Monica Bellucci non ci sta: "La donna madre non è più desiderabile?"

Monica Bellucci si è sfogata in una nuova intervista sul ruolo della donna-madre assunto nella società moderna

Il suo fascino è senza tempo. E oggi, all'età di quasi 55 anni, Monica Bellucci non sente nostalgia per il passato e guarda fiduciosa verso il futuro. L'attrice italiana, che da tempo vive in Francia, ha concesso un'esclusiva intervista a Vanity Fair, nel corso della quale ha rilasciato alcune dichiarazioni sul suo essere donna e al tempo stesso madre, parlando in generale del ruolo della donna-madre assunto nella società moderna.

La magnetica Monica crede in "una legge cosmica che in qualche modo regoli una giustizia universale. Parlare di Dio è troppo". Circa la sua concezione di Dio, la Bellucci ha dichiarato: "Da umana non mi sento autorizzata a volare così alto". L'attrice ha voluto spendere anche qualche parola sulle sue figlie, Deva e Leonie, nate dal lungo matrimonio con Vincent Cassel (il quale è diventato recentemente di nuovo padre: la moglie, la modella 22enne Tina Kunakey è diventata madre lo scorso aprile, ndr): "Le mie bambine assomigliano al padre, sono due vichinghe elegantissime. Ma parlano italiano, sono delle romanacce".

Monica, però, preferisce mantenere il massimo riserbo sul suo ex, Cassel, anche se sul ruolo della donna-madre nella società di oggi ha invece qualcosa da dire, che sembra voler alludere proprio all'ex marito: "Siamo nel pieno di un cambiamento enorme. Le donne escono allo scoperto, parlano di più, vedi molte più donne regista, donne pilota, donne arbitro. Diventa sempre più sottile il confine tra il bisogno di essere amate e però anche rispettate". E arriva la stoccata finale destinata al sesso maschile: "La donna madre, forse, non è più desiderabile? Ah boh… Ci lasciate fare le mamme e poi ve ne andate con altre donne".