Meghan Markle torna a lavorare e inizia da Vogue

Come avevamo anticipato tempo fa la Duchessa del Sussex Meghan Markle è tornata a lavorare e lo ha fatto in un ambito che ama particolarmente quello del giornalismo con la rivista Vogue

Meghan Markle torna a lavorare e inizia da Vogue

Ve lo avevamo annunciato qualche tempo fa, e avevamo ragione. Meghan Markle ha iniziato a lavorare e lo ha fatto su Vogue UK. Sarà infatti curatrice e ospite del numero di settembre di British Vogue e sulla copertina ha messo 15 donne che lei ammira.

La duchessa è diventata una delle prime donne a modificare la "bibbia" della moda, in un numero speciale dal titolo di “Forces for Change”. Queste 15 donne comprendono celebrità, politici, attivisti, tutti per parlare di temi importanti come la diversità, i diritti dei trasgender e i cambiamenti climatici.

Non tutti però sono rimasti entusiasti di questa edizione, c’è chi ha considerato questa scelta come “spazzatura”, chi ha bollato la rivista come “Assolutamente orribile”. Nel numero di settembre, Meghan ha scelto di inserire celebrità come l’attrice Jane Fonda, la studentessa Greta Thumberg, in prima linea per la lotta al cambiamento climatico.

Lei. però, ha deciso di non comparire sulla copertina poiché riteneva che sarebbe stata una cosa troppo eccessiva, come riportato dal caporedattore della rivista Edward Enninful. Una vera rivoluzione per il giornale che considera da sempre, il numero di settembre come l’edizione più importante dell’anno.

Alla duchessa, ex attrice e femminista dichiarata, inizialmente era stato chiesto di comparire in copertina, ma è stata proprio lei a rifiutare fermamente la proposta perché voleva concentrarsi soprattutto sulle donne che ammira, sia sul fronte della moda, della tecnologia o del benessere.

Meghan si è anche occupata di selezionare i contributi per essere certa che gli argomenti venissero trattati in maniera giusta secondo quello che si era preposta. Oltre a Jane fonda e Greta Thumberg, di cui abbiamo già parlato, all’interno è presente la modella Adwoa Aboah, la trascendere Orange Is, l’attrice nera Laverne Cox e il primo ministro neozelandese Jacinda Arden.

C’è però da dire che Meghan non è la prima reale a dedicarsi al giornalismo. Anche il Principe Carlo e lo stesso Harry in passato hanno cercato attraverso la scrittura, di parlare di alcuni temi vicini alla loro sensibilità. Nel 2016 anche Kate Middleton è stata la protagonista del numero centenario di Vogue, ma c’è da dire che a differenza, Meghan è parte attiva nella realizzazione. La Duchessa ha posato per un’unica foto all’interna della rivista, un’immagine in bianco e nero scattata all’interno dell’associazione Smart Works a Londra che aiuta le donne provenienti da contesti di violenza.

Il numero nasce da un lungo lavoro iniziato addirittura a gennaio che ha visto la luce solo pochi giorni fa. Una fonte ha dichiarato che ha lavorato moltissimo sia durante, che dopo la gravidanza, ricevendo il suo team a Kensington Palace e a Frogmore Cottage. La duchessa su questo lavoro ha rilasciato una sola dichiarazione: “Questi ultimi sette mesi sono stati un processo gratificante curando e collaborando con Edward Enniful per affrontare il tema del numero di Vogue più letto dell’anno e indirizzarlo verso le cause, i valori e le persone che hanno avuto un grande impatto nel mondo attuale.

All’interno anche un’intervista al Principe Harry.

Commenti