"Nessuna aggressione omofoba". E la d'Urso silura Iconize: "Tu non mi usi"

Da Barbara d'Urso, Soleil Sorge ha rivelato che Iconize non è mai stato aggredito ma si è colpito con un surgelato: sotto choc la conduttrice

"Nessuna aggressione omofoba". E la d'Urso silura Iconize: "Tu non mi usi"

Iconize ha davvero finto l'aggressione omofoba? Questa è la teoria che si fa sempre più largo dopo le dichiarazioni di Soleil Sorge a Pomeriggio5, dove l'influencer ha dichiarato di aver le prove che quanto accaduto lo scorso maggio sia stata, in realtà, una mossa del ragazzo per attirare l'attenzione su di sé. Incredula Barbara d'Urso, che dopo la presunta aggressione aveva ospitato il ragazzo in collegamento per denunciare i fatti.

La conduttrice lotta da anni contro le aggressioni omofobe, ospita spesso nelle sue trasmissioni esponenti della comunità LGBT e denuncia ingiustizie e discriminazioni nei confronti degli omosessuali. Per questo motivo aprì le porte del suo programma pomeridiano a Iconize, che raccontò quanto accaduto poche ore prima. Sul suo volto erano ancora evidenti i segni di quella che, a suo dire, era stata l'aggressione da parte di due ragazzi in un parco di Milano. Marco, questo il suo vero nome, ha raccontato di essersi imbattuto in due persone una sera mentre si trovava fuori per la passeggiata con il suo cane e che, dopo essere stato appellato con epiteti offensivi, era stato colpito in pieno volto da un pugno.

Durante la puntata è emerso che Soleil Sorge sia in possesso di alcuni messaggi, scritti e vocali, di Iconize in cui il ragazzo ammetterebbe di aver finto l'aggressione. "Voglio capire, è troppo grave questa cosa", ha esclamato Barbara d'Urso quando si è resa conto che, forse, il racconto di Iconize nella sua trasmissione non è stato sincero. "Si è tirato un surgelato addosso per inscenare un attacco omofobo", ha detto Alberto De Pisis, influencer che ha letto i messaggi inviati da Iconize a Soleil, che ha confermato la rivelazione.

"Questa è la versione reale di un trucco teatrale, queolo di essersi tirato un surgelato in faccia... Se l'è fatto da solo", ha confessato Soleil Sorge davanti a una Barbara d'Urso choccata da un racconto simile. "Io da 13 anni ospito davvero quelli che vengono picchiati, mi batto... Ci sono quelli che picchiano gli omosessuali che mi odiano, che sono i miei hater. Mi augurano di morire ma a me non me ne frega niente. Io ci sono e lotto, però non mi usi, non mi usi in questo modo, sputanto sopra ci davvero viene aggredito... Se è così, perché io ancora non ci posso credere", ha detto la conduttrice con tono fermo e deciso.