Coronavirus

Il Coronavirus ferma anche James Bond

Da mesi la data ufficiale per il lancio dell'ultimo capitolo della saga di 007 era fissata per il prossimo 20 aprile, ma per non rischiare ulteriori casi di contagio, dovuti all'assemblamento del pubblico nelle sale, è slittata a novembre

Il Coronavirus ferma anche James Bond

Era tutto pronto per lanciare l’ultimo film di James Bond, il 25esimo della serie dedicata all’agente segreto più famoso del mondo, quando oggi, all’improvviso è arrivato l’annuncio della casa di produzione, la MGM, a spegnere ogni entusiasmo. Il film, intitolato "No Tome to die" e interpretato, per l’ultima volta sullo schermo, da Daniel Craig nei panni di Bond, sarebbe dovuto uscire in tutto il modo il prossimo 20 aprile, con tanto di scintillante premiere a Londra con il cast al completo. Ma, causa Coronavirus, che sta facendo saltare in tutto il mondo, importanti eventi culturali e sportivi, posticipandoli di settimane o addirittura mesi, sperando che allora il rischio Covid 19 si sia quantomeno placato, la premiere a Londra è stata annullata e l’uscita del film rimandata addirittura di ben 7 mesi.

Come battono le agenzie in queste ore, riprendendo il comunicato stampa ufficiale diramato dalla casa di produzione del film, "MGM, Universal e i produttori di Bond, Michael G Wilson e Barbara Broccoli, hanno annunciato, che dopo un'attenta valutazione e attraverso l'analisi del mercato cinematografico globale, l'uscita di ‘No time to die’, prevista per il prossimo 20 aprile, sarà posticipata". Grande delusione trai fan che erano già pronti a gustarsi l’ultima avventura di James Bond e ammirare l’interpretazione non solo di Daniel Craig, che veste per l’ultima volta i panni di 007 sul grande schermo, ma anche dell’attore Premio Oscar per "Bohemian Rapsody" Rami Malek, che interpreta il villain di turno.

Ma soprattutto una doccia gelata per gli inglesi che si sono dovuti arrendere di fronte alla gravità della situazione. Nessuno della produzione del film intende addossarsi la colpa di aver spinto in un periodo del genere la gente ad accalcarsi in una sala per vedere il film o dietro le transenne per ammirare i loro divi preferiti attraversare il red carpet per la premiere.

Il film, diretto da Cary Joji Fukunaga, con Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Rami Malek, verrà rilasciato nel Regno Unito il prossimo 12 novembre 2020 dopo la premiere londinese. Seguiranno quindi altre grandi premiere in tutto il mondo, tra cui quella a Los Angeles il 25 novembre. In Italia il film uscirà il 12 novembre, in contemporanea al Regno Unito. F

inora da noi le sale cinematografiche sono tra quei luoghi di aggregazione sociale da evitare possibilmente per non rischiare il contagio da Coronavirus, il che ha portato i cinema a perdere milioni di euro in incassi.

Difficile pronosticare quale sarà la situazione da oggi al prossimo novembre, mentre anche nel Regno Unito il numero di persone contagiate continua a salire, con la Regina che ha preso ad usare i guanti in pubblico per salutare diplomatici ed ospiti che durante gli eventi le tendono la mano.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti