Sanità, via libera al «day service»

L’assessore Claudio Montaldo annuncia l’istituzione del modello di «day service ambulatoriale», un pacchetto di prestazioni complesse a carattere prevalentemente diagnostico che, come avviene per il day hospital vengono effettuate nello stesso giorno con il pagamento di un ticket da parte del cittadino che non è esente e che può arrivare fino a un massimo di 36,15 euro per otto prestazioni. La giunta Burlando approva inoltre un assestamento di bilancio da 13 milioni di euro e l'assessore regionale Pippo Rossetti preannuncia la chiusura della Protezione civile. Il governatore, poi, si schiera a fianco del presidente del coordinamento delle Regioni Vasco Errani e spiega che anche la Liguria, se si faranno i tagli annunciati, dovrà restituire le deleghe allo Stato. «È impossibile - ha detto Burlando - togliere 5 miliardi alle Regioni lasciando però agli enti locali l'onere di alcune importanti deleghe. La Liguria ha risparmiato già 70 milioni di euro. Ne potremo risparmiare un'altra ventina, ma di più no perché non saremmo più in grado di mantenere i servizi. Quella di Tremonti è una manovra che non taglia alla politica locale, ma, piuttosto, taglia ai cittadini». L'assessore Rossetti e il governatore hanno spiegato che i margini di manovra per la Liguria possono essere dell'uno per cento e non del 14 per cento del totale del bilancio che è di circa un miliardo di euro.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti