Al Sistina con la Goggi e Proietti

L’ugola jazz di Nicky Nicolai e il timbro soul di Mario Venuti nel nuovo cartellone del Sistina, per una stagione teatrale all’insegna del ritorno in scena dell’orchestra. Sia la Niccolai che Venuti sono stati, infatti, reclutati dal regista Massimo Romeo Piparo per debuttare il 19 ottobre in Jesus Christ Superstar, nei ruoli di Maria Maddalena e Ponzio Pilato. Quest’anno il musical di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, tra i più applauditi a Brodway, festeggia i 15 anni dal primo allestimento italiano e i 5 della scomparsa di Carl Anderson, indimenticabile Giuda teatral-cinematografico. Per rendere onore a questo artista, il cui ruolo in Jesus Christ è stato affidato a Matteo Becucci (il secondo vincitore di X Factor), prima del debutto al Sistina sarà proiettato un video con immagini inedite di Anderson.
Tornando al cartellone della stagione 2010-11, a giudicare dai titoli e dallo spessore degli artisti, emerge un continuum tra tradizione e attualità che contraddistingue il tempio della commedia musicale italiana: palco che torna ad alzare il sipario su un classico targato Garinei e Giovannini (Rugantino), ad accogliere lavori (Scugnizzi) primedonne (Loretta Goggi, Marisa Laurito, Nancy Brilli) e primi attori (Gigi Proietti, Enrico Montesano) che non hanno bisogno di ulteriori biglietti da visita.
Forte dei suoi 26mila spettatori e di un incasso di 9 milioni di euro, il Sistina - che la passata stagione ha festeggiato i suoi primi sessant’anni - inaugura il cartellone il 21 settembre con Maurizio Battista. L’attore romano, senza lustrini né orchestrali, proporrà una performance da affabulatore tra gag, riflessioni fulminanti, e ipotesi di comicità quotidiana.
Dal 23 novembre al 13 febbraio, quasi tre mesi di tenitura, torna Rugantino che avrà il profilo e l’eloquio di Enrico Brignano: «Lavoreremo nel rispetto del copione originale e riapriremo anche alcuni tagli spariti dalle prime edizioni» dice il coreografo Gino Landi, parlando dell’allestimento che punterà su scenografie e costumi d’epoca.
Nel solco dei ritorni, delle orchestre e delle primedonne s’innestano gli altri spettacoli. Come Sette sette profili di donna (madre, moglie, donna in carriera eccetera) scritti per Nancy Brilli da altrettanti autori (dal 22 febbraio), a Scugnizzi, l’energetico musical di Claudio Mattone e Enrico Vaime che ha tagliato le seicento repliche e dal 15 marzo si affida a un cast completamente rinnovato.
Dal 5 aprile Loretta Goggi propone una galleria di imitazioni irresistibili (da Renato Rascel ad Arisa), canzoni, balletti e la sua personalità carismatica in S.P.A. - Solo per amore. A fine mese, soltanto per quattro repliche, è la volta di Enrico Montesano impegnato con un nuovo copione, mentre dal 3 maggio Marisa Laurito presenta Show! Tutti insieme abbondantemente spettacolo contro l’anoressia condito dal buonumore dell’attrice e dalle piroette delle Pagnottell Ballet.
Giù il sipario con Gigi Proietti e il suo nuovo copione ancora work in progress.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti