Al San Giovanni-Addolorata parto indolore gratuito su richiesta delle gestanti

Questa tecnica da undici anni è realtà nell'azienda ed è offerto da quattordici anestesisti in servizio di guardia a titolo volontaristico

Partorire in tutta serenità godendosi il momento più bello della vita. Al San Giovanni Addolorata da anni si applicano trattamenti gratuiti per la terapia del dolore non solo cronico, ma anche acuto, per quanto riguarda l'analgesia al parto.
Per poter usufruire del servizio tutte le partorienti un mese prima della data prevista devono chiedere un appuntamento per la visita anestesiologica al Recup (telefono 803333). Il giorno dell'appuntamento devono presentarsi presso l'ambulatorio del presidio sanitario Santa Maria, in via San Giovanni in Laterano, dove vengono visitate da un anestesista che compila una scheda, comprensiva di consenso informato, e illustra la tecnica attraverso un filmato che permette la conoscenza esatta della metodica.
«La legge sulle cure palliative approvata in Parlamento - spiega il direttore generale dell'azienda, Luigi D'Elia - ha il grande pregio di porre in risalto la necessità che il dolore non può attendere. Ha ben fatto, quindi, il Parlamento a introdurre, ancorché nel dolore cronico, il trattamento analgesico per la terapia del dolore acuto. Si riuscirà quindi a seguire la tendenza fissata dell'Oms sull'ospedale senza dolore. Da noi il parto in analgesia è in costante e graduale aumento». «Si è passati da 357 parto-analgesie peridurali del 2005 a 628 del 2009 - sottolinea il professor Mario Di Lazzaro, direttore del Dipartimento di Anestesia e Rianimazione - con un incremento del 50 per cento circa. Nel 2009 su 1979 parti effettuati nel nostro complesso ospedaliero la metà è stata effettuata in epidurale. Il restante 40 per cento erano cesarei e, di conseguenza, solo un 10 per cento di pazienti non ha scelto l'analgesia per convinzioni religiose o scelte personali di altro tipo».
L'epidurale consente alle donne di partorire, da sveglie e collaboranti, senza dolore pur mantenendo tutte le attività fisiologiche per l'espletamento del parto stesso.
Al San Giovanni-Addolorata questo servizio è offerto da quattordici anestesisti in servizio di guardia a titolo volontaristico che non percepiscono compenso, coadiuvati da ostetriche, ginecologi e infermiere. Ed è sempre e comunque gratuito per le partorienti.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...