A 16 anni la principessa Vittoria di Savoia debutta in società come "erede"

Svolta storica del casato dei Savoia che, con un comunicato ufficiale, ha annunciato che la legge di successione consentirà alle donne della famiglia di diventare eredi dirette, con "prelazione" della linea rispetto al grado

A 16 anni la principessa Vittoria di Savoia debutta in società come "erede"

Dopo la svolta epocale che sta vivendo la monarchia inglese, anche il casato dei Savoia ha deciso di metter mano alle millenarie leggi di successione, assecondando "la naturale evoluzione della società moderna". Con un comunicato ufficiale di Vittorio Emanuele di Savoia, la famiglia ha annunciato il radicale cambiamento delle leggi di successioni che fino ad oggi seguivano la discendenza diretta per grado. Da oggi, invece, i Savoia applicheranno la regola della "primogenitura assoluta, con prelazione della linea rispetto al grado". Questo significa che, dopo Emanuele Filiberto di Savoia, l'erede della dinastia diventerà la giovanissima Vittoria.

Vittoria di Savoia, 16 anni, è la primogenita di Emanuele Filberto di Savoia e sua moglie Clotilde Courau. La scelta di cambiare le millenarie leggi arriva dal desiderio dei Savoia di guardare al futuro, adeguandosi alla moderna società: "La Real Casa di Savoia, Considerando la naturale evoluzione della società odierna che si muove verso La Rustica di l'eliminazione di ogni forma di discriminazione tra le persone, ha deciso di adeguare allo spirito dei tempi la legge di successione della propria casa".

L'annuncio a sorpresa non cambia però la linea di successione della casata dei Savoia. La posizione di erede di Emanuele Filiberto rimane indiscussa e invariata, ma le figlie Vittoria e Luisa di Savoia diventano a tutti gli effetti eredi a loro volta, senza che ci sia necessariamente un figlio maschio in famiglia. Le principesse Vittoria e Luisa di Savoia sono dunque pronte a fare il loro debutto in società con il primo impegno istituzionale. Affiancheranno infatti il padre durante la cerimonia di commemorazione di re Umberto II e della regina Maria Josè il 14 marzo 2020, presso la Reale abbazia di Altacomba, in Francia. A soli 16 anni, Vittoria di Savoia diventa dunque erede del casato dei re d’Italia, ottenendo per volontà del nonno paterno il titolo di altezza reale e principessa reale, nonché principessa di Carignano e marchesa di Ivrea. L'annuncio ha avuto il sapore della sorpresa anche per la giovane figlia di Emanuele Filiberto. Come riporta il Corriere, Vittoria avrebbe chiesto al padre: "Che cosa comporterà il nuovo ruolo di erede del casato, se dovrà studiare di più?".

Commenti