Savona L’altro senatore spacca il Pdl

Ne ha eletti «solo» tre. E al momento pare che per fortuna uno non abbia intenzione di imitare i suoi colleghi. Il Pdl, in effetti, è alle prese con il caso dei senatori che improvvisamente sembrano parecchio «irrequieti». E se Enrico Musso ha sorpreso dirigenti ed elettori con il gran rifiuto del voto sul processo breve, Franco Orsi non risparmia accuse dirette al suo partito, bocciando addirittura i suoi candidati per le regionali prima ancora che vengano sottoposti al giudizio degli elettori. Una bomba, quest’ultima, che è già esplosa e che ha scatenato inevitabilmente la reazione di altri esponenti del partito. Una reazione destinata a non esaurirsi e a provocare altri «malumori». Sì, perché proprio di «malumori» ha parlato lo stesso Franco Orsi a proposito della composizione della lista del Pdl in provincia di Savona a sostegno della candidatura di Sandro Biasotti. Non solo. Il senatore è stato fin troppo esplicito, ma non nel corso di un provato incontro di partito, ma con dichiarazioni pubbliche e pesanti: «Questa non è affatto la miglior lista possibile, non guarda né all’interesse del partito, né a quello di Biasotti». (...)
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.