Gf Vip, Cucuzza fa la respirazione bocca a bocca alla Rusic. Rita: "Ha messo la lingua"

Primo siparietto divertente tra Rita Rusic e Michele Cucuzza. Il pubblico esplode

Fra lustrini, colori e luci a neon è iniziata la quarta edizione del Gf Vip, la ventesima da quando il Gf è arrivato in Italia. Quest'anno, al timone del programma, c'è il re del gossip, delle indiscrezioni e dei petteolezzi: Alfonso Signorini. Ma in questo cammino, il direttore del settimanale Chi non sarà da solo. Una scintillante Wanda Nara e un istrionico Pupo saranno i suoi compagni d'avventura.

E dopo le dovute presentazioni che un grande evento del genere richiede, si entra nel vivo del reality. Il primo ad entrare dalla porta rossa è l'insospettabile Michele Cucuzza. Il giornalista sarà un concorrente che darà un tocco in più alla Casa, ai concorrenti e ai telespettatori. E di questo ne siamo certi. Ma non appena entrato al Gf Vip deve fare i conti con il primo scherzo. Signorini, infatti, gli chiede di spaventare la prossima concorrente, Rita Rusic.

Si fanno le prove, tutto sembra essere al posto giusto, peccato che la produzione sia "malefica" e abbia organizzato un contro-scherzo. Sarà infatti Rita Rusic a dover spaventare Cucuzza facendo finta di svenire. Rita entra così nella Casa, lo scherzo riesce e il giornalista si spaventa.

"Falle una respirazione bocca a bocca", consiglia Signorini. "Ma pensi che sia il caso?", domanda Cucuzza. "E certo - continua il conduttore del Gf Vip -. Guarda che bella donna e tu la lasci lì così?!? Dai forza". Michele non se lo lascia ripetere due volte e appoggia la sua bocca sopra quella dell'attrice. Ma qualcosa sembra non andare per il verso giusto.

"Ma questo mette la lingua, non soffia", urla Rita scattando in piedi. Immediatamente, Cucuzza scoppia a ridere, i due si abbracciano e lo studio esplode. "Abbiamo rotto proprio il ghiaccio - esclama Signorini -. Non c'era modo migliore". E così la prima puntata del Gf Vip può partire.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.