La serata La satira? Finisce nel wc Non si salva neppure Marilyn (finta)

Il pezzo forte arriva dopo una Monroe impacciata e finta seducente che canta «Happy Birthday» e poi sviene. Battuta: «Non ci sono più le Marilyn di una volta». Arriva dopo il grazie al presidente del Consiglio che consente la messa in onda «nel giorno del suo compleanno». Arriva dopo gli auguri al capo del governo, questa volta «D’Addario» (leggasi da Dario, Dario Vergassola). Arriva dopo un video con «il meglio di» - i servizi di fine telegiornale del Tg1, i più leggeri. E stoccata anche al tg più visto dagli italiani. Arriva dopo che «Elio e le storie tese» promettono che presidieranno il programma «in modo che non vi cancellino». Insomma l’attesa è lunga prima del fatidico «Lost in Wc», il siparietto nei bagni di Palazzo Grazioli. Ma l’attesa è tutta un riferimento, un sobillare, un detto e non detto o un detto e stradetto a proposito del caso escort. Fino alla scena da Wc.
Non è un caso che prima ancora di andare in onda, la trasmissione «Parla con me» condotta da Serena Dandini avesse già scatenato una nuova polemica sulla Rai: «Stasera (ieri sera, ndr) mi risulta che la Dandini faccia una recita di tre minuti con ragazze non meglio identificate nei bagni, ricostruiti in studio, di palazzo Grazioli. Mi chiedo cosa c’entri questo con il servizio pubblico», aveva detto il sottosegretario alle Comunicazioni Paolo Romani.