Fabio Fazio pronto a traslocare (ma non lascia la Rai)

Valige pronte per Fabio Fazio, che dalla prossima stagione dovrebbe tornare su Rai3 con il suo Che tempo che fa; pronto anche un rinnovo contrattuale, vista la scadenza il prossimo giugno

Arriva giugno e nei corridoi televisivi il mormorio aumenta in vista della prossima stagione. Il sesto mese dell'anno segna la fine di (quasi) tutte le produzioni di metà anno ed è tempo di bilanci per valutare le mosse per la ripartenza di settembre. I palinsesti televisivi sono una scacchiera e tutti i pezzi devono essere collocati al meglio per vincere la partita degli ascolti, senza mai dimenticare i contratti in scadenza da rinnovare o da far decadere. Tra quelli che rientrano nella prima categoria c'è Fabio Fazio, che dall'anno prossimo potrebbe non trovare più posto nelle griglie di Rai2. A darne notizia è l'autorevole sito televisivo Davidemaggio.it, che trova conferma anche nelle indiscrezioni de Il Fatto Quotidiano.

Il conduttore di Che tempo che fa sembra destinato a traslocare su Rai3 già dalla prossima stagione. Un percorso strano quello di Fabio Fazio in Rai, che è iniziato proprio sul terzo canale delle televisione di Stato, dove ha raccolto i maggiori successi. Per tanti anni Che tempo che fa è stata una roccaforte inespugnabile su Rai3 fin dal 2003, finché il conduttore non ha ottenuto la promozione in pompa magna su Rai1 nel 2017. Un'esperienza durata due stagioni per Fabio Fazio, che sul primo canale ha traslato in toto il suo modus operandi e i protagonisti della sua narrazione. Quello è stato un esperimento riuscito solo in parte, che l'anno scorso ha convinto le sfere della Rai a spostare Fabio Fabio e il suo carrozzone su Rai2. Per qualcuno una retrocessione, e in linea di logica dovrebbe essere così, anche se i conti e il contratto del conduttore sembrano dire altro. Come riporta Il sole 24 ore, in un articolo dello scorso dicembre, L'Officina Srl ha portato i suoi ricavi a 11,05 milioni nel 2018. L'Officina è la società di Fabio Fazio (50%) e Magnolia (50%) costituita nel 2017 quando il conduttore e l'azienda stabilirono in passaggio da Rai3 a Rai1, firmando un contratto quadriennale.

L'evoluzione dei fatti ha poi cambiato alcuni elementi dell'accordo, soprattutto alla luce del passaggio a Rai2. Un contratto da 2,2 milioni all'anno per il conduttore, come riferito dal Corriere della sera nel 2017, che destò non pochi malumori negli ambienti televisivi e politici e che ora è pronto per essere rinnovato. Infatti, al netto delle voci che periodicamente lo danno in partenza dalla Rai, Fabio Fazio non ha alcuna intenzione di lasciare la tv pubblica ma, anzi, pare che insieme al suo manager sia impegnato nelle trattative di rinnovo, nonostante la scadenza del contratto in essere sia il prossimo giugno 2021. Avrebbe ancora un'intera stagione davanti ma, come si dice, è sempre meglio battere il ferro finché è caldo, perché tra qualche mese non è detto che le correnti siano così favorevoli come ora e il rischio che a Viale Mazzini cambi aria è troppo alto per poter rischiare.

Con il passaggio su Rai3, che rappresenta per lui un ritorno alla base, la modalità del programma non cambierà per Fabio Fazio. Il programma continuerà a occupare i due slot dell'access e del prime time, quindi il neo direttore Franco Di Mare dovrà trovare il modo di incastrare al meglio la corazzata di Che tempo che fa per la prossima stagione. Gli ascolti registrati su Rai2 da Fazio non sono stati eccellenti ma il ritorno su Rai3 potrebbe giovare al conduttore, che ritrova il suo bacino di pubblico di riferimento e non dovrà contendersi lo spazio con il tg, avendo la possibilità di godere di un perfetto autotraino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.