Cultura e Spettacoli

Musica, arte, spettacoli, libri e storia: tre giorni nel segno dell'amor di patria

A Casale Monferrato verrà consegnato il Premio Lanza al regista Pupi Avati

Musica, arte, spettacoli, libri e storia: tre giorni nel segno dell'amor di patria

Arriva in Piemonte, a Casale Monferrato da domani a domenica, il Festival di CulturaIdentità. E in quest'anno così difficile assume un significato ancora più importante. Tre giornate di musica, arte e spettacolo, con grandi protagonisti del mondo della cultura, del cinema, del giornalismo, insieme per promuovere e valorizzare il territorio. Giunta alla quarta edizione, la manifestazione, patrocinata dalla Regione Piemonte e organizzata dall'Associazione CulturaIdentità in collaborazione con il Comune di Casale Monferrato, quest'anno sarà dedicata all'Amore per la Patria. Creata dal regista e attore Edoardo Sylos Labini, fondatore di un movimento che porta lo stesso nome del festival, ha l'obiettivo di valorizzare le radici storiche dei diversi territori.

«Abbiamo scelto Casale Monferrato - spiega Sylos Labini - perché fa parte della rete delle città identitarie che ho lanciato ad ottobre. Hanno aderito più di cento città e Casale ci ha chiesto di portare qui il nostro festival. Finalmente la cultura riparte. Ritornare a fare spettacolo dal vivo è una grande vittoria e poi siamo in una fase storica. Come al solito nei nostri festival raccontiamo le radici culturali e la storia delle città che ci ospitano. L'anno scorso eravamo ad Anagni, la città dei Papi. Quest'anno nella città che ha dato i natali a Giovanni Lanza».

Casale Monferrato ha gettato le fondamenta per la nascita dello Stato unitario e così onorerà uno dei protagonisti del Risorgimento, appunto il casalese Lanza, il presidente del Consiglio che ha realizzato l'Unità d'Italia, con l'istituzione di un premio che sarà consegnato a Pupi Avati. Si parte domani alle 20,30 nel Cortile ex Chiostro di Santa Croce a Palazzo Langosco con la Fanfara dei Bersaglieri «Roberto Lavezzeri» di Asti e poi con la visione della partita dell'Italia sul maxi-schermo. La serata, avrà come ospiti il cantante Enrico Ruggeri, il vignettista satirico Federico Palmaroli, alias Osho, e Alessandro Meluzzi. Poi il critico d'arte e vicedirettore editoriale del mensile CulturaIdentità, Angelo Crespi consegnerà il premio Dante Alighieri ai primi tre artisti classificati (su mille) del concorso realizzato in collaborazione con gli editori Art Now. «Domani in edicola, il numero di luglio di CulturaIdentità sarà dedicato proprio al tema dell'Amore per la patria, con una copertina-poster sullo scudetto tricolore inventato da Gabriele D'Annunzio con i ragazzi di Fiume di cento anni fa che non si inginocchiarono ai poteri forti europei», aggiunge Sylos Labini.

La serata del 3 luglio sarà dedicata al cinema e alle pellicole che raccontano il territorio piemontese. Durante la serata verrà consegnato il premio Lanza al maestro Pupi Avati, intervistato da Sylos Labini e Raffaella Salamina, direttore di Off. Il regista darà alcune anticipazioni sul suo prossimo film su Dante Alighieri.

Il terzo e ultimo giorno sarà dedicato al fumetto di Orwell, con ospiti il filosofo Stefano Zecchi e il vice direttore del Giornale Francesco Maria Del Vigo. La sera si terrà la prima nazionale dello spettacolo Il sistema, tratto dal libro di Alessandro Sallusti e Luca Palamara e adattato da Angelo Crespi.

Seguirà un dibattito con ospiti Gian Marco Chiocchi, direttore dell'AdnKronos, e gli stessi Sallusti e Palamara. Lo spettacolo si terrà poi il 19 agosto alla Versiliana di Marina di Pietrasanta e il 29 e 30 settembre al teatro Manzoni di Milano.

Commenti