Amber Rose: "I repubblicani sono gay"

Amber Rose ha esposto la sua teoria sui Repubblicani durante una recente intervista in cui le hanno chiesto cosa ne pensasse dell'ipocrisia dopo la strage di Orlando

Amber Rose: "I repubblicani sono gay"

Amber Rose aveva già dimostrato in queste settimane di non gradire i Repubblicani: era infatti entrata a far parte di una lista di vip che minaccia di lasciare gli Stati Uniti qualora Donald Trump ne diventasse presidente. Ma stavolta ha parlato del partito, o meglio di metà del partito, dicendo che appunto il 50% dei suoi componenti è gay.

È accaduto durante una recente intervista per Daily Beast, in vista del debutto con The Amber Rose Show il prossimo 8 di luglio. La domanda scatenante era relativa al fatto se la modella avesse percepito un'ipocrisia di fondo a seguito della strage di Orlando avvenuta nelle scorse settimane.

Amber Rose, che tiene per Hilary Clinton, è stata categorica: "Metà degli uomini Repubblicani è gay in ogni caso - ha detto - e poi vota contro il matrimonio gay ed esce a fare sesso con il proprio fidanzato mentre la moglie è a casa a prendersi cura dei bambini." Ma, secondo le opinioni dei detrattori di Amber raccolte in rete, non si può operare una simile generalizzazione in base a pochi casi.

Il motto di Amber è infatti un grido di libertà sentimentale e sessuale, che l'ha portata all'invenzione della SlutWalk, un evento annuale nato per osteggiare le etichette, la colpevolizzazione delle vittime e le diseguaglianze di genere, cercando di dar forza a minoranze come trans o lavoratrici del sesso. Quest'ultima categoria sta particolarmente a cuore alla modella, dato che a 15 anni era una spogliarellista e che ancora oggi sostiene il duro lavoro delle sue ex colleghe.

Commenti