Carlo Conti dice no a Tale e Quale Kids: "I bambini devono fare i bambini"

Carlo Conti parla di Tale e Quale Show e dice no a una versione per bambini: "Lo dico da uomo di televisione ma anche da padre"

Stasera andrà in onda su Rai1 la seconda puntata di Tale e Quale Show, il programma condotto da Carlo Conti in cui 13 Vip si sfidano a colpi di imitazioni. La prima puntata è stata vinta da Lidia Schillaci. Conti, intervistato dal settimanale Vero, ha svelato che nella decima puntata la giuria composta da Loretta Goggi, Vincenzo Salemme e Giorgio Panariello, sarà chiamata a giudicare le esibizioni di gente comune.

Il conduttore fiorentino non esclude in futuro di fare un'intera edizione nip di Tale e Quale Show ma di una cosa è certo: "Contrariamente a quello che succede all'estero, non farei mai una versione con i bambini di questo programma. Lo dico da uomo di televisione e da padre: mi piacciono i bambini che fanno i bambini. Ecco perché invece ho detto di si allo Zecchino d'Oro, per esempio" .

Carlo Conti non considera Tale e Quale Show una gara, è solo un pretesto per fare varietà: "Per questo dalla giuria ascolterete sempre e solo osservazioni bonarie. Nessuna polemica, quindi, e nessun litigio finalizzato ad alzare di mezzo punto lo share. Anche quest'anno vorrei regalare un paio d'ore di spensieratezza a chi è a casa".

Infine Conti, che ha condotto tre edizioni consecutive del Festival di Sanremo, ha detto la sua su Amadeus che avrà l'onore di presentare l'edizione n.70 della kermesse canora: "Amadeus è un amico e sono felice che il Festival sia stato affidato a lui. Abbiamo fatto entrambi tanta gavetta partendo dalle radio e condividiamo la passione per la musica. E' giusto che gli sia stata data questa prestigiosa opportunità: farà bene, ne sono certo, e si divertirà".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.