L’omaggio di Kate Middleton ai sopravvissuti della Shoah

Kate Middleton ha dedicato un toccante ricordo ai sopravvissuti della Shoah nel Giorno della Memoria, unendo all’omaggio la sua grande passione per la fotografia

Sebbene qualcuno continui a ignorarlo o a far finta di non sapere, l’orrore nazista ha strappato le vite dei 2/3 degli ebrei europei, circa sei milioni di persone. Una tragedia che si è mescolata al dramma della guerra, a un’ideologia folle e a troppa sofferenza che non possiamo dimenticare. Nella Giornata della Memoria che ricorda il 75esimo anniversario dalla liberazione di Auschwitz-Birkenau anche Kate Middleton ha voluto dedicare un omaggio molto emozionante ai sopravvissuti della Shoah, come riporta Vanity Fair.

Come sappiamo Kate è una grande appassionata di fotografia, tanto da essere stata insignita del patronato della prestigiosa Royal Photographic Society. Sono suoi molti degli scatti dei principini George, Charlotte e Louis che compaiono sull’account Instagram ufficiale di Kensington Palace. Inoltre la tesi di laurea della duchessa ha come argomento proprio la storia dell’arte fotografica. Per onorare il significato del 27 gennaio Kate Middleton ha fotografato due sopravvissuti all’Olocausto, Steven Frank (84 anni), tornato da Auschwitz e Yvonne Bernstein (82), che si nascose in Francia durante la Seconda Guerra Mondiale, protetta da uno zio che venne ucciso per averle salvato la vita.

Entrambi vivono in Gran Bretagna e a proposito di queste foto Kate Middleton ha dichiarato: “Nonostante l’incredibile trauma vissuto all’inizio della loro vita, sono due delle persone più affascinanti che ho avuto il privilegio di incontrare” e ha proseguito: “Guardano indietro alle loro esperienze con tristezza ma anche con gratitudine per essere stati alcuni dei pochi fortunati a sopravvivere. Le loro storie rimarranno con me per sempre”. La duchessa ha anche detto: “Io sono stata fortunata abbastanza da incontrare due dei pochi sopravvissuti, ma riconosco che non tutti in futuro avranno la possibilità di ascoltare queste storie direttamente dai protagonisti. È di vitale importanza che i loro ricordi siano conservati e tramandati alle future generazioni, in modo che ciò attraverso cui sono passati non venga dimenticato”.

Il magazine Hello rivela che Kate ha scattato le foto a Kensington Palace e avrebbe trovato l’ispirazione nel suo passato, in particolare nella lettura del Diario di Anna Frank. In effetti Kate Middleton è riuscita a catturare attraverso l’obiettivo l’anima di queste persone, la loro ritrovata serenità che, tuttavia, è rimasta in parte ancorata al passato e non potrebbe essere altrimenti. Gli scatti mostrano una tranquillità privata della leggerezza di vivere e sono davvero commoventi. Secondo quanto riportato dai tabloid la duchessa avrebbe preparato con cura il set fotografico e trascorso circa due ore e mezzo a parlare con Frank e Bernstein.

I duchi di Cambridge hanno anche reso omaggio alle vittime della guerra partecipando allo UK Holocaust Memorial Day Commemorative Ceremony, ovvero la cerimonia di commemorazione delle vittime dell’Olocausto che si è tenuta a Westminster. In quest’occasione Kate Middleton e il principe William hanno incontrato molti dei sopravvissuti alla Shoah. In quest’occasione il duca di Cambridge ha letto un estratto della lettera in cui la principessa Alice, bisnonna del duca, racconta come è riuscita a nascondere degli amici ebrei nella sua casa.

As part of the commemorations for the 75th anniversary of the end of the Holocaust, The Duchess of Cambridge has taken photographs of two Holocaust survivors with their grandchildren. The first photograph features Steven Frank with his granddaughters, Maggie and Trixie. Alongside his mother and brothers, Steven was sent to Westerbork transit camp then to Theresienstadt. Steven and his brothers were 3 of only 93 children who survived the camp - 15,000 children were sent there. The Duchess also photographed Yvonne Bernstein with her granddaughter Chloe. Yvonne was a hidden child in France, travelling in the care of her aunt and uncle and frequently changing homes and names. The Duchess said: “I wanted to make the portraits deeply personal to Yvonne and Steven – a celebration of family and the life that they have built since they both arrived in Britain in the 1940s. The families brought items of personal significance with them which are included in the photographs. It was a true honour to have been asked to participate in this project and I hope in some way Yvonne and Steven’s memories will be kept alive as they pass the baton to the next generation.” The portraits will form part of a new exhibition opening later this year by @holocaustmemorialdaytrust, Jewish News and @royalphotographicsociety , which will feature 75 images of survivors and their family members. The exhibition will honour the victims of the Holocaust and celebrate the full lives that survivors have built in the UK, whilst inspiring people to consider their own responsibility to remember and share the stories of those who endured Nazi persecution. Portraits ©The Duchess of Cambridge

Un post condiviso da Kensington Palace (@kensingtonroyal) in data: