Serie B, Scidone prova a spalmare la Samp

Serie B, Scidone prova a spalmare la Samp

La partita al sabato non s'ha da fare. Il Comune di Genova spera ancora in una risposta positiva da parte della Lega Calcio sul calendario di partite della Sampdoria, in serie B nel prossimo campionato. «Abbiamo già scritto una lettera alla Lega - spiega al consiglio comunale a palazzo Tursi l'assessore alla sicurezza Francesco Scidone, interrogato dai consiglieri De Benedictis (Idv), Grillo (Pd), Bernabò Brea (La Destra), Grillo (Pdl) e Murolo (L'altra Genova) - Stiamo aspettando una risposta». E si punta tutto su anticipi e posticipi: «La serie B gioca di norma il sabato - continua Scidone -, Abbiamo chiesto che la Samp possa giocare in anticipo o in posticipo, il venerdì o al lunedì sera. O, ancora, la domenica con la serie A. Riteniamo che quest'ultima ipotesi sia la più la improbabile. Altra cosa per il venerdì o il lunedì: anche dal punto di vista dei diritti televisivi potrebbero esserci meno problemi».
La possibilità è al cinquanta per cento: «Da regolamento, circa metà delle partite potrebbero essere giocata in orari diversi. Confidiamo in questo». Anche il quartiere di Marassi è in attesa. Con lui, gli ambulanti del mercato di via Tortosa che è in attività il sabato mattina. Stando alle regole previste dal decreto sicurezza, per le partite più a rischio l'area deve essere lasciata libera diverse ore prima della partita, in alcuni casi fino a otto ore prima del fischio di inizio. «Per Marassi il tutto rischia di diventare difficilmente gestibile, anche dal punto di vista della viabilità - commenta l'assessore alla sicurezza del comune di Genova - Poco lontano dallo stadio, inoltre, ci sono due istituti scolastici, la cui campanella di uscita potrebbe coincidere proprio con l'arrivo allo stadio delle tifoserie avversarie». Intanto, è stato convocato un tavolo di lavoro con il questore di Genova e gli assessori Giani Vassallo (con delega al commercio), e Stefano Anzalone, (sport), per definire meglio la questione. Richiesto anche un incontro con il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, per trovare con lui possibili soluzioni.
Per quanto riguarda la costruzione della nuova squadra che dovrà tentare l’immediata risalita in serie A, la Samp sembra attendere l’esito dei play off che vedono impegnati sia il nuovo allenatore Atzori (Reggina), sia il nuovo ds Sensibile (Novara). Nel frattempo Edoardo Garrone intende capire quali dei giocatori retrocessi rimarrebbero alla Samp con le giuste motivazioni. Sottotraccia comunque i dirigenti blucerchiati stanno seguendo l'esterno del Rimini Daniel Onescu.

Commenti