Fazio invita Lucano a "Che tempo che fa". Insorge la Lega

Ancora bufera sul sindaco di Riace, Mimmo Lucano. La Lega avvisa Fazio: "No a strumetalizzazioni ideologiche"

Fazio invita Lucano a "Che tempo che fa". Insorge la Lega

Ancora bufera sul sindaco di Riace, Mimmo Lucano. Il primo cittadino del piccolo centro calabrese era andato ai domiciliari con l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Successivamente gli arresti dominciliari sono stati revocati ed è pure arrivato l'invito in tv da parte di Fabio Fazio che vuole in studio il sindaco di Riace a Che tempo che fa. Ma proprio su questo invito si è scatenata una vera e propria bufera politica. La Lega infatti ha preso posizione e ha attaccato il conduttore di Rai Uno.

"La tv pubblica non può divulgare modelli distorti sull’onda di strumentalizzazioni ideologiche", hanno affermato in una nota i parlamentari del Carroccio in Vigilanza Rai. Una posizione chiara quella dei leghisti che di fatto apre un caso proprio sulla prossima puntata di Che tempo che fa. "Nonostante la revoca agli arresti domiciliari, è evidente come Lucano sia accusato di aver violato norme civili, amministrative e penali sull’accoglienza. Chiediamo quindi che Fazio non chiami il sindaco in trasmissione", hanno aggiunto i parlamentari leghisti. Ed è già pronta una interrogazione in commissione di Vigilanza.

Commenti