosi. «Lo stesso è successo la passata stagione alla Samp. Finita dietro di molti punti. La società però non può organizzare i propri programmi in base ai risultati dell'altra squadra cittadina. Sono però cosciente che i tifosi preferiscono essere a metà classifica. L'importante è che i blucerchiati siano dietro».
Si torna su quel concetto di «provincialismo» già intuito dal «timoniere» Gasperini. Per attraccare in porti importanti, deve esserci grande sintonia. Comandante e timoniere devono seguire la stessa rotta. Gli stessi obiettivi. «Il nostro è sempre lo stesso. Il campionato». Il timoniere Gasperson spesso chiede quale sia quello dell'imbarcazione rossoblù. «Ho imparato in questi anni a non delegittimare mai i miei collaboratori. A volte è meglio il silenzio che parlare. Soprattutto alla stampa. Come successo a Napoli. Con il mister c'è un ottimo rapporto. Esiste stima e affetto. Le nostre discussioni sono sempre civili e democratiche». Insomma il comandante Preziosi, rinforzato dalle tempeste passate, ha imparato a gestire il mare mosso. A seguire anche le indicazioni del timoniere Gasperini. (...)