Dopo la polemica per i baci a C'è posta per te, parla la De Filippi: "Vi spiego cosa è successo"

Dopo le polemiche a C'è posta per te per il mancato distanziamento, Maria De Filippi rivela cosa è veramente successo

Durante il fine settimana è montata una polemica molto particolare che ha interessato uno dei programmi più celebri delle reti Mediaset. Stiamo parlando di C’è Posta per te, condotto dall’iconica Maria De Filippi. Lo show di Canale 5, che è tornato in tv il 9 gennaio confermandosi uno dei programmi più visti del sabato sera con oltre sei milioni di telespettatori, è stato criticato perché in studio non sono state rispettate le norme anti-contagio. Fin dalla prima storia, che ha visto Sabrina Ferilli come indiscussa protagonista, sul web in molti hanno notato che durante la trasmissione di Maria De Filippi non è stato rispettato il distanziamento, l’obbligo delle mascherine e il divieto di baci e abbracci.

Di solito, gli episodi del programma sono in produzione tra fine agosto e settembre. Questa precisazione, però, non è servita a placare le polemiche. Ed è proprio Maria De Filippi che prende la parola a 24 ore dai messaggi che hanno invaso la rete. La conduttrice è stata ospitata da Fabio Fazio a Che tempo che fa, nella puntata del 10 gennaio su Rai Tre, e tra le tante cose, è stata anche interrogata su quanto è successo. Con pacatezza, Maria De Filippi ha messo in chiaro il motivo dell’atmosfera rilassata che si respirava a C’è Posta per te. "A favorire le registrazioni del programma è stato il periodo, cioè quello pre-estivo – afferma -. Un momento in cui i dati epidemiologici si stavano notevolmente abbassando. Come si è visto, tutti i mittenti e tutti i destinatari della posta sono stati sottoposti al tampone e immediatamente isolati in un albergo – aggiunge -. Così da scongiurare ogni possibilità di contagio. Non nego però che qualcuno è anche stato rimandato indietro a seguito di tampone positivo". Durante l’intervista, si è discusso anche del programma in genere. Non solo sul problema del distanziamento.

"C’è Posta Per Te cambia in parallelo con la gente, con il momento storico che la gente sta vivendo – afferma Maria De Filippi-. Quindi le storie seguono questo cambiamento. Ad esempio, c’era la storia di una ragazza che ha chiamato perché il padre aveva perso il lavoro. Più avanti ci saranno storie di persone che hanno perso i loro cari nelle terapie intensive".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Marcbe

Lun, 11/01/2021 - 18:49

La tv italiota trasmette i programmi adatti al popolo bue